Come proteggere i mobili in legno di cipresso

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Il legno di cipresso è spesso usato per l'arredo esterno perché è altamente resistente alla decomposizione. Inoltre, il cipresso contiene un olio naturale chiamato "cipressina", che allontana gli insetti, i funghi e altre fonti di degrado. Nonostante la sua capacità di recupero naturale, tuttavia, questo tipo di legno può perdere la sua lucentezza nel tempo, soprattutto a causa dei raggi UV e altre condizioni meteorologiche. In ogni caso, si possono adottare alcune misure per proteggere i mobili in cipresso, mantenendo inalterato il loro aspetto. Vediamo come.

25

Occorrente

  • Cera protettiva
  • Olio per legno
  • Teloni di plastica
35

Passare una cera protettiva ogni 6 mesi. Anche se la superficie dei mobili appare scorrevole e lucida, questa è spesso solo una finitura progettata per aggiungere brillantezza e proteggerli dalla penetrazione degli insetti. Dopo l'essiccazione, la cera non si limita solo ad offrire un'ulteriore brillantezza, ma li protegge anche dai raggi UV nocivi che possono scolorire il legno. Diversi tipi di cere protettive sono disponibili sul mercato, ma è bene sceglierne una che contenga cera d'api, cera di carnauba o altri estratti naturali. La cera deve essere applicata in uno strato sottile con un piccolo straccio.

45

Se i mobili sono all'aperto, coprirli con delle coperture anti-pioggia o con dei teloni di plastica per prevenire la putrefazione e lo scolorimento. Se non vengono utilizzati per lunghi periodi, scoprirli almeno una volta al mese anche se non si prevede di utilizzarli. Anche se la cipressina aiuta ad eliminare gli insetti, ci sono comunque dei rari casi in cui questi ultimi possono annidarsi; per cui, dei controlli regolari aiutano ad individuare potenziali infestazioni prima che queste possano danneggiare il legno. Nel caso in cui fossero presenti degli insetti o dei parassiti, è possibile utilizzare uno spray naturale per liberarsi di essi. Evitare invece quelli a base di sostanze chimiche artificiali, che sono più propensi a scolorire i mobili.

Continua la lettura
55

Applicare dell'olio per legno una volta l'anno. L'olio aggiungerà un ulteriore livello di protezione e migliorerà i livelli di cipressina nel legno. Dopo l'applicazione dell'olio, attendere 2-3 ore prima di rimuovere quello in eccesso con un panno asciutto. Se si lascia l'olio in eccesso per troppo tempo, il legno potrebbe diventare troppo saturo e incline a marcire. In caso di inutilizzo, conservare i mobili in cipresso in ambienti chiusi: è un legno molto leggero, per cui lo stoccaggio normalmente è un lavoro abbastanza semplice.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Economia Domestica

Come rimuovere le macchie d'inchiostro dai mobili

Le macchie d’inchiostro sono piuttosto difficili da rimuovere su quasi tutte le tipologie di superfici. Chi ha a che fare con bambini piccoli sa bene cosa voglia dire avere il tavolo in legno di salotto pieno di tracce di penna biro, o il mobile di...
Economia Domestica

5 consigli per curare i mobili in pelle

I mobili da sempre vengono realizzati in diversi modi; infatti, oltre che con il tradizionale legno, si possono trovare anche in ferro, alluminio, plastica e tanti altri materiali compresa la pelle. In riferimento a quest'ultima, se in casa abbiamo dunque...
Economia Domestica

Come trattare il legno esposto al sole

Molti sono i mobili o i vari accessori da giardino, che durante l'estate vengono esposti al sole per parecchio tempo. Gazebi, sdraio, panche, dondoli, tavoli, sedie, ecc., sono solo alcuni dei mobili che vengono posizionati sempre il sole e possono completamente...
Economia Domestica

Come proteggere le porte dai graffi del gatto

Avere un gatto è un privilegio che molti si concedono, ma solo alcuni sono consci dell'impegno necessario ad allevarlo correttamente. I gatti, come tutti i felini, mettono in atto regolarmente comportamenti volti a soddisfare istinti o conoscenze innate:...
Economia Domestica

Come proteggere il lavello smaltato nero

La cucina è una delle cose più costose, soprattutto se viene creata su misura e installata in base alle vostre esigenze. Ogni cucina è creata da varie componenti e oltre agli elettrodomestici, molto spesso, è necessario anche scegliere la tipologia...
Economia Domestica

Come proteggere il piano cottura in vetro temperato

Se per la vostra cucina avete optato per un piano cottura in vetro temperato, è importante sapere che si tratta di una tipologia abbastanza delicata che richiede accortezza durante l'uso, oltre ad una corretta manutenzione con prodotti adeguati per evitare...
Economia Domestica

Come proteggere le tubature dal gelo

Il problema della rigidità del clima invernale spesso si ripercuote anche sulle tubazioni. Queste, infatti, possono gelare, con grave danno per l'intero impianto idrico della propria abitazione. Soprattutto dunque se si vive in luoghi particolarmente...
Economia Domestica

Come proteggere le tende dai danni del sole

Le tende rappresentano l'utile complemento di arredo presente in ogni abitazione e che può fungere da valido elemento per proteggere la casa dall'azione dannosa degli agenti atmosferici, primi fra tutti i raggi del sole. L'azione del sole, infatti, è...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.