Come progettare una veranda in legno

Tramite: O2O
Difficoltà: difficile
15

Introduzione

La veranda rappresenta un ottimo sistema per conferire alla propria abitazione un tocco di originalità e di stile in più. Se si possiede un appartamento provvisto di un terrazzo oppure di un balcone, possiamo affermare che sarà sicuramente possibile costruirne una. Nel caso in cui si avesse la fortuna, invece, di possedere una casa del tutto indipendente, una buona idea è quella di pensare ad adibire a veranda alcuni ambienti, quali il soggiorno oppure la sala da pranzo. Qualunque sia la soluzione più adeguata alle proprie esigenze, è il caso di premettere che se ne possono progettare e costruire di due tipi. Una può essere creata in alluminio, mentre l'altra si può allestire in legno. Nei passaggi successivi di questa semplice ed esauriente guida ci occuperemo di illustrare come è possibile progettare una veranda della seconda tipologia, ovvero in legno, partendo da una tettoia preesistente.

25

Come fare il progetto per costruire una veranda

Il progetto è sicuramente il primo passo da compiere per mettere in pratica la realizzazione della veranda: in esso, in particolar modo, dovrà essere molto curata la parte riguardante l'assemblaggio con l'eventuale muratura esistente. Non bisogna inoltre dimenticarsi di richiedere il permesso al Comune di riferimento, per non incorrere in eventuali situazioni di abuso edilizio.

35

In che punto occorre progettare la veranda

È consigliabile che la veranda sia costruita verso sud. Nel caso in cui questo non fosse possibile, bisognerà collocarla lontano dagli alberi oppure da una qualsiasi costruzione generante ombra. In secondo luogo, nel caso in cui la porzione anteriore dovesse poggiarsi sopra un muretto di mattoni, sarà opportuno realizzare una soletta di cemento, avente uno spessore di circa 10 cm. Questa funge da fondamenta. Per concludere, è buona regola andare a selezionare dei pannelli a doppi vetri, realizzati con il telaio di legno.

Continua la lettura
45

Come costruire la facciata della veranda

A questo punto si può procedere con i lavori: si deve iniziare prolungando il muro originale della tettoia, sostituendo i mezzi mattoni con degli altri interi. Così facendo si otterrà un tetto spiovente, ovvero la facciata, nel quale si applicheranno i vetri. Successivamente si deve fissare una trave di sostegno sull'architrave, partendo dall'ossatura di legno. Pertanto occorre procedere andando ad applicare una striscia di legno come materiale isolante, tra il muro ed il telaio. A questo punto, si potrà andare a fissare il tutto sulla muratura, mediante l'ausilio di alcuni bulloni. Questi ultimi dovranno essere ricoperti da uno strato di silicone, in modo tale da evitarne la loro fuoriuscita con il trascorrere del tempo. Per finire bisogna stendere tre passate di vernice trasparente da esterni sul telaio, mentre per quanto riguarda l'ossatura saranno sufficienti due strati di smalto.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Ristrutturazione

Come costruire un tetto su una veranda

La veranda è una zona che costituisce un vero e proprio spazio aggiuntivo alla casa. Lo possiamo utilizzare in vari modi: posizionando oggetti d'arredo, o per posizionarci le piante, oppure come zona giorno. Essa può essere costruita creando una tettoia...
Ristrutturazione

Come progettare delle scale

Le scale non sono altro che l'insieme di gradini che collegano un piano con un altro. Se avete intenzione di progettare una scala e non avete idea di come poterla realizzare, nella seguente guida vi forniremo degli consigli e vi indicheremo alcune regole...
Ristrutturazione

Come progettare un terrazzo

Il terrazzo è una parte tipica della casa italiana. Solitamente, specie nei mesi estivi, il terrazzo viene usato per cene o pranzi all'aperto o per organizzare feste con gli amici. Durante l'inverno capita spesso che questa zona venga abbandonata a sé...
Ristrutturazione

Come progettare un loft

Il loft è una moderna tipologia di appartamento che sta incontrando un successo sempre crescente nel panorama immobiliare italiano ed estero. Strutturato su un’area unica, il loft tradizionale non prevede pareti divisorie e si dota al massimo di un...
Ristrutturazione

Come progettare una casa in montagna

Progettare una casa non è una cosa semplice da effettuare in quanto occorre prendere in considerazione diversi aspetti tra cui la geologia del terreno ed il piano edilizio urbano che interessa l'area di edificazione. Dovranno, quindi, essere valutate...
Ristrutturazione

Come progettare una cucina in muratura

Una cucina i muratura serve a conferire un tipico stile rustico alla propria casa. I colori caldi la rendono accogliente e l'aspetto spartano ricorda gli ambienti campagnoli: come un vero tuffo nel passato! Se siete esperti del fai da te poi potrete anche...
Ristrutturazione

Come progettare un hammam

L'architettura attuale può prevedere la progettazione e la costruzione di abitazioni con stanze tipiche di strutture abitative appartenenti a paesi stranieri. Un esempio è l'hammam (il bagno turco o a vapore) dove è possibile ritrovare il benessere...
Ristrutturazione

Come progettare una casa online

Progettare una casa è forse la parte più divertente ed interessante del lavoro di un architetto. Attraverso un processo di prove e ricerche grafiche è possibile sviluppare un progetto piuttosto interessante con soluzioni innovative, ma allo stesso...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.