Come progettare un letto a castello a scomparsa

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Nella nostra casa molti aspetti sono importanti dall'ambiente esterno come ad esempio il giardino che deve sempre essere ben sistemato, a quello interno che è composto dalle varie stanze che formano l'abitazione. Dalla cucina al bagno, dal soggiorno alle camere da letto che non possono essere trascurate, queste ultime con il tempo hanno dei cambiamenti, sopratutto nel caso in cui si abbia un aumento del nucleo familiare e quindi magari si passi da un figlio ad averne due. In questo bellissimo evento della nostra vita bisognerà anche saper riadattare gli spazi a nostra disposizione e cercare una giusta collocazione. Il modo migliore sarà quello di mettere un letto a castello per guadagnare del posto in più. Vediamo allora, in questa guida, come progettare un letto a castello a scomparsa.

25

Occorrente

  • pannelli di legno
  • trapano
  • avvitatore
  • viti
  • staffe
  • tasselli
  • quattro molle a gas
  • una scaletta di ferro a ganci
  • due reti
35

Materiale da usare

Progettare un letto a castello a scomparsa non è poi così semplice come possa sembrare all'inizio, occorre diverso materiale e in più anche molte ore di lavoro fatte con dedizione e attenzione dei particolare. Sarà necessario dei pannelli di legno di qualità, un avvitatore, diverse viti, quattro molle a gas, una scaletta di ferro a ganci, due staffe, il trapano, dei tasselli e due reti.

45

Costruire e fissare la struttura

Prima di tutto bisogna scegliere il tipo di legno necessario, per progettare il nostro letto a castello a scomparsa, che può essere di diversi tipi dal noce al castagno, dall'abete al pino per finire con la quercia. La scelta sarà effettuata in base all'arredamento, quindi che non risulti troppo scuro o chiaro, e secondo la qualità e la durata che desideriamo. Con questo materiale potremmo fare un armadio semplicemente acquistando i pannelli già alla misura stabilità e fissandoli noi con l'avvitatore e le viti. Successivamente proseguiremo ancorando al muro la struttura con delle staffe e dei tasselli, il tutto con l'aiuto di un buon trapano.

Continua la lettura
55

Montare i letti

La parte più complicata arriverà nel momento in cui si dovrà fissare le quattro molle a gas alle pareti della struttura e poi unirli alle reti, in modo tale da metterli alla giusta distanza per poter far richiudere i letti in maniera corretta. Dopo di che sarà necessario avvitare dei pannelli di legno alla base delle reti in modo tale che quando saranno chiusi non si vedrà più nulla e resterà l'impressione che ci sia solo un semplice armadio. Alla fine andrà posizionata la scala per accedere alla postazione superiore, essa non richiede di montaggio poiché è a gancio quindi si può comodamente utilizzare e riporre a posto quando si sistema tutto.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Arredamento

Come scegliere e ambientare il letto a scomparsa

Quando ci si prepara ad arredare casa, la prima cosa che si pensa di solito, è quella di innanzitutto risparmiare economicamente, ma in secondo tempo quello di risparmiare lo spazio. Difatti, quando ci si trasferisce in un'abitazione nuova, e lo spazio...
Arredamento

Errori da evitare con un letto a castello

Il letto a castello, è una soluzione molto comoda e pratica per chi ha una casa molto piccola e deve gestire al meglio ogni camera da letto. I letti a castello, sono ancora molto amati dai bambini e rimangono uno dei mobili più funzionali per le camere...
Arredamento

Come scegliere i letti a castello

Per i bambini dormire in un letto a castello è un po' come vivere un'avventura o entrare nel mondo delle favole ogni notte; inoltre rappresenta la soluzione ideale per le camerette piccole, in quanto consente di risparmiare spazio, che invece potrà...
Arredamento

Come arredare con i cassetti a scomparsa

Se noi abitiamo in una casa grande, non abbiamo idea di cosa voglia dire ottimizzare gli spazi. Chi vive in una casa piccola, invece, è consapevole di quanto sia difficile ottimizzare gli spazi in maniera funzionale, così evitando di lasciare troppi...
Arredamento

Idee per delle mensole a scomparsa

Le mensole a scomparsa sono molto comode da tenere in casa in qualsiasi camera della propria abitazione. Le mensole in generale e soprattutto quelle a scomparsa, servono per mettere in esposizione determinati oggetti da collezione o determinati oggetti...
Arredamento

Come installare una tenda a scomparsa

Le tende a scomparsa, offrono ombra e riparo alle finestre della nostra casa e si rivelano molto funzionali nonchè eleganti. Il loro montaggio non è affatto difficile, per cui si può risparmiare facendolo da soli, ed utilizzando pochissimi attrezzi....
Arredamento

Come installare una porta a scomparsa

Quando in casa si hanno dei problemi di spazio, la miglior soluzione è installare una porta a scomparsa. Oltre alla comodità di avere i muri liberi da sfruttare in diversi modi (aggiungendo, per esempio, pezzi d'arredamento o altro), la porta scorrevole...
Arredamento

Letto: come decorare una camera da letto in stile barocco

Esistono varie tipologie e stili di arredamento. Quello che andremo ad analizzare in questa guida è un particolare stile applicato ad una camera specifica. L'arredamento diventa particolarmente romantico, all'interno dei locali si percepiscono sensazioni...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.