Come progettare un giardino etnico

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Avete un giardino di cui sentite di aver mai sfruttato appieno le potenzialità? Il tavolo e quelle due sedie di plastica bianca vi mettono ormai solo tristezza e avete abbandonato al loro destino le poche piante che ancora resistevano? Progettavate di organizzare feste e barbecue all'aperto ma ormai in giardino ci stendete solo il bucato? Perché non fare allora del vostro giardino il piccolo angolino etnico della vostra casa? Con qualche accorgimento e davvero un piccolo investimento vi sembrerà un posto completamente nuovo! Come fare?

26

Lo spazio

Innanzitutto occorre valutare lo spazio che abbiamo a disposizione: se è una grande giardino potremo arredarlo con un gazebo o una tettoia e magari un salottino da esterni, mentre se si tratta di un piccolo spazio o un giardino sul terrazzo ci limiteremo a valorizzare solo un angolo di questo per dare carattere senza sovraccaricare l'insieme. Nel primo caso l'ideale sarebbe montare una tettoia in un legno scuro e caldo come tek o rovere: se la struttura è già presente non occorre modificarla a meno che non abbia uno stile troppo rustico che rovinerebbe l'effetto complessivo.

36

L'arredo

Che ci sia o meno la possibilità di uno spazio coperto nel vostro giardino, sceglierete sicuramente di arredare un angolo con un tavolino e delle sedie o poltroncine: per ottenere un effetto etnico è meglio evitare quelle in rafia o vimini ed optare sempre per un legno scuro. In alternativa si può scegliere di ridipingere il mobilio già esistente con dei colori caldi come il rosso o l'arancione, oppure coprirli con dei tessuti etnici acquistabili in negozi specializzati.

Continua la lettura
46

L'arazzo

Il tocco etnico può essere comunque conferito anche ad un mobilio neutro e basilare: l'importante è saper giocare con i tessuti e gli accessori. Un arazzo in stile africano crea subito l'atmosfera, un ruolo fondamentale hanno i cuscini, il più possibile colorati, e magari delle tende leggere in tulle da drappeggiare come un baldacchino.

56

I negozi

Frequentando mercatini e negozi etnici si possono facilmente trovare piccoli pezzi d'arredamento a prezzi ridottissimi: riempirete così il vostro giardino con candele, lanterne intarsiate, statuette in legno, soprammobili esotici col quale arricchire pian piano il vostro angolino etnico!

66

Le piante

Infine, per rendere il vostro giardino etnico davvero completo, lo si può arricchire con una varietà di piante meno tradizionali: mettiamo da parte le solite aiuole di fiori e le specie più mediterranee, e divertiamoci a scoprire le bellissime piante tipiche dell'oriente, come il ciliegio, il glicine, l'ortensia, la camelia... E se ci manca il pollice verde, un effetto ugualmente esotico può essere dato da un cactus come l'euphorbia con una composizione di bellissime piante grasse, che necessitano davvero di poca manutenzione.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Esterni

Come progettare il giardino

Saper progettare il proprio giardino, che si ha a disposizione, è qualcosa che tutti vorrebbero fare, ma in particolar modo tutti vorrebbero essere in grado e quindi avere, le capacità di crearlo. Grazie a questa guida, questo desiderio potrebbe anche...
Esterni

Come progettare un giardino di design

Progettare il proprio giardino di design richiede una certa organizzazione. Innanzitutto è necessario avere un budget prestabilito, in questo modo potremmo orientarci in maniera più chiara su come intervenire. Quindi bisogna avere delle idee chiare...
Esterni

Come progettare un giardino a terrazze

Come vedremo insieme nei pochi passi di questo tutorial, con un po' di fantasia e impegno è possibile progettare un giardino a terrazze molto elegante e originale, senza nemmeno investire cifre economiche esagerate. Se quindi possiedi un grande spazio...
Esterni

Progettare un giardino: 5 errori da evitare

Avere la possibilità di riempire uno spazio esterno con un giardino, ricco di fiori, piante, alberi, cespugli, gazebi, ecc., è senza dubbio una fortuna. Se avete una villa o una casa e avete intenzione di creare un bel giardino attorno alla casa, è...
Esterni

Come progettare l'impianto di irrigazione in giardino

Generalmente un giardino che si rispetti necessariamente ha bisogno di un impianto d'irrigazione, per fornire acqua su tutta la superficie e alle piante che vi si trovano, facendoli crescere belle e rigogliose. Oggi è possible trovare degli impianti...
Esterni

Come progettare un giardino rustico

Progettare il giardino dei propri sogni e vedere il progetto realizzato è un sogno che molto vorrebbero realizzare. Un bel giardino curato e ben tenuto ha un fascino unico che può regalare delle emozioni inaspettate. Nello specifico in un giardino rustico,...
Esterni

Come progettare il giardino di un ristorante

La parola francese "Restaurant" deriva da “restaurer” che sta ad indicare “un cibo che ristora”. Tale termine non vede solo un tipo di cucina ma i tanti generi che a volte rispecchiano tradizioni particolari, perché di paesi diversi rispetto...
Esterni

Come progettare un giardino di roccia

Il giardino rappresenta quella cornice che abbellisce ed impreziosisce un fabbricato. Quest'ultimo potrebbe essere una villa, una villetta a schiera, o addirittura un palazzo, ed in tal caso il giardino costituisce una pertinenza di comune proprietà...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.