Come prevenire il problema della muffa

tramite: O2O
Difficoltà: facile
14

Introduzione

La muffa è un fungo pluricellulare, si trova spesso sui cibi avariati, ma è anche utilizzata nella produzione di formaggi, come il gorgonzola, e di antibiotici; questo organismo si forma negli ambienti particolarmente umidi, soprattutto se non vengono adeguatamente arieggiati. È particolarmente nocivo alla salute, perché emette spore che possono essere respirate, causando irritazioni al sistema respiratorio. Può essere causa anche di stanchezza e di mal di testa, poiché agisce sul sistema nervoso. In questa guida vedremo come prevenire il problema della muffa, e come eliminarlo.

24

Bisogna ispezionare spesso anche la soffitta e la cantina, per verificare eventuali infiltrazioni di acqua dal tetto, o perdite dalle tubazioni. Poiché la muffa non sopporta la luce, facciamo in modo che entri in casa per il maggior tempo possibile, tenendo aperte tende e persiane; e nei giorni particolarmente umidi evitiamo di aprire le finestre. Anche tenere in casa ad asciugare i panni bagnati, o avere piante in vaso, aumenta l'umidità dell'aria; potrebbe essere utile usare un deumidificatore elettrico, o un contenitore contenente sali igroscopici.

34

Se poi, nonostante siano state prese tutte le precauzioni necessarie, la muffa è presente in casa, la cosa da evitare assolutamente è cercare di toglierla raschiandola con una spugna, o con una spazzola; infatti, grattando, le spore si propagano ad altre parti del muro e nell'aria, rendendo più grave la situazione. Utilizzando guanti e mascherina, per evitare intossicazioni, bisogna tamponare le zone da trattare con un panno inumidito con acqua ossigenata a 130°, oppure con aceto bianco, senza sfregare. È molto efficace anche vaporizzare sulla parete, con uno spruzzino, la candeggina, lasciare asciugare, poi vaporizzare di nuovo, fino alla completa pulizia del muro.

Continua la lettura
44

Si ricorda infine, di utilizzare deumidificatori e condizionatori d'aria, specialmente se si abita in zone con climi caldi e umidi, per ridurre l'umidità nell'aria. Mantenere l'umidità interna al di sotto del 60%, se è possibile. È possibile misurare l'umidità relativa con un igrometro, uno strumento poco costoso disponibile in molti negozi di ferramenta. Assicurarsi che le linee di scarico siano senza ostacoli e fluiscano correttamente. Tenere la casa al caldo quando fa freddo. Quando la temperatura scende, l'aria non è in grado di trattenere l'umidità e la condensa sulle superfici fredde, può favorire la crescita di muffe. Eseguire l'isolamento delle superfici fredde, come le pareti esterne, i pavimenti e le finestre, per ridurre la formazione della condensa.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Pulizia della Casa

Come eliminare la muffa che si forma sulle pareti o sul soffitto

La guida che svilupperemo nei quattro passi che comporranno il nostro ragionamento, si occuperà di muffa. Entrando più nel dettaglio di questo argomento, ora andremo a spiegarvi come riuscire a eliminare la muffa che si forma sulle pareti o sul soffitto....
Pulizia della Casa

Come rimuovere la muffa dal cuoio

La muffa è una tipologia di fungo che genera una sostanza detta “micelio” sulla superficie di qualsiasi cosa di organico e che cresce e si sviluppa sugli oggetti in cuoio. Questi ultimi, specialmente se conservati all'interno di luoghi umidi e bui,...
Pulizia della Casa

Come togliere la muffa dai muri interni

La muffa è un fungo che si riproduce per mezzo di spore e batteri. Essa è molto dannosa per la nostra salute e, oltre a dare problemi di allergie, può compromettere seriamente l'apparato respiratorio (specie dei bambini). Si presenta inizialmente come...
Pulizia della Casa

Come eliminare la muffa dalla moquette

Non c'è cosa peggiore di dover avere a che fare con la muffa: questa provoca allergia, apnea, tosse e nella peggiore delle ipotesi anche problematiche di natura respiratoria. Esistono infatti molti metodi per eliminarla, e quando sono in grosse quantità,...
Pulizia della Casa

Come eliminare la muffa dai cassetti

La muffa, si sa, è un tipo di fungo che si forma principalmente in ambienti chiusi, umidi e poco ventilati. Oltre i muri e i soffitti, spesso aggredisce anche il legno, di cui si nutre: non è raro scostare un mobile dalla parete per pulirlo e trovarne...
Pulizia della Casa

Come eliminare la muffa dai tappeti con l'aceto

Un tappeto bagnato può facilmente diventare un tappeto ammuffito, se si consente all'umidità di rimanere all'interno delle sue fibre porose. La muffa emerge spesso sui tappeti a seguito di un periodo di elevata umidità, in quanto la muffa si nutre...
Pulizia della Casa

Come eliminare la muffa dai quadri

La muffa è un fungo che si forma in particolari condizioni di umidità e di calore. È importante rimuovere immediatamente la muffa presentatasi sulle pareti di casa poiché inalare le sue spore può risultare dannoso per la propria salute. Molto spesso,...
Pulizia della Casa

Come eliminare l'odore di muffa dal divano

Molto spesso in casa specie in ambienti umidi, ci capita di avvertire un odore di muffa che diventa poi sgradevole se a contatto con alcuni materiali, e tra questi la pelle e i tessuti che ricoprono in genere poltrone e divani. Questi ultimi, devono poi...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.