Come preparare le conserve di marmellata

tramite: O2O
Difficoltà: media
18

Introduzione

Le confetture sono ottime per iniziare la giornata con una colazione sana e genuina. Sono altresì ideali per le merende dei più piccoli e per la preparazione di crostate, biscotti e altri dolci della pasticceria tradizionale. Vantaggio da non sottovalutare è che rappresentano un ottimo metodo per conservare grandi quantità di frutta che altrimenti andrebbe gettata. Quando si parla di "marmellate" ci si riferisce ai prodotti ottenuti esclusivamente dagli agrumi (questo è quanto sancisce una direttiva comunitaria risalente agli anni Ottanta). Per tutte le preparazioni che prevedono altri tipi di frutta invece si usa il termine "confetture". C'è inoltre un'ulteriore differenza che permette di distinguere le marmellate dalle confetture, che riguarda le modalità di lavorazione dei frutti: nel primo caso si ricorre al passaverdura, che permette di avere un prodotto liscio ed omogeneo, mentre nelle confetture si è soliti lasciare pezzi di frutta interi. Vediamo come preparare le conserve di marmellata.

28

Occorrente

  • Frutta a piacere
  • Zucchero
  • Barattoli di vetro a chiusura ermetica
  • Pentole e utensili di acciaio inox
  • Canovacci puliti
38

Scegliere la frutta

Spesso si pensa che la preparazione casalinga delle marmellate sia lunga e laboriosa. In realtà, basta attenersi a delle piccole regole e non si avranno problemi. È fondamentale scegliere con molta cura la frutta che verrà impiegata per la conserva: optate per un prodotto fresco. Per chi ha la fortuna di avere un orto o un giardino, il consiglio è quello di procedere con la raccolta dei frutti nelle prime ore del mattino e di proseguire poi con l'invasamento in giornata, in modo da preservare tutta la freschezza della materia prima. Indispensabile è anche lo zucchero, ma è bene ricordare che è il fruttosio un'ottimo sostituto, indicato soprattutto per chi soffre di diabete. In alcuni casi sono consigliate piccole quantità di alcool, utili per la conservazione.

48

Recuperare l'occorrente

Per la cottura della frutta occorrono delle pentole capienti, abbastanza larghe e con il fondo spesso: servirà ad evitare che durante la bollitura fuoriesca la conserva. Dovrete poi procurarvi i vasetti. In genere si preferiscono barattoli medio-piccoli, che possono contenere da un minimo di 250 grammi ad un massimo di mezzo chilo di marmellata. Il materiale indicato è il vetro trasparente, mentre per quanto riguarda il tipo di tappo è bene optare per quelli a chiusura ermetica, a molla e con la guarnizione in gomma. Un piccolo accorgimento: sostituire la guarnizione vecchia ogni volta che si riutilizza il contenitore per una nuova preparazione.

Continua la lettura
58

Sterilizzare i vasetti

La sterilizzazione dei vasetti è un procedimento assolutamente necessario per l'igiene dei contenitori e per la corretta conservazione delle marmellate. Basta procurarsi un pentolone capiente alto almeno 40 cm. I barattoli devono essere avvolti uno ad uno con delle pezze in cotone o in tela pulita, in modo che una volta dentro la pentola non si urtino. Si procede quindi disponendo i vasi nella pentola, si ricoprono con dell'acqua fredda e si aspetta che si arrivi al punto di ebollizione, lasciando la fiamma piuttosto vivace. Quando l'acqua bolle, si dovrà abbassare la fiamma e lasciare andare per almeno un'altra mezzora (è in questa fase che ha inizio la sterilizzazione vera e propria). Prima di estrarre i vasetti, aspettate che l'acqua si sia raffreddata e fateli poi asciugare al sole.

68

Procedere con la preparazione

Ora potete procedere con la preparazione. Lavate accuratamente i frutti, tagliateli a pezzi non troppo grandi e metteteli nella pentola. Fate cuocere a fiamma moderata finché non si arriva al bollore, mescolando continuamente. Versate quindi lo zucchero. Le proporzioni da seguire sono: 500 grammi di zucchero per ogni chilo di frutta. Si passa ad un chilo di zucchero se la frutta è più acida. Una volta aggiunto lo zucchero, fate bollire a fiamma alta per almeno cinque minuti, sempre mescolando vigorosamente. Per essere sicuri che la consistenza della marmellata sia giusta, fate come segue. Prima di iniziare con la preparazione, mettete in frigo un piattino: tiratelo fuori quando pensate che la confettura sia pronta e versatevi sopra una cucchiaiata del composto. Inclinate il piatto e, se la marmellata scivola molto lentamente, vuol dire che è pronta.

78

Versare la marmellata nei vasetti

A cottura ultimata, versate la marmellata ancora calda nei vasetti, senza riempirli fino all'orlo. Chiudeteli immediatamente e capovolgeteli per circa cinque minuti. Nel frattempo riempite di acqua fredda la pentola usata per la sterilizzazione e rimettete dentro i barattoli pieni. Portate l'acqua a ebollizione a fiamma vivace, quindi abbassate il gas e lasciate sobbollire per ancora 30 minuti. Spegnete e aspettate che i barattoli si siano raffreddati. Disponeteli su un canovaccio e asciugateli accuratamente. Ponete su ciascun vasetto delle etichette che riportino la data di produzione della marmellata e il nome della frutta. Riponete le conserve in un luogo della casa fresco e asciutto, al riparo dalla luce e da fonti di calore. Ricordate che vanno consumati entro un anno.

88

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Controllare sempre i vasetti prima del consumo: se la marmellata presenta alterazioni di colore o se il tappo appare gonfio, buttare direttamente il barattolo evitando di aprirlo. Potrebbe contenere muffe.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Economia Domestica

Come pastorizzare le Conserve

Le tecnica delle conserve dei cibi hanno radici molto antiche, e sono arrivate fino ai nostri giorni soprattutto grazie alla loro efficacia. Tutti noi ricorderemo le marmellate, i sottaceti o sottolio, preparati meticolosamente dalle nostre nonne, con...
Economia Domestica

Come sterilizzare i vasetti di vetro

In questa utile ed interessante guida, che stiamo per proporre, vogliamo esporre un argomento alquanto affrontato ed anche attuale, in questo periodo. Stiamo parlando di come poter sterilizzare, nella maniera corretta, i vasetti di vetro.L’estate, ma...
Economia Domestica

Idee per regali di Natale fatti a mano

Con l'avvicinarsi del Natale, nasce la preoccupazione di cosa regalare ai propri amici e familiari. La tecnica del fai da te va molto di moda ultimamente! Con essa è possibile realizzare vere e proprie opere d'arte con le proprie mani. Conserve, biscotti,...
Economia Domestica

Tecniche di conservazione domestica

Per avere ortaggi, verdura e frutta a disposizione anche oltre il loro periodo di maturazione, possiamo ricorrere ad alcune tecniche di conservazione domestica. Conservare correttamente gli alimenti vuol dire anche mangiare sano: durante il procedimento...
Economia Domestica

Come conservare le fave sott'olio

Le fave sono un legume tipicamente estivo di colore verde e della stessa forma dei fagioli, però più grandi e duri. La loro stagione è quella estiva ma è possibile conservarli per le altri periodi dell'anno, da servire in qualche occasione come antipasto...
Economia Domestica

Come conservare i carciofi sott'aceto

I carciofi sono uno dei tipici prodotti della primavera e in questa stagione è possibile trovarli molto facilmente nei banchi del mercato. Non dobbiamo pensare però di dovercene privare durante gli altri periodi dell'anno: con una conserva preparata...
Economia Domestica

Come preparare la farina di riso

La farina di riso potrebbe essere un'ottima alternativa per chi ha delle intolleranze o allergie alimentari, come ad esempio la celiachia; se i vostri ospiti hanno determinate esigenze alimentari, infatti, non dovete preoccuparvi: potete acquistare farine...
Economia Domestica

Come preparare un pranzo per tante persone

In occasione di un evento importante, come ad esempio un compleanno, è fondamentale saper preparare del cibo abbondante e renderlo nel contempo gustoso. Gli invitati ad un pranzo, infatti, sono soliti aspettarsi una discreta quantità di cibo di buona...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.