Come Preparare La Base Per Una Pavimentazione A Secco

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Capita a volte di voler ricavare un vialetto o un sentiero nel proprio giardino e, spinti dalla voglia di realizzarlo da soli, per motivi economici o per estro creativo, magari decidere di provare con il fai da te. Se optate per questa soluzione, dovete sapere che il punto fondamentale per pavimentare a secco la vostra stradina è preparare correttamente il fondo per la pavimentazione. Ecco come procedere, con pochi, semplici passaggi.

27

Occorrente

  • lenze
  • vanga
  • pala
  • sabbia
  • ghiaietto
  • paletti in legno
  • asse di legno
  • rastrello
  • livella a bolla
  • scopa
37

Il primo passo sarà, ovviamente, il disegno della vostra stradina sul terreno. Potete aiutarvi delineando la zona interessata con il gesso, per poi tendere delle lenze per marcare il tracciato lungo il quale tagliare il terreno. Quando delimiterete la stradina, ricordate che, nel caso della pavimentazione a secco, dovrete considerare anche lo spazio necessario per i cordoli di contenimento. Tali cordoli, realizzati in legno o in pietra, servono ad evitare le sbavature nei bordi del vialetto.

47

Dopo aver tracciato il perimetro della zona che intendete pavimentare, procuratevi un attrezzo da scavo, pala o vanga, e realizzate uno scavo profondo circa 20 cm, tale da poter ospitare un letto di sabbia ed eventualmente una base di ghiaietto. Una volta terminato lo scavo, spianate la superficie e distribuite la sabbia e il ghiaietto, compattando il tutto con un rullo. Questa operazione andrà eseguita con cura, perché da essa dipenderà la tenuta e la resistenza del terreno.

Continua la lettura
57

Quando avrete spianato bene il fondo, potete mettere ai lati dello scavo le assi di legno che costituiranno il vostro cordolo di contenimento. Le assi vanno trattate con un impregnante (ad esempio il creosoto), per la corretta conservazione del legno. Queste vanno inchiodate a dei paletti infissi nel suolo. Il livello delle assi dovrà essere controllato mediante una livella a bolla. Controllato che il fondo e le assi siano livellati, dovrete spargere con una pala dell'altra sabbia nello scavo, così da formare un letto per la posa dei mattoni o del materiale che avrete scelto per il vostro vialetto. Il letto di posa deve essere costituito da uno strato di circa 5 cm di sabbia pulita e non umida.

67

Ora è il momento di posare il vostro pavimento, sia esso in ghiaia, quadrotti di legno o pietra. Quando avrete completato anche questa fase, il pavimento andrà battuto e infine, aiutandosi con una scopa, ogni spazio vuoto andrà riempito con sabbia fine, che possa entrare in tutte le fessure della pavimentazione. Siamo arrivati al termine di questa guida.

77

Consigli

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Ristrutturazione

Come costruire un muro a secco di sostegno

Riuscire a costruire alcune zone della casa in campagna per proprio conto, è sicuramente una delle soddisfazioni più perseguite dalle persone. Che sia il soggiorno, la cucina, il bagno o la recinzione, non importa: l'importante è che si riesca a definire...
Ristrutturazione

Come attaccare insieme dei pezzi irregolari di muro a secco

I muri a secco sono da molto tempo utilizzati, tra l'altro, nella delimitazione di spazi all'aperto come, ad esempio, i giardini. Spieghiamo rapidamente cosa sono: essi sono costituiti da un numero vario di pietre irregolari sovrapposte tra di loro ed...
Ristrutturazione

Come riparare i danni su un muro a secco

Sempre più spesso ormai, i muri a secco costituiscono una popolare alternativa per la realizzazione di recinzioni e cinte esterne all'abitazione, visto il loro aspetto rustico e l'economicità di costruzione. Questo tipo di muro, chiamati muro a secco...
Ristrutturazione

Come Preparare Il Letto Di Sabbia Prima Di Pavimentare

Tra i lavori di manutenzione che occorre fare in casa, c'è anche quello di sostituire il pavimento. È un'operazione da eseguire con precisione, e che necessita di un po' di esperienza. È necessario innanzitutto preparare lo spazio da pavimentare. Dovremo...
Ristrutturazione

Come pavimentare il vialetto con i ciotoli

Un vialetto elegante come strada di accesso per la propria casa è il sogno di molte persone: può sembrare un dettaglio del tutto secondario, ma ricordate che sarà sempre percorso dai vostri ospiti, quindi è importante che sia ben curato, in modo che...
Ristrutturazione

Come Preparare La Base Per Rifare Un Pavimento

Se si desidera comprendere come rifare un pavimento, è importantissimo sapere che ci sono due procedure di posa in opera maggiormente usati: il "magrone" o colla. È tuttavia altrettanto importante conoscere le tipologie di pavimento presenti sul mercato...
Ristrutturazione

Consigli per la posa del porfido

Se per il nostro giardino o per il vialetto d'ingresso della casa intendiamo posare una pavimentazione in porfido, è importante rispettare alcune regole, sia per ottenere il massimo risultato dal punto vista estetico che per evitare errori specie se...
Ristrutturazione

Come stendere il plastico impermeabile in terrazza

Una delle operazioni più importanti quando si realizza una terrazza è quella dell'impermeabilizzazione, allo scopo di proteggere la struttura portante da possibili infiltrazioni d'acqua che ne possono, col tempo, minare la struttura. L'operazione viene...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.