Come preparare i laghetti artificiali all'inverno

tramite: O2O
Difficoltà: media
18

Introduzione

I laghetti artificiali e anche gli stagni contenenti le piante acquatiche dovranno essere allestiti per l'inverno, mediante alcuni semplici e pratici interventi essenziali per assicurare la perfetta qualità dell'acqua e il necessario equilibrio biologico.
Nei passaggi successivi di questa particolare e dettagliata guida, pertanto, vi riporterò qualche consiglio indispensabile su come bisogna preparare il vostro laghetto artificiale al freddo della stagione invernale, in modo che esso venga danneggiato irreparabilmente.

28

Occorrente

  • Vasca
  • Biocondizionatore
  • Rete metallica o di plastica
38

Innanzitutto, bisognerà ripulire approfonditamente la superficie dell'acqua dalle foglie, allo scopo di evitare delle problematiche di marcescenza (con il conseguente assorbimento dell'ossigeno vitale per piante e pesci) e scongiurare il rischio derivante dalla formazione di batteri e parassiti.
Se il deposito sul fondo dei laghetti artificiali supera i "3 cm", sarà preferibile svuotare completamente il bacino e trasferire momentaneamente i pesci all'interno di un'apposita vasca riempita con l'acqua pulita trattata mediante un biocondizionatore.

48

Qualora i laghetti artificiali dovessero essere posizionati vicino a qualche albero, sarà meglio inserire una rete metallica o di plastica tesa a maglie larghe, ancorata ad alcuni sostegni robusti: nel collocare quest'ultima, occorrerà evitare accuratamente il contatto con l'acqua, ovvero la flora e la fauna di ciascun laghetto artificiale.
Dopo aver compiute queste facili e importanti operazioni iniziali, sarà necessario misurare costantemente la qualità dell'acqua e intervenire prontamente in caso di necessità.

Continua la lettura
58

Una speciale attenzione dovrà essere dedicata alle piante acquatiche d'origine esotica, che sono maggiormente deperibili ed esposte: per riuscire ad assicurare la sopravvivenza di quest'ultime, sarà assolutamente necessario procedere al loro trasferimento in un luogo luminoso non adiacente a fonti di calore, per l'intero periodo invernale.
Un'azione preventiva deve essere calibrata anche in funzione delle condizioni meteorologiche dell'ambiente circostante i laghetti artificiali.

68

Se il laghetto artificiale è collocato in un'area soggetta a gelate, sarà consigliabile proteggerlo tramite un dispositivo antighiaccio galleggiante dotato di termostato, che deve essere acceso prima della formazione del ghiaccio e spento dopo che si sarà formata un'apertura di circa "30 cm".
Un impiego ad intermittenza di esso eviterà costi di gestione esorbitanti: qualora il rischio di ghiaccio sia minimo, invece, basterà dotare il laghetto artificiale di uno strato di polistirolo galleggiante.

78

Guarda il video

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Esterni

Come creare un laghetto artificiale in giardino

Avete un giardino grande e volete contornarlo di piante, fiori colorati ed un bellissimo laghetto per ricreare un ambiente tropicale? Se avete già provveduto alle colture, ecco una guida per voi su come creare un laghetto artificiale in giardino in pochi...
Esterni

Come realizzare un laghetto

Se vogliamo rendere il nostro giardino più originale ed interessante, oltre naturalmente a fornirlo di piante variopinte, staccionate e suppellettili potremo anche decidere per un caratteristico laghetto artificiale, dove potremo inserire delle piantine...
Esterni

Come installare un laghetto da giardino

Se avete un giardino, purché non sia piccolissimo, l’idea di movimentarlo e arricchirlo con un laghetto artificiale può essere esteticamente vincente. Se poi è accompagnato da cascatelle o fontanelle di acqua che generano un simpatico, rilassante...
Esterni

Come prendersi cura del laghetto delle ninfee

La ninfea è una pianta acquatica che appartiene alla famiglia delle Nymphaeaceae. Originaria dell’Asia, è ormai diffusa in tutto il mondo, comprendendo circa cinquanta varietà che si adattano a qualsiasi microclima. Alla stessa famiglia della ninfea...
Arredamento

Come arredare la casa con piante artificiali

Molti hanno la passione delle piante che riescono ad arredare una casa in modo speciale. Ma spesso per motivi di impegni vari non si ha il tempo di curarle e di mantenerle. Potremo non rinunciare al verde nel nostro appartamento scegliendo delle piante...
Esterni

Le migliori piante acquatiche per il giardino

Il giardino rappresenta lo spazio progettato all'aperto maggiormente importante di qualunque villa o villetta a schiera, ovvero un reale biglietto da visita del proprio appartamento, che ne arricchisce lo stile esterno e lo rende molto gradevole da abitare....
Esterni

Come realizzare una cascata di pietra

Una cascata di pietra è il dettaglio che donerebbe quel tocco di eleganza in più al vostro giardino. Nulla è più calmante del suono dell'acqua che colpisce le pietre sottostanti, e perché no, aggiungere qualche pesciolino nello stagno e trasformare...
Esterni

Come progettare un giardino di design

Progettare il proprio giardino di design richiede una certa organizzazione. Innanzitutto è necessario avere un budget prestabilito, in questo modo potremmo orientarci in maniera più chiara su come intervenire. Quindi bisogna avere delle idee chiare...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.