Come piantare un palo stabile e duraturo

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Alcuni interventi di ristrutturazione edile come vedremo, possono sembrare onerosi e di difficile realizzazione. Con un po' di pazienza tuttavia, è possibile effettuare autonomamente lavori di ristrutturazione funzionali e sicuri. Se dunque sei un amante del fai da te e desideri scoprire come sia possibile piantare un palo stabile e duraturo in pochi e semplici passaggi, ti consiglio di seguire con attenzione i suggerimenti di seguito, in quanto ti fornirò preziosi consigli su come realizzare un lavoro di ristrutturazione senza commettere errori.

25

Acquista gli attrezzi giusti

Tieni conto innanzitutto, che il primo passo fondamentale per realizzare un lavoro adeguato, consiste nell'acquistare gli attrezzi giusti che ti permettono di realizzare un foro stretto e profondo al punto giusto, per piantare successivamente il palo. In commercio è possibile trovare delle trivelle manuali, attrezzi economici e sicuri che consentono di realizzare il lavoro in tempi brevi, anche se si lavora su terreni argillosi e compatti. Ricorda che in commercio è possibile trovare delle apposite trivelle meccaniche, che sono in grado di ridurre il tempo necessario a realizzare il foro.

35

Blocca il palo nel terreno

Dopo aver effettuato un foro profondo e stretto, è necessario procedere alla fase successiva del lavoro: il bloccaggio del palo nel terreno. Tieni conto che il palo può essere sistemato direttamente nel terreno bloccandolo con una grossa quantità di cemento, puoi bloccarlo buttando il calcestruzzo e bloccandolo con grossi chiodi di 10/12 cm (i chiodi devono essere sporgenti e di grosse dimensioni). Anche i chiodi dunque devono essere cementati insieme al palo (in alternativa ai chiodi puoi usare dei supporti metallici da cementare).

Continua la lettura
45

Mescola il cemento perbene

Ricorda che prima di versare il materiale all'interno della buca per stabilizzare il palo, è necessario mescolare il cemento perbene, cercando inoltre di comprimerlo per eliminare il rischio di bolle d'aria. Per conoscere informazioni esatte sulle quantità di cemento necessario ti consiglio di rivolgerti ad un rivenditore di prodotti edili.

55

Rendi stabile il palo

Dopo aver versato il cemento devi cercare di tenere stabile il palo con l'aiuto di listelli di legno e tavole. Tieni conto che fin quando il cemento non ha fatto presa sul palo, rendendolo così stabile, rischi di rendere vano il lavoro, in quanto il palo potrebbe cadere da un momento all'altro con le conseguenze connesse. Cerca di usare grossi listelli e tavole di legno per mantenere stabile il palo, fino a quando il cemento non appare totalmente asciutto.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Esterni

Come piantare i pali di sostegno di una recinzione

Se avete intenzione di costruire una recinzione nel vostro giardino utilizzando ad esempio il legno e renderlo ancora più rustico, è importante ancorare la struttura al terreno, per evitare che possa cadere a causa del vento o allo smottamento del terreno...
Esterni

Come costruire dei recinti e delle siepi vive

Nel presente completo e informativo articolo che potrà essere approfondito leggendo attentamente i passaggi successivi, verrà spiegato dettagliatamente come bisogna costruire dei recinti e anche delle siepi vive, all'interno del proprio giardino di...
Esterni

Come costruire un reticolato per il giardino

Se si è stanchi di non avere la privacy necessaria nel proprio giardino oppure si desidera non vedere più animali indesiderati apparire da un momento all'altro allora è consigliabile costruire una recinzione. Leggendo questo tutorial si possono avere...
Esterni

Come delimitare un terreno

Possedete un terreno senza recinzione ed avete deciso di delimitarlo? Nessun problema! Potete farlo da soli, senza necessariamente consultare un esperto del settore e spendere ulteriori soldi per l’installazione. Basta solo un pizzico di pazienza e...
Esterni

Come coltivare le piante rampicanti

Come vedremo nel corso di questa guida, coltivare le piante rampicanti non richiede un lavoro lungo e complesso, è sufficiente infatti un po' di pazienza e impegno per coltivare le piante efficacemente e senza errori. Se pertanto avete il pollice verde...
Esterni

Come mantenere in tensione i fili del recinto

Un recinto elettrico è un tipo di circuito elettrico, normalmente aperto, che si chiude nel momento in cui entra in contatto con qualcosa o qualcuno, dando una scarica elettrica di piccolo voltaggio. Viene usato comunemente negli allevamenti per delimitare...
Esterni

Come realizzare un frutteto in giardino

Se abbiamo un giardino, anche di dimensioni ridotte, possiamo valutare la possibilità di piantare qualche albero da frutto. Gli alberi da frutto ci fanno due regali: il primo è ovvio, perché ci riempiono la tavola dei frutti che ci piacciono di più,...
Esterni

Come montare un canestro in giardino

Il basket rappresenta, sicuramente, uno degli sport che appassiona più persone in assoluto. Sono svariate le modalità che consentono di acquistare più pratica in questa affascinante disciplina. Uno di questi, ad esempio, consiste nel seguire dei corsi...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.