Come pelare le patate velocemente

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

La patata è un tubero commestibile, molto utilizzato in cucina nella preparazione di differenti piatti sia primi che contorni o piatti unici. In genere viene utilizzata senza buccia, solo nel caso si trattasse di patate novelle, è possibile lasciarla. L'operazione di sbucciatura delle patate il più delle volte può risultare noiosa, vediamo quindi alcuni consigli su come pelare le patate velocemente.

25

Occorrente

  • Coltello
  • pelatate manuale
  • pelapatate industriale
35

Il metodo più tradizionale per pelare le patate, è quello di adottare un coltello da cucina con lama liscia o leggermente dentata, preferibilmente appuntito. Partiamo dall'alto del tubero e facciamo scorrere la lama verso il basso. Ogni volta che una parte di buccia viene tolta, ruotiamo un pochino la patata. Nel caso fossero presenti ammaccature o radici, possono essere agevolmente eliminate utilizzando la punta del coltello. Le prime volte può risultare un'operazione particolarmente difficoltosa, ma con il tempo si acquisisce sempre più manualità, fino a quando la velocità sarà parte integrante dell'operazione.

45

Fino a qualche anno fa, la metodologia descritta nel passo precedente, era sicuramente la più utilizzata in assoluto, oggi con l'avvento del pelapatate, l'utilizzo del coltello è andato a perdersi. Il pelapatate è formato da una lama, fissa o basculante, inserita all'interno di una strutta in plastica. Il tutto termina con un manico molto pratico nel momento della sbucciatura. Anche per questo attrezzo, una volta acquisita manualità, la velocità viene da sola. Il consiglio però è quello di prestare sempre molta attenzione, a volte la velocità potrebbe anche essere fautrice di indesiderati incidenti.

Continua la lettura
55

I rimedi descritti nei passi precedenti, sono indicati e utili in caso la quantità di patate da pelare sia bassa. Se invece abbiamo l'esigenza di provvedere a sbucciarne grandi quantità, in questo caso allora è necessario provvedere a sostituire l'attrezzatura. In commercio è possibile reperire apparecchi elettrici in grado di sbucciare anche 2 o 3 chili di patate alla volta. Sono realizzati in acciaio inox e si rendono indispensabili se utilizzati all'interno di ristoranti, mense, scuole o comunità. L'interno di questo apparecchio ricorda l'oblò della lavatrice, l'unica differenza è, che dai fori nel cestello fuoriesco tantissi piccoli dentini, una sorta di grande grattugia. Subito dietro all'apparecchio è posizionato un tubo in plastica corredato da una fascetta. Questo tubo deve essere collegato al rubinetto del lavello da cucina. L'acqua scorrendo all'interno dell'apparecchio, aiutando a mantenere le patate in movimento. Una volta accesso l'apparecchio, il cestello inizia a girare su se stesso, provvedendo così ad eliminare la buccia. In totale l'operazione dura all'incirca 10 minuti.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Economia Domestica

Come conservare le patate tagliate

Le patate sono un vero jolly della cucina, possono essere fritte, arrostite, bollite, fatte al forno, in padella, al cartoccio e al microonde. Sono la base di purè, crocchette, gnocchi, gateau. A volte però, non abbiamo molto tempo per realizzare le...
Economia Domestica

Come conservare la buccia di limone

I limoni sono agrumi che si prestano a svariati tipi di utilizzazioni. Il loro succo rappresenta un utile ingrediente, molto apprezzato in cucina. Forse non tutti sanno, tuttavia, che anche la buccia di questo frutto presenta delle caratteristiche nutritive...
Pulizia della Casa

Come eliminare le macchie su tappeti e rivestimenti

Molto spesso capita che alcune superfici presenti in casa possano sporcarsi e per fare pulizia bisogna faticare un po'. Le macchie che si vengono a creare si dovrebbero pulire velocemente e in maniera tempestiva, cercando di non bagnare troppo la superficie....
Economia Domestica

Come usare i coltelli da cucina

In ogni cucina che si rispetti non può mancare un ceppo o un set di coltelli. Di varie forme e dimensioni e con manici in legno, in acciaio o in plastica, eccoli pronti all'uso. Ogni tipologia di coltelli serve per un determinato scopo. Ci sono quelli...
Arredamento

Come scegliere i coltelli da cucina

Il coltello è forse l'utensile più importante in cucina ed è fondamentale che sia sempre ben affilato, in quanto un coltello affilato necessiterà di una pressione minore per tagliare e sarà quindi più difficile che la lama, deviando verso una direzione...
Economia Domestica

Come conservare le nocciole nel miele

Hai fatto una scorta incredibile di nocciole e ora non sai come conservare quelle che ti avanzano. Ma il mondo della cucina è vasto e ricco di segreti per ogni evenienza. Se non vuoi perdere le tue nocciole o lasciarle nel cesto in vimini sino a quando...
Economia Domestica

5 usi alternativi della patata

La patata è un tubero particolarmente apprezzato in cucina. Ricca di vitamine, amido e potassio, si presta alla preparazione delle ricette più disparate. Lessa, arrosto o fritta, risulta molto gradita ad adulti e piccini. Ma lo sapete che la patata...
Pulizia della Casa

Come fare l'amido in casa

L’ amido è uno zucchero polisaccaride che generalmente costituisce alimenti di base come pane, riso, patate e pasta. Essendo un composto polisaccaride la sua struttura è caratterizzata da numerose unità di glucosio legate tra loro da legami molecolari...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.