Come pavimentare con mattoni autobloccanti

Tramite: O2O 02/09/2016
Difficoltà: media
16

Introduzione

I mattoni autobloccanti rappresentano la soluzione ideale per chi desidera aggiungere una pavimentazione esterna senza dover eseguire dei massicci lavori per l'installazione. Questi mattoni, infatti, poiché vanno incastrati l'uno nell'altro, non necessitano di essere incollati fra loro come avviene per i normali mattoni, bensì si posano direttamente sulla sabbia. Sono disponibili in varie forme da accostare, per comporre disegni con fantasia e creatività e sono un tipo di pavimentazione robusto e duraturo, nonché molto facile da posare. In questo modo, in poco sarà possibile conferire a cortili, atri e giardini un aspetto originale e caratteristico. Vediamo allora come pavimentare con mattoni autobloccanti.

26

Occorrente

  • Mattoni autobloccanti
  • Calcestruzzo (se necessario)
  • Sabbia
  • Staggia e livella
  • Mazzuolo
  • Scopa
36

Come prima cosa, sarà necessario preparare un sottofondo in ghiaia. Si tratta di un'operazione basilare in tutte le opere di posa: è estremamente semplice poiché sarà sufficiente soltanto un po' di pazienza e precisione. Dopo aver preparato un sottofondo in ghiaia, come per la comune posa di elementi non murati, spianate accuratamente l'ultimo livello di sabbia. A questo punto, dovete realizzare il cordolo di contenimento (volendo, lo potete fare con mattoni prefabbricati di forma speciale oppure con il calcestruzzo).

46

Accertatevi che questo corra bene tutto intorno all'area da pavimentare e che sia alto quantomeno una decina di centimetri rispetto al suolo stesso (se così non fosse, si potrebbe compromettere la qualità del vostro lavoro di posa, per cui vi invito ad essere particolarmente attenti anche nella realizzazione di questi semplici passaggi).
Partendo dal cordolo, posate gli elementi prestando particolare attenzione che combacino perfettamente fra loro. Per rendere più facile la collocazione, picchiettate delicatamente i mattoni con il manico del mazzuolo. Seguite il procedimento finché non avrete posato tutti i mattoni come meglio desiderate.

Continua la lettura
56

Una volta conclusa la posa, dovrete ricoprire l'intera area di sabbia fine per poi spazzarla lentamente via. In questo modo, la sabbia penetrerà nelle fessure e contribuirà a migliorare ulteriormente il bloccaggio dei mattoni. Infine, posate delle assi sul piano pavimentato e battete con un mazzuolo per migliorare il livellamento del terreno. Se un mattone "zoppica", toglietelo e ricollocatelo con precisione nell'incastro. Riassicuriamoci infine che tutti i mattoni siano perfettamente saldi e ben bloccati fra loro.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Ristrutturazione

Come pavimentare la casa

Se dovete pavimentare la casa per la prima volta oppure intendete rimuovere la struttura preesistente per rimodernarla ed adeguarla al nuovo design impostato, potete farlo da soli senza necessariamente chiamare un tecnico specializzato. L'importante è...
Ristrutturazione

Come Tinteggiare I Mattoni Del Camino

Tutti noi amiamo stare seduti davanti al camino in inverno, con il fuoco acceso e magari una tazza di cioccolata calda da sorseggiare mentre ci rilassiamo. Tuttavia anche questa funzionale struttura richiede una certa manutenzione in quanto la fuliggine...
Ristrutturazione

Come rivestire le pareti con mattoni flessibili

La tecnologia in evoluzione che caratterizza i tempi moderni non finisce di stupire; infatti, anche nel settore edilizio sono in continua ascesa alcuni laterizi ideali per chi desidera creare un nuovo look nella propria casa in modo semplice, con un minimo...
Ristrutturazione

Come applicare lo stucco veneziano sui mattoni

La chiave per l'uso dello stucco veneziano sta principalmente nell'applicare degli strati sottili, creando così l'impressione di profondità e lucentezza simile a quella del marmo. Questa tecnica richiede non solo una speciale applicazione dell'intonaco,...
Ristrutturazione

Come pavimentare il vialetto con i ciotoli

Un vialetto elegante come strada di accesso per la propria casa è il sogno di molte persone: può sembrare un dettaglio del tutto secondario, ma ricordate che sarà sempre percorso dai vostri ospiti, quindi è importante che sia ben curato, in modo che...
Ristrutturazione

Come Praticare un'apertura in un muro di mattoni

Una casa a volte può comportare due tipi di interventi: una manutenzione ordinaria ed una straordinaria. A quest'ultima categoria appartengono i lavori che comportano la demolizione di opere murarie oppure la loro costruzione. Spesso per migliorare la...
Ristrutturazione

Come ricostruire le fughe tra pietre e mattoni

Alle volte si ha la necessita' di effettuare qualche piccolo lavoro di manutenzione che comporta la demolizione e la successiva ricostruzione di qualche elemento presente nelle nostre abitazioni. Come potrebbe essere un muro fatto si pietre e mattoni....
Ristrutturazione

Come ricostruire i mattoni faccia a vista

Il mattone, quello comunemente usato in edilizia sia per realizzare muri che per diversi tipi di decorazioni, richiede una particolare abilità nella posa. Tuttavia anche se si tratta di restaurarli, specie se appaiono vistosamente danneggiati come ad...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.