Come ottenere un giardino shabby style

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Lo Style Shabby (che significa 'stile trasandato') diventa ampiamente popolare durante gli anni '90, periodo in cui Rachel Ashwell, una nota designer americana, decide di dare vita ad un'azienda chiamata 'Shabby Chic'. Si tratta di una tendenza che ama arredare gli interni e gli esterni delle abitazioni riutilizzando mobili e oggetti vecchi e consumati: essi vengono riadattati con gusto ed eleganza e trasformati in meravigliosi complementi d'arredo. Se volete prendere esempio da questo genere di moda per cambiare aspetto ad un giardino un poco spoglio o magari piuttosto anonimo, continuate la lettura: vi spiegheremo come ottenere stupendi risultati senza alcuna difficoltà.

27

Occorrente

  • mobili e oggetti vecchi, pennelli, pittura e ...fantasia!
37

Con creatività e buon gusto è infatti possibile trasformare elementi sciupati e ormai vecchi in qualcosa di 'nuovo' e originale, da sfruttare con buon gusto e fantasia. Tutto (o quasi!) può essere riciclato: cassetti e cassapanche in legno da ridipingere e trasformare in fioriere, barattoli di vetro privi di coperchio da usare come lanterne, cestoni di vimini e cestini di bicicletta da pitturare ottenendo dei decorativi porta-vasi, caffettiere della nonna da smaltare e da appoggiare ai davanzali per piantarvi gerani, petunie o altri coloratissimi fiori... Ma la lista di cose da riutilizzare potrebbe proseguire all'infinito.

47

Inoltre, non si tratta soltanto di riadattare cesti, contenitori, soprammobili o altri piccoli attrezzi, ma anche mobili ormai invecchiati e molto usurati, come seggiole, sgabelli, dondoli, comodini, panche, tavoli, ma anche sedie, panchine e tavolini in ferro: con una veloce carteggiata ed una mano di vernice atossica in tinta chiara e satinata, tali elementi possono essere adoperati per abbellire magnificamente qualsiasi spazio verde arricchendoli eventualmente con centrini e cuscini in resistente tela, abbinando adeguatamente le varie tinte.

Continua la lettura
57

Naturalmente per un giardino in stile shabby style non potranno certo mancare le piante che, è preferibile sceglier delle piante con fiori che si avvicinano come colore alle tinte pastello o completamente bianchi. Ancora meglio sarebbe piantare delle rose rampicanti, glicine, gelsomino, in modo da tappezzare in modo originale un'intera parete di facciata esterna. Tuttavia, questo stile è molto ricercato in quanto ci permette di abbinare delle sedie a tavoli di diverso stile e, creare degli angoli romantici con vecchi oggetti di famiglia e, pezzi di arredamento troppo rovinati per poter essere recuperati.

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • E' uno stile che punta sulla semplicità e per riadattare le cose vecchie da mettere in giardino non occorre essere perfezionisti!:
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Esterni

Come arredare il balcone in stile shabby chic

Se abbiamo il nostro balcone che si presenta piuttosto spoglio ma non sappiamo come arredarlo, a parte la posa di vasi con fiori e relative fioriere, possiamo renderlo raffinato adottando uno degli stili d'arredo più amati. Nello specifico si tratta...
Esterni

Come arredare un giardino piccolo

Vorreste un parco tutt'intorno alla villa ma disponete soltanto di un modesto giardino, magari sul retro di casa? Potreste renderlo tanto accogliente da eleggerlo a rifugio della bella stagione e, perché no, organizzarci una cenetta intima. Oppure semplicemente...
Esterni

Come progettare un giardino di design

Progettare il proprio giardino di design richiede una certa organizzazione. Innanzitutto è necessario avere un budget prestabilito, in questo modo potremmo orientarci in maniera più chiara su come intervenire. Quindi bisogna avere delle idee chiare...
Esterni

Come arredare il giardino con i pallet

Da parecchi anni, molti amano utilizzare gli oggetti industriali come oggetti di design. Tra i vari oggetti da riciclare negli ultimi anni, è andato sicuramente di gran moda il pallet. Si tratta di una pedana di legno, utilizzata all'interno delle industrie...
Esterni

10 consigli per creare un giardino incantevole

Avere un giardino è un sogno che non tutti possono realizzare. Coloro che hanno la fortuna di possederlo, devono munirsi di tanta passione e pazienza. Questa piccola o grande area verde infatti richiede molta cura. Il rischio sarebbe quello di avere...
Esterni

Come arredare il giardino in stile greco

Se state cercando qualche consiglio di interior design per arredare il vostro giardino, state leggendo l'articolo giusto. Per dare alla vostra casa un tocco di stile mediterraneo, in linea col design ellenico e per fare in modo che il vostro giardino...
Esterni

Come arredare il giardino con materiali ecofriendly

Non c'è nulla di così intelligente che arredare il giardino con materiali ecofriendly utilizzando cioè mobili e complementi che sono stati realizzati nel rispetto dell'ambiente e che sono in grado al tempo stesso di rendere gli spazi all'aperto molto...
Esterni

Progettare un giardino: 5 errori da evitare

Avere la possibilità di riempire uno spazio esterno con un giardino, ricco di fiori, piante, alberi, cespugli, gazebi, ecc., è senza dubbio una fortuna. Se avete una villa o una casa e avete intenzione di creare un bel giardino attorno alla casa, è...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.