Come ottenere dell'amido dalle foglie

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

In tutte le foglie delle piante esposte per la maggior parte della giornata al sole, è contenuta una preziosa sostanza, una sorta di riserva energetica utilissima per la salute della pianta stessa. Questa sostanza prende il nome di amido. Mettendo in pratica un piccolo e semplice esperimento, è possibile estrarre l'amido dalle foglie, quindi se siamo interessati o semplicemente curiosi di conoscere questo procedimento, vediamo di seguito alcuni consigli su come ottenere dell'amido dalle foglie.

25

Prima però di addentrarci nel vivo della guida, andiamo a vedere un pochino più da vicino cos'è l'amido e quale sia la funzione che svolge. L'amido di cui stiamo parlando, è formato da tanti piccoli granuli i quali, a loro volta, vengo prodotti attraverso il processo della fotosintesi clorofilliana. Una volta prodotti questi granuli di amido, si vanno a depositare sui rami e più precisamente in prossimità delle gemme. Non appena il ciclo vitale della pianta termina con la formazione dei vari frutti, i granuli di amido si vanno a loro volta a concentrare all'interno di essi. Un pratico esempio può essere quello del riso e delle patate.

35

Vediamo invece ora come estrarre l'amido dalle foglie. Scegliamo una pianta presente nel nostro giardino che sia esposta al sole per la maggior parte della giornata. Una volta individuata, scegliamo una foglia che sia in buone condizioni di conservazione e che sia posizionata nella parte alta della pianta, ma comunque che possa essere raggiunta in modo agevole. Avvolgiamo ora metà della foglia con un pezzetto di alluminio per alimenti, fermiamo il foglio con una graffetta in metallo facendo attenzione a non rovinare la struttura della foglia. Lasciamo in posizione per qualche giorno senza mai andarlo a rimuovere. Trascorso il tempo necessario togliamo l'involucro e controlliamo lo stato della foglia. Con un taglierino affilato stacchiamo la foglia dal ramo e andiamola a posizionare all'interno di un contenitore abbastanza capiente da contenerla senza doverla ripiegare.

Continua la lettura
45

Ricopriamo la foglia con alcool denaturato, sigilliamo il contenitore con un altro foglio di alluminio, posizioniamo il contenitore in un luogo arieggiato lontano dai raggi del sole. Giorno per giorno controlliamo il colore dell'alcool. Nel caso in cui dovesse diventare troppo verde, può essere il caso di sostituirlo con del liquido nuovo. Non appena la foglia perde completamente la sua normale colorazione, andiamola a sistemare all'interno di un altro contenitore, dove però questa volta abbiamo aggiunto acqua e qualche goccia di tintura di iodio. Lasciamo la foglia così immersa per circa 15 minuti. Trascorso il tempo prendiamo la foglia e facciamola asciugare all'aria.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Pulizia della Casa

Come pulire le foglie delle piante

Gli amanti delle piante e tutti coloro che, per natura, vantano un pollice verde particolarmente spiccato, sanno bene quanto è bello avere delle piante in ottima salute, che sembrino sempre rigogliose e abbiano foglie lucide come nel momento in cui sono...
Pulizia della Casa

Core rendere lucide le foglie della pianta

Come vedremo nel corso di questa guida dedicata al verde, nonostante possa sembrare un argomento banale, mantenere lucide e pulite le piante di casa nel corso del tempo è importante, non soltanto per un fattore estetico ma soprattutto per salvaguardare...
Pulizia della Casa

Come lavare ed inamidare centrini e pizzi in cotone

Per tutti coloro che fossero interessati ad un irrigidimento dei propri capi ricamati con la tecnica dell'uncinetto, esistono numerosi metodi che si possono adoperare. Ovviamente esistono tantissimi prodotti in commercio in grado di soddisfare questa...
Pulizia della Casa

Come lavare i tappeti a secco

State notando che il tappeto del salotto non possiede tonalità accese e brillanti, ma abbastanza scialbe e spente, e sprigiona un odore non piacevole? E oltre a questo non c'è il tempo o la pazienza per portarlo in lavanderia. Se si presenta questa...
Pulizia della Casa

Come eliminare i pesciolini d'argento in casa

I pesciolini d'argento (lepisma saccarina) sono degli insetti privi di ali dall'aspetto caratteristico allungato, simile appunto alla forma di un pesce. Questi parassiti si trovano spesso nelle abitazioni, sono infestanti e possono danneggiare i nostri...
Pulizia della Casa

Come pulire i vetri esterni dopo la pioggia

Pulire i vetri esterni dopo la pioggia richiede particolari accorgimenti, indispensabili per ottenere un risultato splendente. La pioggia, infatti, porta con sé microparticelle di sabbia. Queste contribuiscono a creare sgradevoli aloni e macchie persistenti....
Pulizia della Casa

Come allontanare dalla vostra casa scarafaggi, formiche e zanzare

La presenza di scarafaggi, formiche e zanzare è un problema abbastanza comune in quasi tutte le case. Sono degli insetti che una volta entrati nelle abitazioni difficilmente si allontano da soli. Per poter disinfestare la casa da questi fastidiosi insetti...
Pulizia della Casa

Come rimuovere le macchie di the e di caffè dalle tazze di porcellana

Gli amanti del the o i consumatori abituali di caffè sanno bene che, prima o poi, il nostro abituale servizio di porcellana o la nostra tazza preferita, finirà per mostrare delle macchie scure, in genere anelli marroncini deposti sul fondo. Se si prova...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.