Come montare un lavello a scomparsa

Tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

La recente evoluzione nel mondo della progettazione dell’arredamento ha coinvolto anche il settore della cucina che, di conseguenza, si è rivoluzionato, ha sviluppato dei must propri e oggi vanta straordinari elettrodomestici futuristici ed eleganti finiture moderne, dai banconi cocktail lounge bar ai pannelli paraschizzi in vetro. In linea con le nuove tendenze minimaliste per mobili e complementi, il design della cucina è diventato sempre più pulito e lineare, per cui sono stati introdotti alcuni elementi nuovi e sono stati modificati quelli tradizionali. Seguendo questa scia avveniristica è nato il lavello a scomparsa, che ha un aspetto essenziale pregevole e apporta due vantaggi effettivi notevoli: una volta installato è praticamente invisibile e fornisce degli ulteriori piani di appoggio a chi armeggia in cucina. Infatti il lavello a scomparsa è incassato sotto il piano di lavoro, così da creare una superficie liscia che conferisce al banco di lavoro un profilo à la page e senza soluzione di continuità, in modo da regalare un risultato unico. Seguendo la nostra guida su come montare un lavello a scomparsa potrete ammodernare anche voi la vostra cucina démodé.

25

Create la sede in cui inserire il lavello a scomparsa

Posizionate il lavello a scomparsa a faccia in giù sul piano di lavoro, di modo che questo si trovi con la faccia superiore rivolta verso il basso. Assicuratevi che lo spazio tra il lavello a scomparsa e la parte anteriore del banco di lavoro e tra il lavello a scomparsa e il muro sia uguale, così da realizzare un’apertura centrata che faccia da sede in cui inserire il lavello a scomparsa. Ripassate a matita il perimetro del piano di lavoro: questa traccia sarà una delle vostre linee guida quando andrete a tagliare il banco di lavoro. Ora misurate la profondità del bordo del lavello a scomparsa, quindi disegnate una seconda linea a matita per individuare il profilo interno del lavello a scomparsa.

35

Tagliate la sede in cui inserire il lavello a scomparsa

Utilizzate un trapano con una punta a testa piatta o acuminata (a seconda del materiale su cui state operando) per fare un foro sul piano di lavoro in ogni angolo della sagoma del lavello a scomparsa che avete precedentemente disegnato, stando attenti a restare sempre all’interno delle vostre linee guida. Accertatevi di mantenere costantemente il trapano in posizione, cioè perfettamente ad angolo retto rispetto al banco di lavoro, in modo da eseguire dei fori precisi. Quindi servitevi di un seghetto per tagliare il piano di lavoro, usando i fori come punti di partenza e seguendo le vostre linee guida.

Continua la lettura
45

Fissate il lavello a scomparsa nella sua sede

Inserite il rubinetto nell’apposito foro nel lavello a scomparsa e bloccatelo sul lato inferiore del lavello a scomparsa utilizzando delle rondelle e dei dadi. Installate la piletta dello scarico, il sifone e i tubi. Ora posizionate il lavello a scomparsa nella sede che gli è destinata e fissatelo con le guarnizioni adesive o con il silicone. Infine installate le staffe di bloccaggio attorno al bordo inferiore del lavello a scomparsa per unirlo definitivamente al piano di lavoro.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Ristrutturazione

Come Montare Una Cucina

Comprando una nuova casa, a volte si risparmia nella ristrutturazione e nei mobili. Giunge però, ad un certo punto, il momento di sostituire la cucina. Dopo tanti anni di uso giornaliero, infatti, non è più adeguatamente funzionale ed è necessario...
Ristrutturazione

Come montare una porta in legno su controtelaio unico

Se nella nostra casa preferiamo sfruttare al meglio gli spazi disponibili, conviene optare per il montaggio di porte in legno su un controtelaio unico. Questa tipologia di assemblaggio viene comunemente identificata con la denominazione di porta a scrigno,...
Ristrutturazione

Come Montare Le Basi Di Una Cucina

Un corretto montaggio della cucina ne determina la buona riuscita nel tempo. Le basi ed i pensili vanno legati in sicurezza ed in modo opportuno, in maniera tale da garantire solidità e durevolezza ai mobili. Oltre a ciò, le basi vanno montate allo...
Ristrutturazione

Come montare una zanzariera con telaio in alluminio

Come vedremo insieme nel corso di questo interessante tutorial, con l'avvicinarsi dell'estate può essere utile scoprire alcuni trucchi per montare adeguatamente una zanzariera, soprattutto per ridurre il fastidioso problema delle zanzare e in genere...
Ristrutturazione

Come montare il cartongesso sul soffitto

Se avete deciso di rinnovare una stanza della vostra casa, magari per darle un tocco di stile, una delle idee è certamente quella di montare il cartongesso sul soffitto. Al contrario di quello che si possa pensare, questa procedura non è affatto complicata....
Ristrutturazione

Come montare una vasca da bagno da incasso

Montare una vasca da bagno è un'operazione che richiede una particolare attenzione, se si decide di compierla fai da te. È bene pertanto sapere come eseguire tale lavoro in modo accurato e sicuro. Nella seguente guida, passo dopo passo, illustreremo...
Ristrutturazione

Come montare un lavandino da appoggio

Ultimamente va molto di modo un nuovo tipo di lavandino, molto particolare, il lavandino d'appoggio. Si tratta di un lavandino di dimensioni più piccole che non è alto fino in vita e appoggiato a terra, ma una sorta di elegante bacinella, sempre in...
Ristrutturazione

Come montare una scala interna

Se il nostro obiettivo è quello di montare una scala all'interno della nostra abitazione, per permetterci l'ingresso alla soffitta o ad un soppalco, è possibile fare tutto ciò senza alcuno intervento da parte di un tecnico professionista, permettendoci...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.