Come montare un impianto fotovoltaico

Tramite: O2O
Difficoltà: facile
18

Introduzione

Il sole costituisce un'immensa fonte di energia e ciò è dimostrato dalle numerose installazioni di impianti fotovoltaici: essi, come sappiamo, servono a consumare meno energia elettrica per risparmiare ed aiutare il nostro pianeta a diventare più pulito ed efficiente. Ma come è possibile organizzare l'impianto sul tetto della nostra casa o nel giardino? Nei passi che seguono cercheremo di indicare come montare un impianto fotovoltaico in pochi semplici gesti non troppo complicati per ciascuno di noi.

28

Occorrente

  • pannelli fotovoltaici
  • cavetti elettrici
  • inverter
  • batterie
  • regolatore di tensione
  • kit per il montaggio
  • interruttore magnetotermico
38

In generale per realizzare un semplice tipo di pannello fotovoltaico, senza servirsi di un progettista che valuti la fattibilità e l'installazione del'impianto oppure di tecnici specializzati nel settore delle risorse rinnovabili, nel rispetto delle regole di sicurezza e ambiente, è possibile acquistare un kit fai-da-te, provvisto di dimensioni e potenza prestabiliti, presso i rivenditori autorizzati.

48

Il primo step per creare un impianto fotovoltaico è la preparazione di una base su cui poggiare i pannelli che riceveranno i raggi del sole, trasformandoli in energia per la nostra casa. Una struttura in alluminio montata sulla parte di superficie più soleggiata sarà sufficientemente solida per ospitarli. Per fissare i pannelli potremo usare il kit fornito in dotazione dalle aziende venditrici, che provvederemo a collegare alla presa elettrica tramite 2 cavetti da 6 mm ciascuno; dopo aver collegato i cavetti in parallelo, basterà unire l'ultima cassetta con cavetti da 16 mm all'impianto elettrico.

Continua la lettura
58

Successivamente occorrerà mettere a punto l'inverter, che è in grado di convertire la corrente continua in entrata in corrente alternata in uscita con il regolatore di tensione e le batterie.
Due interruttori megnetotermici da 35 ampere serviranno a regolare, uno i pannelli e l'altro la parte che va dall'interruttore alle batterie. I cavi di collegamento tra i pannelli e l'ingresso del regolatore verranno fissati con un interruttore, da manovrare secondo la necessità.

68

Anche i cavi che vanno dal regolatore alle batterie dovranno essere uniti da un dispositivo di accensione applicando i cavi sui morsetti e collegando le batterie, successivamente, queste all'inverter a sua volta congiunto all'impianto elettrico. Sarà possibile regolare la potenza secondo la quantità di kilowatt necessari a far funzionare gli elettrodomestici e l'illuminazione della casa, aumentando il numero dei pannelli e le batterie, in base alla potenza di inverter e regolatore.

78

Guarda il video

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Ristrutturazione

Impianto idraulico: come mantenerlo in buone condizioni

Come vedremo nel corso di questo tutorial, per mantenere in perfetta efficienza l'impianto idraulico della casa è sufficiente eseguire una serie di controlli periodici durante l'anno, per prevenire il formarsi di batteri e mantenere puliti tutti i punti...
Ristrutturazione

Come ristrutturare l'impianto di riscaldamento

Capita di avere la necessità di ristrutturare il proprio impianto di riscaldamento e sostituirlo con un altro più efficiente, avanzato e adatto alle esigenze di tutto il giorno. Scegliere il sistema di riscaldamento appropriato non è sempre facile...
Ristrutturazione

Come ristrutturare l'impianto elettrico di casa

Se ci capita di comprare una vecchia casa che bisogna rimodernare e ristrutturare completamente, nella maggior parte dei casi l'impianto elettrico sarà interamente da sostituire; questo non solo per una questione di sicurezza, ma anche per mettersi in...
Ristrutturazione

Consigli sulla scelta di un impianto idraulico

All'interno di questa guida, andremo a occuparci di impianti idraulici. Nello specifico, come avrete già potuto capire grazie alla lettura del titolo che accompagna la guida, ora andremo a offrirvi una serie di Consigli sulla scelta di un impianto idraulico....
Ristrutturazione

Come Realizzare Le Tracce Sotto il pavimento per l'impianto elettrico

Attraverso i passaggi successivi di questa guida ci occuperemo di insegnarvi a realizzare le tracce che occorrono per costruire un impianto termico ed elettrico e posizionale sotto il pavimento. Per eseguire questo lavoro non occorrono particolari doti...
Ristrutturazione

Come scegliere l'impianto di condizionamento

Per evitare l'eccessivo caldo estivo è opportuno munirsi di un buon impianto di condizionamento. La scelta non è poi così semplice; infatti, le varianti sono moltissime e dipendono dalle proprie esigenze. Le varie tipologie di apparecchi ideati per...
Ristrutturazione

Come progettare un impianto di videosorveglianza

In questo articolo vogliamo dare una mano concreta, a tutti i nostri lettori, che sono appassionati del fai da te, a capire come e cosa poter fare per progettare un semplice impianto di videosorveglianza, magari nel proprio appartamento, per scongiurare...
Ristrutturazione

Come montare un lavandino da appoggio

Ultimamente va molto di modo un nuovo tipo di lavandino, molto particolare, il lavandino d'appoggio. Si tratta di un lavandino di dimensioni più piccole che non è alto fino in vita e appoggiato a terra, ma una sorta di elegante bacinella, sempre in...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.