Come montare la cappa

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

La cappa, in cucina, è essenziale in quanto aspira il fumo grazie ad una ventola e al filtro. Di solito, possiamo trovarle in vendita con il fornello, altre volte si devono acquistare a parte. Perciò, occorre sapere come installarla. Naturalmente, la vostra cappa deve essere larga quanto il vostro piano cottura. Tra i fornelli e la cappa, devono restare almeno 60 cm circa, se sono di più è meglio. Vediamo in questa guida come montare la cappa.

26

Occorrente

  • Trapano
  • Viti
  • Cappa
36

Innanzitutto, dovete preparare l'installazione: staccate l'elettricità dal pannello principale. Poi, fate il segno sul muro per individuare la posizione dello sfiato. Molte volte la sagoma è compresa con la cappa. A questo punto siete pronti per utilizzare il trapano. Se può esservi utile, fate dei buchi anche per i cavi elettrici. Può succedere di incontrare eventuali "peripezie" come trovare delle tubature durante l'apertura per il tubo dello scarico. Allora, se così dovesse succedere, fate un altro foro sulla parete però rettangolare e largo. Dopo, fate deviare i tubi in modo da lasciare il buco libero. Fatto ciò, dovrete inserire nella parte superiore ed inferiore del muro tre ganci per il sostegno che serviranno per la copertura del buco. Dopo averlo coperto e aver aspettato che si asciughi, seguendo la forma della tua sagoma, togliete il materiale dal buco.

46

Adesso possiamo montare la nostra cappa. Segnate i buchi sul muro per le viti e per il cavo. Solitamente, le cappe sono comprese della sagoma ma, se non dovessi averla, fatti aiutare da qualcuno a reggerla per segnare i punti con una matita sul muro. Dopo di ché, potete continuare col fissaggio delle viti di supporto però, se state montando la cappa sul muro, assicuratevi che le viti entrino profondamente nella parete. Se, per esempio, montate la cappa su una parete con le mattonelle, utilizzate anche martello e chiodi, per evitare che il trapano rovini troppo le vostre mattonelle.

Continua la lettura
56

Ora controllate attentamente se lo sfiato corrisponde al tubo di ventilazione, in particolare guardate l'allineamento prima di fissare le viti. Poi connettete i cavi: la ventola e la lampada hanno due cavi, bianco e nero, tirateli dall'interno e connetteteli. Infine, fissate quello verde, il cavo di terra, alla vite dentro la cappa. Dunque mettete i filtri e le guarnizioni della cappa, chiudete con la copertura e stringete bene le viti. Potete riattaccare la corrente elettrica e controllare se luce e ventola funzionano. P. S se avete una cappa a ventilazione, dovete guardare se vi è abbastanza flusso d'aria nella conduttura d'areazione.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Prima di cominciare a lavorare, STACCATE la corrente elettrica!

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Economia Domestica

Come eliminare l'odore di pesce in casa

Il pesce è uno degli alimenti più nutrienti per il nostro corpo. Esso, infatti, fornisce sostanze preziose quali proteine, omega tre e sali minerali. Questi elementi nutritivi possono variare in base al tipo di pesce che mangiamo. Però, talvolta, si...
Economia Domestica

Guida ai tipi di cottura in pentola a pressione

La cucina è una stanza fondamentale per poter preparare da mangiare. In cucina troviamo i mobili, il frigorifero, la lavastoviglie, la cappa. Ma anche il forno, essenziale per preparare il pollo con le patate, e naturalmente troviamo il lavello. All'interno...
Economia Domestica

10 step utili per organizzare una cucina

La cucina costituisce uno di quegli ambienti domestici in cui spesso non solo si cucina, ma si lavora al PC, si fanno i compiti, si stira etc. Per questo motivo, la cucina andrà resa funzionale in ogni suo dettaglio, anche se il suo ruolo principale...
Economia Domestica

10 regole per il perfetto funzionamento del caminetto

Uno dei pezzi di arredamento più ricercati per il salone della propria casa è sicuramente il caminetto. Soprattutto nelle fredde serate invernali, l'idea di un camino risulta affascinante oltre che romantica. Tuttavia, per quanto possa conferire un'atmosfera...
Economia Domestica

10 suggerimenti per la sicurezza della casa

Quando si abita in un appartamento o in una villetta, c'è sempre il rischio di avere la paura di trovare dei ladri in casa e di essere derubati. Per non avere alcun timore e per mantenere sempre una casa sicura, di seguito cercheremo di elencarvi 10...
Economia Domestica

Come cucinare su una griglia a infrarossi

La cottura ad infrarossi è diventata una delle caratteristiche più popolari delle cucine moderne. Cucinare ad infrarossi, inoltre, è divertente, ma ci vuole un po' di sperimentazione prima di cimentarsi. Siccome alcune zone di cottura possono variare...
Economia Domestica

Come usare una bistecchiera

La bistecchiera è un ottimo surrogato del barbecue, per gustare carne e verdura grigliate senza la necessità di trovarsi in una zona all'aperto. La cottura alla griglia è sana, leggera e adatta a chi è a dieta ma non vuole rinunciare al gusto. È...
Economia Domestica

Come deumidificare la casa

In una casa, l'umidità può rappresentare un serio problema: essa, infatti, può causare muffa, cattivi odori e molti problemi di salute; per questo motivo, è necessario agire in via preventiva per non correre questi rischi. Molte persone preferiscono...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.