Come modificare un armadio per renderlo più capiente

tramite: O2O
Difficoltà: difficile
15

Introduzione

Se il vostro armadio è stracolmo e non sapete come sistemare gli abiti, e soprattutto intendete tenerli ordinati e separando quelli da donna e da uomo, potete modificare la struttura per renderlo più capiente. Il lavoro non è difficile e nemmeno troppo complicato; infatti, si tratta soltanto di aggiungere dei pezzi di legno in modo da ottimizzare il risultato. A tale proposito nei passi successivi di questa guida troverete alcuni consigli utili su come modificare un armadio per renderlo più capiente.

25

Occorrente

  • Legno multistrato da 18 mm
  • legno multistrato da 16 mm
  • Aste di legno da 25 mm
  • Listelli di 2 x 4 cm
  • Livella
  • Tasselli ad espansione
35

L'armadio della camera da letto può diventare molto più capiente appendendo gli abiti ad aste montate a due altezze diverse. Per quanto riguarda l'utilizzo da parte di uomini e bambini non è necessario lasciare eccessivo spazio tra le due aste, per le donne invece è necessario lasciare spazio per i vestiti utilizzando un'asta alta circa 180 centimetri. Altri piccoli accorgimenti sono tuttavia ideali per rendere più capiente l'armadio, per cui che nei passi successivi ci apprestiamo a descriverli.

45

La riorganizzazione degli armadi si inizia con la rimozione di aste, appendiabiti e ripiani esistenti. Per i capi piegati e per gli accessori si realizzano, con multistrato da 18 mm, contenitori fondi e stretti in modo da non occupare troppo volume nello spazio, da completare con ripiani e cassetti e da fissare poi alla parete con delle squadrette metalliche. Per appendere gli abiti usate delle aste di legno di 25 mm di diametro da montare su alcune piccole mensole metalliche fissate a tavole spesse di circa 1.5 cm e larghe 8 cm. Queste ultime devono essere fissate a metà distanza dalla parete di fondo. Quando sulle tavole si appoggia il ripiano, le mensole devono poi essere collocate vicino al bordo inferiore delle tavole stesse, lasciando così lo spazio sufficiente per mettere e togliere le grucce. Per i ripiani usate invece del legno multistrato da circa 18 mm e montateli tutti, tranne quelli sistemati sopra le aste appendiabiti, e poi rifinite i bordi del multistrato con delle cornici dello spessore.

Continua la lettura
55

Una volta terminata la costruzione delle suddette mensole e dei vari ripiani, non bisogna far altro che collocare i vestiti in maniera che occupino il meno spazio possibile. Per fare un esempio invece di piegare i jeans è meglio appenderli su una gruccia e la stessa cosa conviene fare con delle camice di tipo casual. Grazie a questa opportunità, avrete anche la possibilità di dividere gli abiti estivi da quelli invernali, il che significa scegliere facilmente gli indumenti da indossare, specie quando al mattino avete molta fretta.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Arredamento

Come scegliere una cabina-armadio

Un'attrezzata cabima-armadio è la soluzione ideale per riporre ordinatamente abiti, scarpe, borse, cravatte e perfino gioielli. Molto capiente, è un po’ il sogno di tutte le donne, sempre bisognose di nuovi spazi per i numerosi accessori. A differenza...
Arredamento

Come arredare uno studio per renderlo più funzionale

Oggi, avere uno studio, non è più una prerogativa di pochi professionisti che, spesso, si portano il lavoro a casa. È diventato un ambiente indispensabile un po' per tutti. Se hai un figlio che va a scuola può essere una stanza dove studiare e fare...
Arredamento

Come decorare un vecchio armadio con la tecnica del decapè

Il recupero di un vecchio armadio, riportandolo al colore originale del suo legno, è un lavoro realizzabile anche in casa. Con la tecnica del decapé riusciremo a rinnovare decorare un mobile a cui doneremo nuova luce. Un recupero che si può fare in...
Arredamento

Come progettare un armadio

Tanti desiderano avere in casa un ampio armadio dove tenere in modo ordinato vestiti ed accessori. Il guardaroba è sicuramente un elemento indispensabile in ogni casa e va scelto in base alle proprie esigenze e allo spazio disponibile. Se tuttavia non...
Arredamento

Guida alla scelta della cabina armadio

Nelle case molto grandi ma anche nelle case abbastanza piccole, è sempre necessario avere uno spazio in cui conservare tutti i vestiti e tutti gli accessori. Per le case molto grandi è indispensabile avere delle cabine armadio in grado di contenere...
Arredamento

Come organizzare un armadio piccolo

A volte capita di aprire il proprio armadio ed accorgersi che non c'è spazio per altri vestiti. Generalmente questo succede quando si dispone di un armadio piccolo; prima di acquistarne uno più grande si può cercare di creare al suo interno uno spazio...
Arredamento

Come illuminare la cabina armadio

Per progettare e realizzare adeguatamente una cabina armadio, è necessario considerare alcuni aspetti di fondamentale importanza. Per prima cosa, dovrete esaminare minuziosamente lo spazio a vostra disposizione e, da questo, deriverà la scelta di elementi...
Arredamento

Come scegliere l'armadio più adatto

Se state arredando la vostra nuova casa o state modificando qualcosa nella vostra attule abitazione sicuramente vi sarete imbattuti nel problema armadi: non sono mai abbastanza. Ogni armadio dovrà adattarsi alla stanza in cui viene posizionato. Dovrà...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.