Come macinare il pepe

tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

Il pepe è una delle spezie più usate al mondo grazie al suo speciale sapore. E’ ricavato da una pianta, che una volta essiccata assume delle colorazioni diverse in base agli acini contenute nella pianta come il nero e il verde. Capita a molte persone quando si trovano in vacanza di acquistare del pepe locale per portarlo come souvenir, ma nella maggior parte dei casi sorgono sempre dei problemi quando bisognare macinarlo. Con questa guida vedremo attraverso dei semplici passaggi come macinare il pepe.

24

Macinare il pepe

Sono molti i metodi usati per macinare il pepe, la maggior parte di essi sono metodi molto antichi usati quando l’energia elettrica non era ancora disponibile. Lo strumento che veniva maggiormente usato era il classico macinino a manovella, che permetteva di macinare il pepe in maniera veloce e senza spreco di energia. Un altro metodo è quello di racchiudere gli acini di pepe all’interno di una tovaglia di stoffa, per poi schiacciarla con pietre o martelli di legno.

34

Gli strumenti utilizzati

Analizziamo a fondo i tre strumenti che vengono maggiormente usati per macinare il pepe. Il macinino è lo strumento più diffuso e preferito rispetto ai moderni frullatori, grazie alla sua capacità di sminuzzare il pepe senza polverizzarlo. Infatti le pietanze come il classico filetto al pepe verde richiede che gli acini rimangono quasi per interno. Il vantaggio quindi del macinino a manovella, è che consente di racchiudere l’aroma, senza disperderlo nell’ambiente e di poggiarlo sul tavolo per macinare e arricchire all’occorrenza i piatti serviti con pepe fresco. Il mortaio, può altresì essere una buona soluzione, in quanto se ne possono macinare grandi quantità, controllarne gradualmente la macina e non se ne disperde il quantitativo. La macina del pepe in tovaglie di stoffa va invece effettuata nel seguente modo: si prendono gli acini di pepe, si bagnano leggermente, dopodiché si avvolgono a palla nella tovaglia e si schiacciano con un martello pesante. Man mano che si ottiene la macina, gli acini vanno versati e passati al setaccio dopodiché messi ad asciugare al sole per disidratarli nuovamente e per poi racchiuderli in barattoli e conservarli.

Continua la lettura
44

Utilizzare i macinini elettronici

Se non avete la passione di macinare il pepe usando i metodi di una volta, potete utilizzare i macinini elettronici. In questo caso è consigliabile acquistare quelli con le lega intercambiabili, che sono in grado di dosare il taglio per evitare di ottenere polvere di pepe. Questo ci permetterà di mantenere intatte le caratteristiche aromatiche del pepe.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Economia Domestica

Come macinare la carne con il Bimby

Il Bimby è uno degli strumenti più amati in cucina, in quanto permette di tagliare, sminuzzare, affettare, mescolare, macinare e polverizzare tutti i tipi di cibi. Può essere utilizzato da chiunque, sia da chi è alle prime armi, che da chi è già...
Economia Domestica

Come riutilizzare gli scarti delle verdure in cucina

Ridurre gli sprechi è da sempre pratica buona e giusta, riducendo rifiuti e massimizzandone l'utilizzo.Così facendo si andrebbe inevitabilmente a ridurre le spese, sfruttando al massimo ciò che si ha già in casa. La cucina, ad esempio, è il luogo...
Economia Domestica

Come conservare il guacamole in frigo

Il guacamole è una salsa di origine messicana a base di avocado e altri ingredienti come succo di limetta e sale, con aggiunta di peperoncino. Per chi vuole variare in base ai propri gusti ed esigenze, esistono anche delle varianti con l'uso di altri...
Economia Domestica

Le alternative al comune sale da cucina

In cucina si utilizzano molteplici spezie per la preparazione di piatti squisiti. Le spezie che possiamo trovare nella dispensa della nostra cucina, sono tantissime. Ad esempio la paprika, lo zenzero, il pepe, il peperoncino, il rosmarino, la noce moscata,...
Economia Domestica

5 preparazioni veloci da fare con il frullatore a immersione

Al giorno d'oggi il lavoro tra i fornelli viene reso più facile e accessibile ai più grazie a degli strumenti sempre più all'avanguardia. Tra questi sicuramente troviamo il frullatore a immersione, che ci permette di sveltire e velocizzare la preparazione...
Economia Domestica

Come riutilizzare la polenta avanzata

Quando cuciniamo la polenta molto spesso capita che ne rimanga un bel po', e magari anche in quantità esagerata. Per fortuna è un cibo che offre svariate alternative per riutilizzarla in tavola anche il giorno dopo, per cui in questa guida vediamo...
Economia Domestica

Come conservare i carciofi

Il carciofo è un alimento molto utilizzato in in cucina perché, oltre ad essere molto gustoso e ricco di proprietà benefiche per il nostro organismo, può essere impiegato per la preparazione di moltissime ricette diverse tra loro, dando così un sapore...
Economia Domestica

Come conservare i cetriolini sott'aceto

I cetriolini sott'aceto vengono spesso serviti con l' antipasto di salumi all'italiana o con semplici aperitivi. Sono ideali per farcire panini, tramezzini e vengono utilizzati per la creazione di svariate ricette. Sono adatti per realizzare guarnizioni...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.