Come lucidare le pietre preziose

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Se possiedi delle pietre preziose e desideri scoprire come lucidarle efficacemente e senza rovinarle ti consiglio di leggere con attenzione questo tutorial, in quanto ti fornirò dettagli utili su come lucidare le pietre preziose con pochi e semplici passi, con l'uso dei giusti prodotti (spesso naturali) e senza investire cifre economiche esagerate. Tieni conto, preliminarmente, che il trattamento di seguito indicato può essere usato sia per lucidare sia per pulire periodicamente i gioielli preziosi.

25

Usa semplice sapone di marsiglia

Tieni conto innanzitutto, che per la maggior parte delle pietre preziose è sufficiente usare del semplice sapone di marsiglia, preferibilmente liquido, da sciogliere in un recipiente di plastica pieno di acqua fredda. Puoi pulire e lucidare in questo modo una grande moltitudine di pietre tenere (come ad esempio l'ambra) lasciandole in ammollo per 5/7 minuti, successivamente spazzola perbene le pietre con l'aiuto di uno spazzolino morbido e al termine asciugale perbene con un phon (a bassa temperatura). Puoi usare lo stesso trattamento per le pietre dure, ad esempio rubini e diamanti (questi ultimi possono essere puliti e lucidati anche con appositi prodotti, da acquistare in una gioielleria).

35

Lucida gli smeraldi con un apposito prodotto

Essendo una pietra molto fragile, è preferibile lucidare gli smeraldi con un apposito prodotto non aggressivo, preferibilmente da acquistare presso una gioielleria (i prodotti lucidanti possono essere acquistati anche presso i grandi centri commerciali rinomati). Evita di bagnare gli smeraldi frequentemente con l'acqua, essendo molto fragili hanno la tendenza a scheggiarsi facilmente (evita inoltre di usare prodotti naturali come limoni o bicarbonato).

Continua la lettura
45

Lucida con prodotti naturali

Alcune tipologie di pietre preziose, come ad esempio la giada, possono essere facilmente lucidate con l'aiuto di prodotti naturali, come ad esempio il limone e l'acqua tiepida. Per realizzare una miscela adatta a lucidare questa particolare pietra ti basterà unire il succo di mezzo limone a un bicchiere d'acqua, in cui lasciare in ammollo la giada per 4/5 minuti. Al termine risciacqua con abbondante acqua fredda e con un po' di sapone di marsiglia, spazzolando delicatamente con uno spazzolino morbido.

55

Pulisci le pietre periodicamente

Per evitare che le pietre si anneriscano o perdano nel corso del tempo la propria naturale lucentezza, ti consiglio di pulirle periodicamente, seguendo la procedura sopra indicata almeno 1/2 volte al mese. Le tue pietre preziose si manterranno in questo modo sempre pulite e lucide.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Esterni

Come scegliere le pietre per muretti e viali da giardino

Anche in Italia si sta sempre più diffondendo l'abitudine, un tempo quasi esclusiva degli inglesi e di poche altre popolazioni del Nord Europa, di dedicare tempo ed energie a rendere il proprio giardino sempre più bello ed accogliente grazie a muretti...
Esterni

Come progettare un muretto a secco

Con il concetto di muretto a secco si intende descrivere una costruzione murale realizzata con l'ausilio di semplici pietre comuni e strumenti capaci di modellare queste ultime fino a realizzare un muro. Nonostante la progettazione di un muro a secco...
Esterni

Come rivestire un pozzo in pietra

Se avete allestito un pozzo nel vostro giardino di casa, ed intendete scegliere il rivestimento adatto, sia per le intemperie che per il design impostato nell'ambiente, potrete divertirvi a scegliere lo stile che più si adatta ai vostri gusti. Se il...
Esterni

Come riparare un patio lastricato

Le abitazioni più belle situate nel verde e in luoghi ampi e isolati, sono dotate di giardini, di ambienti ricchi di ampi spazi e solitamente, sono anche dotate di un patio, ovvero di uno slargo molto grande situato davanti la casa, che può essere costituito...
Esterni

Come realizzare una cascata di pietra

Una cascata di pietra è il dettaglio che donerebbe quel tocco di eleganza in più al vostro giardino. Nulla è più calmante del suono dell'acqua che colpisce le pietre sottostanti, e perché no, aggiungere qualche pesciolino nello stagno e trasformare...
Esterni

Come arredare il giardino in stile giapponese

Le case con giardino hanno sempre avuto una marcia in più rispetto alle altre per la presenza di spazi verdi più o meno grandi. Un bel giardino concorre ad abbellire l'abitazione perché ne rappresenta l'estensione a tutti gli effetti. Se amate in particolr...
Esterni

Come costruire un barbecue in pietra lavica

Quando arriva l’estate e con essa anche la vita all'aria aperta, non esiste cosa migliore di organizzare grigliate in allegria: salsicce, hamburger, pesce e bistecche non aspettano altro che essere cucinati su una piastra calda in pietra lavica, perché...
Esterni

Come costruire un muro a secco per un giardino

La caratteristica più importante di un muro a secco è quella di non necessitare di cemento o nessun altro tipo di leganti, quindi tutto quello di cui avrete bisogno sono i giusti materiali e un po' di impegno. Costruire un muro a secco non è certamente...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.