Come lucidare il rame

tramite: O2O
Difficoltà: facile
17

Introduzione

Sono molte le persone che hanno qualche tegame, paiolo, pentola o altro oggetto in rame esposto in bella vista, soprattutto nelle cucine in stile classico o antico. Sicuramente si sarà notato come, dopo qualche tempo, appaiano delle brutte macchie verdastre e la lucentezza lasci al posto all'opacità. Se non si desidera nascondere l'oggetto di rame, ma anzi farlo tornare agli antichi splendori. Seguite passo passo la seguente guida, dove vi sarà spiegato come lucidare il rame. Questo metodo è perfetto anche per gli oggetti come pentolame da cucina, infatti non impiegando assolutamente agenti chimici, non ci sarà il problema di eventuali residui, che potrebbero rimanere all'interno e essere poi ritrovati nei cibi che si cuociono in quei tegami. Vediamo insieme come procedere.

27

Occorrente

  • aceto
  • sale fino
  • farina
  • spugna morbida
  • guanti in gomma
37

Come prima cosa lavate bene con detersivo per i piatti gli oggetti da lucidare. Eliminate così la polvere e lo sporco grasso, che soprattutto nelle cucine, è sempre presente. A questo punto asciugate, con l'aiuto di un panno morbido, per evitare di rigare gli oggetti. Realizzate quindi un composto di sale fino, aceto e farina nella stessa quantità; l'aceto può essere bianco o rosso non c'è differenza. Ora mettete un po' di composto sopra una spugna e frizionate con energia il rame: vedrete subito che l'impasto avrà un'azione di rimozione delle macchie verdastre e ridonerà immediatamente l'antica lucentezza.

47

È fondamentale, per la buona riuscita dell'operazione, che il composto venga strofinato sugli oggetti in modo uniforme, per evitare che il risultato sia "a macchia di leopardo". Quando avrete finito di passare l'impasto con la spugna, provate a sciacquare gli oggetti di rame con acqua tiepida: vi renderete subito conto se avrete svolto un buon lavoro, notando che non saranno rimaste macchie e opacità. Nel caso contrario, ripetere l'operazione fino al raggiungimento del risultato che vi siete prefissati, insistendo nei punti critici, è solo questione di "olio di gomito".

Continua la lettura
57

A questo punto punto è molto importante asciugare perfettamente l'oggetto con un panno morbido, che non lasci pelucchi. Se desiderate amplificare ancora di più lo splendore del vostro rame, potete tranquillamente passare sulle superfici un batuffolo di cotone, imbevuto di olio alimentare, lasciare riposare e poi lucidare ulteriormente sempre con un panno morbido. Questa tipologia di pulizia e lucidatura non ha controindicazioni e potete ripetere senza temere di rovinare il metallo. Buon lavoro!

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Questa tipologia di pulizia e lucidatura non ha controindicazioni e potete ripetere senza temere di rovinare il metallo.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Pulizia della Casa

Come lucidare il rame a specchio

Il rame è un elemento chimico, un metallo di colore rosso, duro, plasmabile, presente in natura sia libero, sia sotto forma di minerali, contenuto in tracce anche nel terreno, nelle piante, negli animali, nell’uomo, ottimo conduttore di elettricità...
Pulizia della Casa

Come pulire gli oggetti in rame

Gli oggetti in rame hanno un fascino senza tempo, ma per far sì che siano sempre evocativi, hanno bisogno di essere sottoposti a periodica pulizia. La pulizia del rame non serve solo per un fattore estetico, ma evita anche che con il passare del tempo...
Pulizia della Casa

Come pulire gli oggetti in rame con il dentifricio

Il dentifricio, è una pasta creata per la pulizia e lo sbiancamento dei denti. In commercio esistono varie tipologie di dentifrici ma, molti non li usano semplicemente per lavarsi i denti, ma li dirottano per altri usi come per esempio pulire scarpe...
Pulizia della Casa

Come pulire le pantole di rame

Chi ha la passione per la cucina conosce le qualità delle pentole in rame. Esse sono più "calde" dell'acciaio, cioè hanno una capacità termica molto più elevata e sono un ottimo conduttore. Nelle pentole di rame il calore si diffonde uniformemente...
Pulizia della Casa

Come pulire gli oggetti in cromo ed in rame

Il cromo e il rame sono due meravigliosi materiali che rendono gli oggetti presenti nella vostra abitazione molto lucidi e brillanti oppure abbastanza opachi e romantici.Nella seguente interessante e informativa guida che vi enuncerò in modo dettagliato...
Pulizia della Casa

Come pulire diverse superfici in rame

Il rame è sicuramente uno dei metalli più noti già dall'antichità e che, ancora oggi, trova largo impiego nella fabbricazione di oggetti come monete, tubature di gas ed acqua, e per la realizzazione di padelle e pentole, così come mille altre applicazioni....
Pulizia della Casa

Come pulire il rame con prodotti naturali

Il rame insieme all'argento e all'oro, fanno parte della cosiddetta categoria dei "metalli nobili", visto che interagiscono benissimo tra loro, per creare diverse carature, come nel caso dell'oro puro che grazie appunto al rame, da 24 carati scende...
Pulizia della Casa

Come pulire una pentola di rame stagnato

Una volta il rame si usava spesso come materiale per produrre i recipienti da cottura. A tutt'oggi comunque questo metallo è sempre consigliabile per cibi che richiedono lunghe cotture. Oppure per delle preparazioni di pasticceria particolari. Di certo...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.