Come lucidare il lavello della cucina in porcellana

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Il lavello della cucina viene utilizzato ogni giorno, il che lo rende vulnerabile ad un rapido deterioramento soprattutto a causa dell'uso di detergenti abrasivi e del contatto con le stoviglie. Ci sono, tuttavia, alcune soluzioni che è possibile attuare per riportarlo al suo stato originale senza correre il rischio di danneggiarlo. Quelli in porcellana, poi, tendono a graffiarsi e a macchiarsi più facilmente di quelli realizzati in metallo, in plastica o in vetroresina. Ecco alcuni semplici passi per aiutare a pulire e lucidare il lavello in porcellana in modo che possa apparire sempre come nuovo. La maggior parte degli occorrenti necessari si possono trovare facilmente nei negozi per la casa. Ecco come procedere.

26

Occorrente

  • Spugna
  • Carta assorbente
  • Detergente
36

Avviare il processo di pulizia del lavello rimuovendo eventuali piatti, bicchieri, stoviglie e detriti presenti all'interno. Strofinare le macchie utilizzando una spugna o una paglietta, senza esercitare troppa forza per non correre il rischio di graffiare la porcellana. Lavare il lavello con acqua tiepida ed asciugarlo con della carta assorbente. Spruzzare una piccola quantità di detergente, testandolo però prima in una piccola area per assicurarsi che non lasci alcun segno e che non danneggi la superficie. Utilizzando uno spazzolino da denti con un movimento circolare, diffondere il detergente in tutto il lavello assicurandosi di distribuirlo uniformemente anche sul rubinetto e sulla base dello scarico.

46

A questo punto, applicare uno smacchiatore in polvere e lasciarlo riposare dai 2 ai 5 minuti a seconda della profondità delle macchie (non oltre, altrimenti potrebbe corrodere lo smalto in superficie); dopodiché risciacquare accuratamente con acqua calda, rimuovendo eventuali residui di smacchiatore in polvere in eccesso con un panno pulito o con della carta assorbente.
Utilizzare ora un agente lucidante appositamente progettato per la pulizia e la lucidatura della porcellana. È inoltre possibile utilizzare qualche goccia di olio corpo per bambini, strofinandolo nel lavello con un panno pulito.

Continua la lettura
56

Affinché il lavello mantenga sempre costante la sua lucentezza, è bene eseguire la stessa procedura ogni volta che la superficie appare opaca. A prescindere dal materiale con cui è realizzato, il lavello della cucina ha bisogno di cure quotidiane dal momento che è uno degli elementi più utilizzati in casa. Ma se è mantenuto correttamente, può durare molto a lungo.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Evitare l'uso quotidiano di prodotti abrasivi
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Arredamento

Come scegliere il giusto lavello

Acquistare un lavello della cucina che possa associare, in maniera ottimale, una buona funzionalità ad un lato estetico particolarmente attraente, non è particolarmente semplice. Con questa semplice guida, in definitiva, riuscirete ad orientarvi tra...
Pulizia della Casa

Come pulire un lavello in ceramica

Questa guida può risultare molto utile a tutti coloro che desiderano sapere come pulire un lavello in ceramica in maniera approfondita e senza rischiare di rovinare la superficie in ceramica, essendo essa particolarmente delicata e suscettibile di...
Pulizia della Casa

Come pulire il lavandino

Il lavello della cucina dovrebbe essere una delle superfici più pulite di una casa, purtroppo però molto spesso, è pieno di germi. Grazie al lavandino è possibile sciacquare la frutta, la verdura, il pesce, la carne, pulire le pentole, i piatti, i...
Pulizia della Casa

Consigli per la lucidatura di un lavello in acciaio

Come vedremo nel corso di questo tutorial, con una serie di consigli apparentemente banali, è possibile mantenere un lavello in acciaio lucido e nuovo nel tempo, senza investire particolari cifre economiche. Se dunque siete interessati a scoprire dei...
Pulizia della Casa

Come Pulire Il Lavello D'Acciaio

Se siamo proprietari di una abitazione, ci sarà sicuramente capitato di dover effettuare delle pulizie in modo che la nostra casa possa rimanere sempre perfettamente pulita e profumata. Tuttavia per poter pulire correttamente le varie superfici, dovremo...
Pulizia della Casa

Come togliere il calcare ostinato

Capita spesso di non aver pulito il calcare immediatamente dopo che si sia formato, ma di lasciarlo depositare sulle superfici così che, successivamente, la sua rimozione diventi sempre più complicata. Per prima cosa, però, indichiamo dove il calcare...
Pulizia della Casa

Come pulire il lavello della cucina in granito

Il lavello della cucina in granito è una caratteristica popolare in molte case in quanto il granito è un materiale che ha molti vantaggi, il che lo rende ideale per un lavello solido. Si tratta, infatti, di uno dei materiali più durevoli che si possono...
Pulizia della Casa

Come Pulire Il Lavello Smaltato

Il lavello è un elemento molto utilizzato. Esso serve per lavare le stoviglie oppure per pulire qualsiasi altra cosa ed è per questo che deve essere sempre igienizzato e privo di sporco. Vediamo insieme come si può pulire un lavello smaltato in maniera...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.