Come liberarsi dei ragnetti rossi

tramite: O2O
Difficoltà: facile
15

Introduzione

Il ragnetto rosso, dal nome scientifico Trombidium holosericeum e non è un ragno, ma un acaride che staziona in alcuni periodi dell'anno, solitamente in quelli dal clima più mite, fuori dai balconi e delle nostre case. In questi momenti i Trombidium holosericeum escono dai loro nascondigli per nutrirsi di batteri, materiali organici in decomposizione ed escrementi di volatili. I ragnetti rossi sono totalmente innocui sia per l'uomo che per gli animali domestici. Nella guida che segue vi daremo alcuni consigli su come liberarsi dei ragnetti rossi.

25

Utilizzare prodotti chimici

I trattamenti chimici sono inefficaci contro le invasioni dei ragnetti rossi e anche optando per questa soluzione non si farebbe altro che posticipare il problema, in quanto questi acari sono in grado di sviluppare una buona resistenza ai pesticidi. Inoltre l’utilizzo di prodotti inquinanti o tossici in vicinanza di piante ed esseri umani potrebbe causare nuovi inconvenienti.

35

Bagnare le zone

Ciò che si può fare è intervenire adottando rimedi naturali, come tenere bagnati i luoghi in cui i ragnetti rossi prediligono appostarsi; versare un'abbondante quantità di acqua, mantenendo l'ambiente umido, può contribuire a scacciarli. Un'altra modalità utile per circoscrivere il problema è quella di tenere pulite le superfici in cui questi acari preferiscono appoggiarsi: non avendo nulla di cui nutrirsi si sposteranno altrove. Anche per questa ragione si può sciogliere in acqua del sapone di marsiglia e cospargere con questa soluzione le superfici d'appoggio preferite dai Trombidium holosericeum.

Continua la lettura
45

Utilizzare acqua e olio

L'utilizzo di olio diluito con acqua può uccidere i ragnetti rossi. Questa soluzione può essere utilizzata in modo efficace su frutta, fiori, ortaggi, piante ornamentali, piante d'appartamento e su qualsiasi altra superficie. L'olio può interrompere il ciclo di riproduzione dei ragnetti rossi e uccidere eventuali uova presenti. Per ottenere risultati ottimali eseguite una seconda applicazione a distanza di cinque giorni rispetto alla prima. La dose consigliata prevede di solito l'impiego di due cucchiai di olio concentrato ogni litro di acqua.

55

Utilizzare il peperoncino

Infine, sia peperoncino che l'aglio sono ottimi repellenti utili per rimuovere i ragnetti rossi. Utilizzate un cucchiaio di peperoncino in polvere e aggiungetelo a cinque spicchi d'aglio schiacciati e tagliati grossolanamente, quindi amalgamate bene il composto e lasciatelo riposare per una notte. Trascorso questo tempo filtrate il tutto e versatelo in un flacone spray. Spruzzate la soluzione ottenuta direttamente sui ragnetti rossi e vedrete che in pochissimo tempo scompariranno.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Esterni

Come liberarsi dai ragni

Nel mondo animale esistono tantissime specie, alcune poco diffuse nel territorio italiano, come i ragni. Nonostante questo, l'aspetto di questi aracnidi causa repulsione nella maggior parte delle persone. Le ragnatele che sono in grado di fabbricare non...
Esterni

Come liberarsi dalle formiche

Con il ritorno della bella stagione, è facile vedere riemergere file di formiche che invadono balconi, terrazzi o cucine. Pensavate di averle sterminate, ma ogni tanto ecco che rispuntano fuori. Per ovviare a questo fastidioso problema, nei successivi...
Esterni

Come liberarsi di un vespaio

Siamo pronti a far fronte ad un problema che molto spesso affligge i nostri lettori e non solo. Stiamo parlando della formazione di vespai, magari sul proprio balcone, o in veranda e perché no anche nel proprio giardino. Proprio per risolvere questo...
Esterni

Come allontanare i gechi dal terrazzo

Quante volte vi sarà capitato di stare comodi seduti in terrazzo e di vedere passare su tutte le pareti di casa vostra dei gechi. I gechi sono attratti non solo dalla luce, ma anche da tutti gli insetti che possono girare attorno alle lanterne, alle...
Esterni

Come arredare il giardino con i pallet

Da parecchi anni, molti amano utilizzare gli oggetti industriali come oggetti di design. Tra i vari oggetti da riciclare negli ultimi anni, è andato sicuramente di gran moda il pallet. Si tratta di una pedana di legno, utilizzata all'interno delle industrie...
Esterni

Come scegliere il colore delle tende da sole

La guida che andremo a stilare nei passi che seguiranno avrà come obiettivo quello di spiegarvi, in maniera molto chiara, come andare a scegliere il colore delle tende da Sole. Incominciamo subito questo interessante, argomentando.Le tende da sole che...
Esterni

Come conservare nel tempo le piante natalizie

Quando si acquistano delle piante come ad esempio le famose stelle di Natale, dopo questo periodo specifico si buttano via perché è difficile conservarle per lungo tempo. Si tratta di una concezione sbagliata, poiché con dei piccoli accorgimenti queste...
Esterni

Come arredare un angolo di giardino

Se abbiamo un giardino e intendiamo arredarlo, possiamo scegliere tra svariate tipologie di materiali e creare ad esempio un angolo dedicato, che può ritornare utile per un cocktail in compagnia di amici, per rilassarci leggendo un libro, oppure aggiungendo...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.