Come lavare un maglione di cachemire

Tramite: O2O
Difficoltà: facile
16

Introduzione

Contrariamente a quanto si possa pensare, lavare un maglione in cachemire rappresenta un'operazione abbastanza semplice e veloce, che può essere effettuata comodamente ed in totale autonomia nella propria abitazione, senza necessariamente ricorrere alle lavanderie professionali e senza rischiare di rovinare questa pregiata e costosa fibra tessile. In questa breve, ma esauriente guida, illustrerò come procedere in maniera opportuna.

26

Occorrente

  • Asciugamani da bagno puliti e asciutti
  • Detersivo per capi delicati
  • Shampoo neutro per capelli
  • Stendino
36

Come prima cosa, è necessario evitare di indossare il maglione per due giorni consecutivi. In secondo luogo, occorre lavarlo con buona frequenza, dal momento che il cachemire ama particolarmente l'acqua e questa ne rinnova le fibre. Un altro utile consiglio, è quello di rimuovere le "palline" che inevitabilmente si formeranno con un pettine apposito. Dopo di ciò, è possibile procedere ad illustrare le varie tecniche di lavaggio, che dovranno essere rigorosamente manuali. Inoltre, è buona regola acquistare un detersivo specifico per i capi delicati, oppure utilizzare uno shampoo neutro per i capelli.

46

Successivamente, occorre riempire il lavandino (o una bacinella) con dell'acqua tiepida o fredda, a seconda delle istruzioni di lavaggio del capo stesso. Aggiungere, quindi, la quantità di prodotto indicata sull'etichetta, avendo cura di agitare l'acqua lievemente, per consentire di distribuire il prodotto nel migliore dei modi. In seguito, occorre immergere il maglione e lasciare agire il prodotto per circa 20 minuti. Estrarre il maglione dall'acqua, per poi lavarlo con un po' di acqua tiepida corrente, fino a quando quest'ultima risulterà essere sufficientemente limpida. Premere in maniera molto delicata il maglione, in modo tale da far uscire l'acqua in eccesso.

Continua la lettura
56

Arrivati a questo punto, adagiarlo su un asciugamano asciutto e pulito, dopodiché arrotolare in maniera delicata l'asciugamano attorno al maglione, in maniera tale da far uscire l'acqua in eccesso. Il prossimo procedimento da attuare, consiste nel togliere il maglione dall'asciugamano, facendogli recuperare la sua forma originale, e se necessario, tirando lievemente le maniche. Quindi, è necessario porre il maglione su un nuovo asciugamano pulito ed asciutto, per poi metterlo ad asciugare su uno stendino, prestando la massima attenzione a non esporre il maglione direttamente alla luce del sole. Per concludere, ritirare il maglione dallo stendino una volta che questo sarà completamente asciutto.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Pulizia della Casa

Come smacchiare il cachemire

Contrariamente a quanto si possa pensare, le macchie sul cachemere, nella maggior parte dei casi, possono essere rimosse senza particolari difficoltà e senza dover necessariamente portare il capo in lavanderia. A tal proposito, conoscere bene il cachemere...
Pulizia della Casa

Come rimediare a un maglione infeltrito

Sicuramente a molti di voi è capitato, almeno una volta nella vostra vita, di sbagliare la gradazione della lavatrice e di infeltrire un maglione così tanto da renderlo talmente piccolo, da essere impossibile da indossare. I lavaggi sbagliati, il calore...
Pulizia della Casa

Come lavare i maglioni di lana più delicati

A volte si è indecisi su come lavare i maglioni di di lana più delicati. Un ottimo sistema per far durare più a lungo questi maglioni è quello di eseguire il giusto lavaggio. Inoltre è fondamentale il modo con cui si fanno asciugare e si stirano....
Pulizia della Casa

Come lavare il cotone

Il cotone è una fibra naturale utilizzata, per la sua versatilità, per la realizzazione di diversi capi di abbigliamento e biancheria per la casa. Ovviamente ci sono cotoni più o meno pregiati, con i quali vengono realizzati fili di diverso spessore...
Pulizia della Casa

Come lavare i capi in lana d’angora

I capi realizzati con la lana d'angora sono molto pregiati. Si tratta di una lana estremamente soffice e sottile che, per essere lavorata ha la necessità dell'aggiunta di filo di seta o di cotone. Proprio per questo motivo il capo sarà molto più costoso...
Pulizia della Casa

Come lavare correttamente il pavimento di casa

Lavare il pavimento di casa è l'attività più temuta dalle casalinghe, nello stesso tempo è necessario per tenere la casa pulita. Non dobbiamo però limitarci a lavare il pavimento di casa, ma a pulirlo correttamente. Infatti potrebbero accadere degli...
Pulizia della Casa

Come lavare le federe dei cuscini

Lavare le federe dei cuscini può essere a volte abbastanza difficile. Tutto dipende dalla tipologia delle macchie e dal tessuto con cui è fatta la federa stessa. Le federe possono essere dei tessuti più disparati, si va dal cotone fino alla seta passando...
Pulizia della Casa

Come lavare i capi a mano

Su tutti i capi che acquistiamo, è presenta una piccola etichetta che ci indica quando l'abito può essere lavato in lavatrice, e quando invece si deve necessariamente lavare a mano, per non rovinare il tessuto delicato o anche per non danneggiare qualche...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.