Come lavare un futon

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

L'arredamento di una casa prevede delle scelte mirate in base alle proprie esigenze e ai propri gusti. Se si decide di arredare all'insegna del design moderno e della praticità, il futon rappresenta sicuramente un'ottima soluzione. Vediamo insieme come si può mantenere sempre al meglio del suo aspetto e come lo si può lavare.

26

Occorrente

  • Battipanni.
  • Panno umido e spugna.
  • Aspirapolvere.
  • Acqua e sapone.
36

La struttura di questo elemento lo rende molto facile sia da utilizzare, che da pulire. Si tratta di un elemento utilizzato spesso nel corso della giornata e che, essendo al centro dei vari ambienti, tende ad accumulare sporco e polvere. Per questo motivo è necessario pulirlo periodicamente al fine di averlo a disposizione sempre igienizzato. Innanzitutto, prima di lavare il futon, è necessario metterlo all'aria aperta.

46

La struttura fissa e rigida deve essere spolverata con un panno umido e utilizzando l'aspirapolvere. Solitamente il materasso del futon è ricoperto con una fodera sfoderabile ed è proprio essa che possiamo lavare a mano oppure in lavatrice. Ovviamente, come per tutti gli oggetti, anche in questo caso saranno riportate le istruzioni per il lavaggio nell'etichetta interna. In seguito, si deve passare alla pulizia del materasso se si nota che vi sono delle macchie. In quei punti vi si deve versare dell'acqua e del sapone neutro in quantità modica.

Continua la lettura
56

Il materasso deve essere messo ad asciugare al sole e all'aria aperta fin quando non apparirà più umido. Per terminare l'opera, si può prendere del prodotto per legno, se è il materiale prevalente, e nutrire tutta la struttura del futon. Se non c'è una struttura in legno, basta semplicemente seguire le istruzioni precedenti. Questo metodo consente di avere in casa l'elemento sempre pulito e ordinato.

66

Se sul futon sono presenti macchie, realizzare una soluzione composta da acqua e aceto. Miscelare energicamente e applicarla sulle macchie. Attendere almeno mezz'ora e risciacquare con un panno umido. In alternativa all'aceto, utilizzare il succo di limone puro, applicarlo direttamente sulla macchia e attendere 15 minuti. Lasciare asciugare il futon all'aria aperta oppure per un'asciugatura più rapida, utilizzare l'asciugacapelli. Anche il bicarbonato di sodio è un ottimo rimedio per rimuovere le macchie, può essere utilizzato sia allo stato puro, che miscelato con l'acqua, l'importante è risciacquarlo bene, in quanto potrebbe lasciare aloni sul futon. Per le macchie più ostili applicate direttamente l'alcool sulla macchia con un batuffolo di cotone e strofinate energicamente.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Arredamento

Come arredare la casa in stile giapponese

Arredare la casa secondo il gusto personale significa manifestare il desiderio di esprimere se stessi, per far trasparire la propria personalità. Sicuramente la moda ha un ruolo fondamentale e, qualora desideriate seguirla per restare in linea con i...
Arredamento

Come arredare una stanza in stile zen

Lo stile zen, nell'ambito dell'arredamento, si manifesta attraverso una serie di scelte che portano le stanze ad essere in armonia con l'ambiente, favorendo il rilassamento di chi vi risiede. Ordine geometrico, linearità, forme pulite sono esempi di...
Arredamento

Come arredare la camera da letto in stile orientale

Se vogliamo arredare la nostra camera da letto in stile orientale, se amiamo le filosofie che lo caratterizzano e vogliamo ottenere un ottimo effetto visivo ed un ambiente comodo e rilassante da vivere, allora questa breve guida farà al caso nostro....
Arredamento

Come arredare il salotto in stile boho chic

Quando si parla di arredamento, le possibilità si moltiplicano a dismisura. In particolare negli ultimi anni, con la riscoperta di tanti stili classici e alcuni più contemporanei. L'arte di "arrangiarsi", inoltre, conferisce nuova linfa a look più...
Ristrutturazione

Come rivestire il pavimento con il tatami

Il tatami è un tipico pavimento giapponese che si compone di pannelli a forma di rettangolo. In Giappone il tatami è presente in molte case per le sue doti di adattamento a varie finalità. Durante il giorno è un valido aiuto per appoggiare i classici...
Arredamento

5 idee per arredare la camera degli ospiti

Coloro che hanno una casa piuttosto grande possono designare parte del loro spazio per creare una o più camere degli ospiti. Si tratta sicuramente di una grande comodità soprattutto se si ospitano spesso parenti o amici che abitano lontano. Per questo...
Arredamento

Come arredare una camera in stile orientale

Negli ultimi tempi ci sono state una serie di riscoperte sui vari stili per arredare la propria casa, uno di questi è lo "stile orientale", caratterizzato proprio dai gusti, della personalità ma anche da un ritorno alla natura per raggiungere un equilibrio...
Arredamento

10 consigli per arredare una camera da letto stile giapponese

La scelta dei mobili e la gestione dello spazio delle camere da letto riveste un ruolo fondamentale in quello che è l'arredamento di tutta la casa: questo perché si tratta del luogo deputato al riposo e al benessere e necessita quindi di essere confortevole...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.