Come lavare tovaglie e strofinacci

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Quante volte vi sarà capitato di aprire la lavatrice dopo un lavaggio e trovare tovaglie e strofinacci ancora macchiati di unto, sugo e di altre sostanze? Questi tessuti, usati quotidianamente in cucina per le più disparate attività, vengono continuamente a contatto con cibi, liquidi e sostanze che difficilmente riescono ad essere rimosse con un semplice lavaggio in lavatrice e necessitano di trattamenti di prelavaggio aggressivi, per riportarli al loro iniziale candore. Nei prossimi paragrafi andremo quindi a vedere alcuni consigli su come lavare tovaglie e strofinacci.

27

Occorrente

  • Sapone di Marsiglia
  • Detersivi o sapone
  • 1 limone
  • bicarbonato di sodio
  • Acqua
37

L'ammollo

Se il lavaggio preimpostato dalla nostra lavatrice non risulta efficace al cento per cento, una soluzione per ottenere una pulizia più profonda è l'ammollo. Procuriamoci quindi tutto il necessario: un catino, del detersivo e acqua calda. Riempiamo il catino con l'acqua e versiamo il detersivo nella quantità indicata dalle istruzioni riportate dietro il prodotto. Successivamente collochiamo le tovaglie e gli strofinacci in acqua per un po' di tempo in modo da ammorbidire le macchie di sporco e le fibre del tessuto. Successivamente poniamo in lavatrice e sottoponiamo i capi ad un normale ciclo di lavaggio e il risultato sarà sicuramente migliore.

47

Quando pre-trattare?

Per le macchie più ostinate è necessario fare un pre-trattamento specifico. Allora interveniamo direttamente sulle macchie, versiamo il detersivo (meglio un pre-trattante specifico) su di esse, lasciamo agire per qualche minuto e poi proseguiamo con il normale risciacquo. Per avere la certezza di eliminare completamente la macchia, strofiniamo con una spazzola da bucato lì dove abbiamo messo il detersivo. In seguito possiamo lavare normalmente tovaglie e strofinacci in lavatrice.

Continua la lettura
57

Il miglior alleato? Il sapone di Marsiglia!

Il sapone di Marsiglia è molto efficace soprattutto su sporco ed aloni importanti. Questo agisce in profondità senza danneggiare il tessuto, dona un piacevole profumo di pulito ed è rispettoso nei confronti dei nostri capi. Questo trattamento si presta ai casi in cui lo sporco su tovaglie e strofinacci dipende da sostanze oleose e grasse. Anche in queso caso è necessario lasciare tovaglie e strofinacci in ammollo con sapone di Marsiglia e acqua calda ma per un tempo più lungo, continuando poi con il normale ciclo in lavatrice.

67

Un rimedio naturale

Per le macchie di cibo è di unto è molto efficace anche uno dei vecchi rimedi delle nostre nonne: acqua bollente, fette di limone e bicarbonato di sodio. Occorrerà semplicemente lasciare in ammollo per qualche ora tovaglie e strofinacci in un catino, aggiungendo un limone a fette e 2 cucchiai abbondanti di bicarbonato di sodio per avere un bianco immacolato!

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Lasciamo tovaglie e strofinacci in ammollo per il tempo occorrente a far agire il detersivo sulle macchie
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Economia Domestica

Come lavare le tende in base al tessuto

La cura della casa comincia dalla pulizia delle tende, un accessorio indispensabile che completa l'arredamento della casa, dando quel tocco in più proteggendo la casa dalla luce e dagli sguardi indiscreti. Perché si mantengano belle come appena acquistate,...
Economia Domestica

Come lavare frutta e verdura

Al giorno d’oggi non si può più essere sicuri di quello che si mangia, è per questo che risulta molto importante l’igiene quando si tratta alimenti, soprattutto per quanto riguarda la frutta e la verdura. Non di rado infatti succede che i vari...
Economia Domestica

Come lavare un giubbino in ecopelle

Sembra la cosa più facile del mondo, ma lavare un indumento richiede spesso molta attenzione. Non solo riguardo alle modalità di lavaggio, ma anche per ciò che concerne i prodotti da utilizzare. Il problema diventa ancora più consistente quando si...
Economia Domestica

Come lavare gli zaini

Gli zaini sono la prima cosa che generalmente acquistiamo prima di iniziare l'anno scolastico. Grandi, capienti e colorati, saranno proprio loro ad accompagnarci nel nostro percorso formativo, tra quaderni, libri di scuola e non solo. Gli zaini contengono...
Economia Domestica

Come lavare i tessuti in seta

La seta è un tipo di tessuto molto delicato e deve essere maneggiato con cura. Tuttavia, è abbastanza facile da lavare perché ha la tendenza naturale a rilasciare lo sporco rapidamente e non richiede il lavaggio a secco per mantenere la sua qualità....
Economia Domestica

10 trucchi per lavare i jeans senza rovinarli

Quando acquistiamo un capo d'abbigliamento e soprattutto i jeans, cerchiamo di mantenerli come nuovi, anche dopo i numerosi lavaggi; non sempre a causa di svariati motivi, ciò è possibile, ma esistono alcuni trucchi, che ci consentono di conservare...
Economia Domestica

Come lavare le bambole

Le bambole sono degli oggetti molto utilizzati anche dai bambini, quindi necessitano della massima pulizia ed igiene. In taluni casi si può inoltre verificare che le bambole, soprattutto quelle molto antiche e per questo conservate in luoghi polverosi,...
Economia Domestica

Come lavare la verdura dell'orto

Le verdure che utilizziamo per preparare i nostri cibi vanno pulite con cura, sia quelle acquistate al supermercato che quelle provenienti dall'orto della nostra casa. Anche se non usiamo pesticidi per crescerle dovremo comunque fare attenzione per disinfettarle...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.