Come lavare le posate di ottone

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

L'ottone è una lega metallica composta da rame e zinco. È un metallo robusto e viene utilizzato in svariati contesti, vista la sua resistenza alla corrosione. Troviamo l'ottone nei complementi d'arredo, nelle maniglie delle porte, a volte viene utilizzato anche negli infissi, nella rubinetteria e negli strumenti musicali. Nonostante la sua resistenza, con il tempo e l'utilizzo andrà comunque incontro all'ossidazione e potrà macchiarsi. Un tempo l'ottone era impiegato anche nei servizi di posate. Se avete un servizio di posate di ottone in casa e pensate di utilizzarlo per una cena importante, ecco una serie di consigli utili. Andiamo a vedere come lavare le posate di ottone.

26

Occorrente

  • Sapone di Marsiglia
  • Aceto bianco
  • Succo di limone
  • Acqua demineralizzata
  • Spugna non abrasiva
  • Panno morbido
  • Vecchio spazzolino a setole morbide
  • Olio di lino
  • Guanti di cotone
36

No alla lavastoviglie, sì al sapone di Marsiglia

Dimenticate di avere una lavastoviglie: le posate di ottone potrebbero rovinarsi e perdere la loro lucentezza originale. Il metodo migliore per lavarle è quello di immergerle in una bacinella con dell'acqua calda in cui avrete disciolto del sapone di Marsiglia. È meglio utilizzare dell'acqua demineralizzata, in modo tale che sulle vostre posate di ottone non si formino depositi di sali minerali che potrebbero opacizzarle. Lasciatele in ammollo all'incirca dieci minuti.

46

Quando lo sporco è ostinato

Se avete invece a che fare con dello sporco particolarmente difficile, immergete le posate in una soluzione di aceto bianco e succo di limone. Lasciate le posate di ottone in ammollo per 10 minuti e procedete poi strofinandole con una spugna morbida. Per pulire a fondo in caso di cesellatura sulle posate, utilizzate un vecchio spazzolino da denti a setole morbide. Attenzione a non utilizzare spugnette in metallo, o spugne abrasive: graffiereste le vostre posate di ottone. Dopo averle strofinate con cura, immergetele nella soluzione d'acqua e sapone di Marsiglia. Risciacquate, infine, con l'acqua demineralizzata e asciugate le posate con un panno morbido. Potete passare adesso alla lucidatura.

Continua la lettura
56

La lucidatura

Ora che le vostre posate di ottone sono pulite, è importante lucidarle prima di conservale. Un metodo efficace per lucidare le posate di ottone consiste nello strofinarle con olio di lino. L'olio di lino rimuoverà ogni macchia, dando nuovo splendore alle posate di ottone. Oltretutto, creerà una patina che proteggerà le posate di ottone rallentandone l'ossidazione nel tempo. Basterà intingere un panno morbido con un po' di olio di lino e strofinare a fondo le posate. Vi suggeriamo di indossare dei guanti di cotone per svolgere quest'operazione, in modo da non lasciare impronte sulle posate lucidate. Infine, riponete il vostro servizio di posate di ottone al riparo dall'umidità.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Non usate mai acido muriatico sull'ottone: il metallo si deteriorerà sprigionando vapori nocivi alla salute

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Pulizia della Casa

Come lavare le posate in rame

Il rame è un metallo che tende facilmente all'ossidazione. È per questo motivo che può presentare sulla sua superficie quella fastidiosa patinata che lo rende vecchio e poco gradevole alla vista. Per ovviare a tale inconveniente, bisogna ricorrere...
Pulizia della Casa

Come lavare le posate di plastica

Se avete delle posate di plastica che intendete lavare, e quindi riutilizzare dopo l'uso quotidiano specie se si tratta di quelle con cui mangia il vostro bebè, potete usare dei prodotti specifici per ottimizzare il risultato. In pratica basta procurarvi...
Pulizia della Casa

Come pulire e lucidare l'ottone con prodotti naturali

L'ottone è una lega composta prevalentemente da rame e zinco, elementi che gli danno una buona resistenza alla corrosione. Nelle nostre case l'ottone si trova dappertutto: maniglie, serrature, letti, rubinetteria e molto altro. Le persone per pulirlo...
Pulizia della Casa

Come pulire una lampada in ottone laccato

Le lampade in ottone aggiungono stile alla vostra casa con le loro sfumature che richiamano all'oro. L'ottone però è una lega che si ossida rapidamente quando esposta all'aria. Per evitare ciò, i produttori di lampade ed altri oggetti in ottone spesso...
Pulizia della Casa

Come pulire i lampadari di ottone

L'ottone è uno dei materiali che, sin dall'antichità, viene adoperato per realizzare eleganti elementi di arredo. Letti, lampadari, tavolini, maniglie e corrimano in ottone sono presenti in molte case, dando sempre un tocco di gran classe. L'ottone...
Pulizia della Casa

5 errori da evitare nella pulizia dell'ottone

L'ottone rappresenta un materiale decisamente elegante, antico e non è raro che molti oggetti di antiquariato siano composti proprio della sua tipica composizione. Molte persone durante la pulizia credono di aver fatto un buon lavoro ma non riescono...
Pulizia della Casa

Come pulire le pentole di ottone

Ormai sono amiche del passato le pentole di ottone, ma il loro fascino è indiscutibile: possono essere ammirate nelle case rustiche di campagna o nei ristoranti come oggetti d'arredamento, in cui decorano mobili e pareti. Come per tutti gli oggetti,...
Pulizia della Casa

Come togliere l'ossidazione dalle maniglie in ottone

Chi ha la casa piena di mobili antichi, avrà sicuramente delle cassettiere, delle porte o degli armadi dotati di maniglie in ottone. Le maniglie in ottone richiedono però un'accurata pulizia se vogliono essere mantenute sempre pulite, nuove e lucide....
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.