Come lavare i piatti di coccio

Tramite: O2O 30/01/2018
Difficoltà: media
16

Introduzione

Se in casa avete un set di piatti di coccio che utilizzate spesso per cuocere alcuni alimenti nel forno a microonde o semplicemente per servire in tavola svariati tipi di cibo, è importante sapere come lavarli. Questa tipologia di materiale in sostanza è la terracotta trattata con speciali vernici atossiche, che servono a renderlo antiaderente ed ideale per gli usi culinari. Per evitare di rovinarli, bisogna dunque agire correttamente sulle loro superfici dopo averli utilizzati. A tale proposito, ecco una guida con alcuni utili consigli su come lavare i piatti di coccio.

26

Occorrente

  • Bicarbonato di sodio
  • Spugna non abrasiva
  • Succo di limone
  • Aceto
  • Sale grosso
36

Usare una spugna non abrasiva

Se i piatti di coccio li avete utilizzati per servire dei cibi non eccessivamente grassi come ad esempio pesce o verdure, per rimuovere l'olio utilizzato per condirli, vi conviene in tal caso usare una spugna non abrasiva. Inoltre bisogna evitare qualsiasi tipo di detersivo che potrebbe rimanere impregnato nel coccio e quindi emanare un cattivo odore una volta asciugati, e soprattutto generare una reazione chimica tossica. In questo caso per massimizzare il risultato, basta aggiungere sulla spugna alcune gocce di limone.

46

Utilizzare un mix di bicarbonato ed aceto

Se tuttavia nei piatti di coccio avete servito dei cibi che si sono attaccati come ad esempio del ragù o anche del pangrattato che avete utilizzato per gratinare della pasta o del riso, per rimuovere lo sporco e le relative incrostazioni potete utilizzare un mix a base di bicarbonato ed aceto. Il composto piuttosto cremoso va poi emulsionato con una spugna morbida e con movimenti circolari. Il vantaggio di usare i suddetti due prodotti naturali, consiste nel fatto che il bicarbonato di sodio svolge una leggera azione abrasiva senza danneggiare la pellicola protettiva dei piatti di coccio, oltre che rimuovere i cattivi odori dei cibi. Il bicarbonato di sodio infatti è uno dei mangiaodori più naturali che esistono. Per quanto riguarda invece l'aceto, è noto che si tratta di un prodotto antisettico e soprattutto sgrassante. Alla fine un lavaggio sotto l'acqua corrente, e l'asciugatura dei piatti di coccio con un canovaccio pulito serve ad ottimizzare il risultato.

Continua la lettura
56

Emulsionare sale grosso con succo di limone

Un altro ottimo modo per lavare i piatti di coccio quando si presentano eccessivamente unti ed incrostati, consiste nell'utilizzare del sale grosso con del succo di limone. In questo caso, sempre con una spugna non abrasiva ma anche con il palmo della mano, è sufficiente emulsionare il miscuglio venutosi a creare per rimuovere qualsiasi tipo di patina senza graffiarli, e nel contempo lucidarli e farli diventare come nuovi.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Pulizia della Casa

Come lavare i piatti con bicarbonato di sodio e aceto

L'utilizzo del bicarbonato di sodio e dell'aceto è un modo conveniente e rispettoso dell'ambiente per ottenere stoviglie pulite e brillanti. Il bicarbonato di sodio è molto efficace sulle macchie e può essere usato sui piatti sporchi per aiutare a...
Pulizia della Casa

Come lavare piatti e stoviglie senza detersivo

In una società che è sempre più attenta a salvaguardare gli ecosistemi e l'ecologia, anche una piccola azione quotidiana, come lavare piatti e stoviglie senza usare detersivo chimico, eseguita da una moltitudine di persone, apporta un notevole aiuto...
Pulizia della Casa

Come lavare i piatti senza detersivo

Se abbiamo deciso di preparare una cena per gli amici, alla fine della serata ci ritroveremo sicuramente con molti piatti sporchi da lavare, che richiedono l'uso di un buon quantitativo di detersivo, soprattutto se sono particolarmente unti. Se vogliamo...
Pulizia della Casa

Come lavare i piatti con il limone

Oggi giorno, si sa, vengono utilizzati centinaia di prodotti chimici per la pulizia della casa (e non solo), creando così un danno ambientale non indifferente e provocando problemi di salute su noi stessi tramite l'inalazione di vapori chimici e tossici....
Pulizia della Casa

Come lavare i piatti in ferro smaltato

Nelle cucine si sa che si può trovare di tutto e di più: pentole di ogni forma e di diversi materiali, stoviglie, utensili, elettrodomestici e tantissimo altro. Saper pulire ognuno di questi in modo adeguato, è indispensabile e necessario, infatti,...
Pulizia della Casa

Come Lavare I Piatti In Modo Veloce Ed Efficace

Uno dei primi mestieri casalinghi che impariamo sin dalla giovane età è quello di lavare i piatti, perché si tratta di un'esigenza quotidiana, per tenere la cucina in ordine e pulita, con le stoviglie pronte per essere utilizzate al prossimo pasto....
Pulizia della Casa

Come lavare i piatti in polpa di cellulosa

I piatti in polpa di cellulosa sono biodegradabili, in quanto sono realizzati con degli elementi naturali (come ad esempio la canna da zucchero), presenti nel tronco degli alberi di alcune piante; questi tipi di piatti presentano svariate proprietà come...
Pulizia della Casa

Come lavare i piatti con prodotti naturali

Ogni giorno vengono utilizzati per la pulizia della casa numerosi detersivi, ricchi di sostanze chimiche, nocive per la salute. Inoltre, questo alto consumo di prodotti comporta anche lo smaltimento, attraverso le fognature, di rifiuti potenzialmente...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.