Come lavare i peluches

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

C'è chi li colleziona, chi porta con sé quello della propria infanzia o chi ne subisce l'invasione quotidiana, poiché ha bambini piccoli e, quasi sicuramente, tutti noi ne abbiamo avuto almeno uno: sto parlando ovviamente dei peluches, i nostri amici d'infanzia. Sono dei giocattoli molto comuni ancora oggi perché sono colorati, rappresentano animali amici dell'uomo, oppure personaggi dei cartoni animati. Comunque sia la loro provenienza e la loro fattura, occorre pulirli periodicamente soprattutto se vengono spesso a contatto con i piccoli. A tal proposito, nella seguente guida, vi illustrerò come lavare i peluche nella maniera corretta. Vediamo quindi come procedere.

27

Occorrente

  • Sapone delicato
  • Aceto bianco o acido citrico
37

Innanzitutto, i nemici dei peluche sono principalmente due: macchie di sporco ed acari. Proprio per questo motivo, essi devono essere esclusi dagli ambienti frequentati da allergici. Se il vostro problema è soltanto la polvere e volete evitare di rovinare i vostri pupazzi, esistono alcuni metodi efficaci che escludono l'acqua, come ad esempio riporli una notte in frigo, oppure passarli sotto il getto di vapore del ferro da stiro o di un'aspirapolvere, proprio perché gli acari muoiono sia alle alte che alle basse temperature. Negli altri casi, procederete con un normale lavaggio.

47

Inoltre, scegliete una bella giornata di sole che permetta di asciugare bene il peluche. Se esistono delle indicazioni per il lavaggio, seguitele, altrimenti mettete in lavatrice in ammollo per qualche ora, utilizzando qualche goccia di detersivo per i piatti. Trascorso il tempo necessario, lasciate scaricare l'acqua sporca ed avviate un ciclo normale a 30° con l'aggiunta di un sapone delicato ed escludendo la centrifuga. Successivamente, aggiungete come ammorbidente un cucchiaio di aceto bianco, oppure dell'acido citrico per lasciare il tessuto più morbido.

Continua la lettura
57

Per quanto riguarda i peluche particolarmente delicati e non molto sporchi, potete procedere con un lavaggio a man, o utilizzando del sapone di Marsiglia (anche in scaglie) insieme ad un cucchiaio di sale grosso, proprio per preservare meglio i colori. Infine, ponete attenzione alla fase di risciacquo ricordando che spesso i bimbi, tendono a mordicchiare tutto, e perciò potrebbero venire a contatto con residui di sapone. L'asciugatura deve avvenire in luogo ombreggiato e ventilato; nelle giornate particolarmente torride, stendete i pupazzi nelle ore pomeridiane. Questa fase dovrebbe avvenire in orizzontale, su uno stendino, evitando così anche i segni delle pinze.

67

Guarda il video

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Economia Domestica

Come lavare la lana a mano

La lana è un tessuto naturale al 100% ed è considerato una dei più pregiati. Per questo motivo, è necessario prestare particolare attenzione per quanto concerne il lavaggio onde evitare di rovinare i capi. La maggior parte delle casalinghe utilizza...
Economia Domestica

Come lavare le tende in base al tessuto

La cura della casa comincia dalla pulizia delle tende, un accessorio indispensabile che completa l'arredamento della casa, dando quel tocco in più proteggendo la casa dalla luce e dagli sguardi indiscreti. Perché si mantengano belle come appena acquistate,...
Economia Domestica

Come lavare frutta e verdura

Al giorno d’oggi non si può più essere sicuri di quello che si mangia, è per questo che risulta molto importante l’igiene quando si tratta alimenti, soprattutto per quanto riguarda la frutta e la verdura. Non di rado infatti succede che i vari...
Economia Domestica

Come lavare un giubbino in ecopelle

Sembra la cosa più facile del mondo, ma lavare un indumento richiede spesso molta attenzione. Non solo riguardo alle modalità di lavaggio, ma anche per ciò che concerne i prodotti da utilizzare. Il problema diventa ancora più consistente quando si...
Economia Domestica

Come lavare gli zaini

Gli zaini sono la prima cosa che generalmente acquistiamo prima di iniziare l'anno scolastico. Grandi, capienti e colorati, saranno proprio loro ad accompagnarci nel nostro percorso formativo, tra quaderni, libri di scuola e non solo. Gli zaini contengono...
Economia Domestica

Come lavare i tessuti in seta

La seta è un tipo di tessuto molto delicato e deve essere maneggiato con cura. Tuttavia, è abbastanza facile da lavare perché ha la tendenza naturale a rilasciare lo sporco rapidamente e non richiede il lavaggio a secco per mantenere la sua qualità....
Economia Domestica

10 trucchi per lavare i jeans senza rovinarli

Quando acquistiamo un capo d'abbigliamento e soprattutto i jeans, cerchiamo di mantenerli come nuovi, anche dopo i numerosi lavaggi; non sempre a causa di svariati motivi, ciò è possibile, ma esistono alcuni trucchi, che ci consentono di conservare...
Economia Domestica

Come lavare le bambole

Le bambole sono degli oggetti molto utilizzati anche dai bambini, quindi necessitano della massima pulizia ed igiene. In taluni casi si può inoltre verificare che le bambole, soprattutto quelle molto antiche e per questo conservate in luoghi polverosi,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.