Come lavare i maglioni di lana più delicati

tramite: O2O
Difficoltà: facile
16

Introduzione

A volte si è indecisi su come lavare i maglioni di di lana più delicati. Un ottimo sistema per far durare più a lungo questi maglioni è quello di eseguire il giusto lavaggio. Inoltre è fondamentale il modo con cui si fanno asciugare e si stirano. Questo tutorial si pone l'obiettivo di dare alcuni utili consigli e delle corrette indicazioni su come si possono lavare i maglioni di lana più delicati. Basta attenersi a queste informazioni per avere sempre maglioni morbidi e puliti.

26

Occorrente

  • Detersivo liquido per capi in lana e delicati
  • Un omino (o una gruccia o un appendiabiti)
36

Lavare a mano

È consigliabile lavarli sempre a mano e non in lavatrice. Infatti, anche se si utilizza il lavaggio con il programma più delicato può risultare aggressivo. Per effettuare questo tipo di lavaggio bisogna prendere un catino in plastica, riempirlo di acqua tiepida ed aggiungere la giusta quantità di detersivo liquido per capi in lana. Successivamente bisogna agitare con una mano il detersivo nell'acqua per farlo sciogliere. A questo punto si immerge il maglioncino, coprendolo interamente con l'acqua. Si lascia in ammollo per circa 15 minuti; in seguito bisogna muoverlo un po' nell'acqua, toglierlo e riimmergerlo un paio di volte. Se si notano ancora dei punti sporchi (gomiti, polsini, collo) è opportuno strofinare fino a quando non diventano puliti.

46

Lavare in lavatrice

Adesso bisogna sciacquare abbondantemente sotto l'acqua corrente. In seguito si deve sgocciolare l'acqua in eccesso senza però strizzare il maglione in quanto si può stropicciare. Se si preferisce è possibile passarlo in lavatrice per un ciclo di centrifuga molto delicata. In questo caso è indispensabile utilizzare esclusivamente un apposito programma. Lavare i capi in lavatrice non è sbagliato, ma bisogna fare una giusta scelta del programma. È consigliabile non superare i 40° C ed impostare la centrifuga sul livello più basso.

Continua la lettura
56

Asciugare i maglioni

L'asciugatura rappresenta un momento importante per i capi in lana. La cosa migliore è quella di farli asciugare all'aria, appoggiandoli su uno stendipanni. È consigliabile non mettere i maglioni a contatto con le stecche per evitare che possono farsi delle righe antiestetiche e dannose. Se non è possibile fare l'asciugatura all'aperto (non si dispone di un terrazzo o d'inverno piove spesso) bisogna mettere i maglioni sul termosifone, ma non a contatto diretto. Si devono posizionare degli asciugamani tra il maglione ed il ripiano caldo. Non è opportuno stirare il maglione di lana in quanto non ce n'è bisogno e poi perché il calore diretto lo infeltrisce.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Pulizia della Casa

Come Lavare I Capi Di Lana

La lana è un tessuto tanto pregiato quanto delicato, e proprio per questo motivo, vorrei darvi alcuni suggerimenti indispensabili su come lavare nella maniera corretta i capi di lana, per evitare di sformare e rovinare gli stessi durante questo processo....
Pulizia della Casa

Come lavare le sciarpe in lana

Le sciarpe di lana sono molto utilizzate nei mesi invernali, in quanto proteggono dal freddo: trascorso questo periodo giunge il momento di dare una bella rinfrescata. Ma come fare a lavarle senza rovinarle? Molto spesso la paura di sbagliare il lavaggio,...
Pulizia della Casa

Come lavare le coperte di lana a mano e in lavatrice

Dopo un'intera stagione invernale e dopo aver dormito decine e decine di notti con le vostre coperte di lana arriverà il momento in cui dovrete lavarle. Quando le temperature cominceranno ad aumentare e sarà il momento del cambio di stagione sarà molto...
Pulizia della Casa

Come lavare i plaid in lana o in pile

Il pile è un tessuto sintetico moderno, inventato intorno agli '80 in una fabbrica tessile americana. E’ una fibra molto interessante, perché come la lana mantiene caldi e rispetto ad essa presenta addirittura anche molti vantaggi. Se avete sbadatamente...
Pulizia della Casa

Come lavare una coperta in lana merinos

La Merinos è una qualità particolarmente pregiata di lana: molto soffice e ampiamente confortevole, viene ottenuta dal manto dell'omonima razza di pecore; è composta da fibre estremamente fini e tipicamente arricciate, le quali riescono a trattenere...
Pulizia della Casa

Come lavare la lana dei cuscini

La lana, fin dall’antichità, è stato uno dei prodotti più utilizzati nell’abbigliamento e per le imbottiture di materassi e cuscini. Oggi sono poco utilizzati, perché si preferiscono cuscini in altro materiale, come il lattice, le piume d’oca...
Pulizia della Casa

Come lavare un tappeto in lana

La lana è una fibra naturale calda e morbida. Si utilizza soprattutto per la creazione di molti indumenti. Ma i suoi usi si estendono anche alla realizzazione di coperte. Oppure per imbottire i piumoni ed i cuscini. Pertanto anche nell'arredamento della...
Pulizia della Casa

Come lavare i capi in lana d’angora

I capi realizzati con la lana d'angora sono molto pregiati. Si tratta di una lana estremamente soffice e sottile che, per essere lavorata ha la necessità dell'aggiunta di filo di seta o di cotone. Proprio per questo motivo il capo sarà molto più costoso...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.