Come Lavare I Capi Di Lana

Tramite: O2O
Difficoltà: facile
17

Introduzione

La lana è un tessuto tanto pregiato quanto delicato, e proprio per questo motivo, vorrei darvi alcuni suggerimenti indispensabili su come lavare nella maniera corretta i capi di lana, per evitare di sformare e rovinare gli stessi durante questo processo. Leggete quindi i tre brevi passi che seguono, per scoprire tutti i trucchi e salvaguardare i vostri preziosi capi. Iniziamo!

27

Occorrente

  • Detersivo
  • Sapone in scaglie di Marsiglia
  • Aceto
  • Bicarbonato
  • Asciugamano di spugna
  • Ammoniaca
  • Due limoni
37

Come prima cosa, la lana deve essere necessariamente lavata in acqua tiepida e con un detersivo per lana o, in alternativa, con un po' di sapone di Marsiglia a scaglie. Immergete il capo da lavare nell'acqua e premetelo delicatamente tra le mani, senza mai strofinare o torcere lo stesso, per evitare che la lana si infeltrisca. Fatto ciò, sciacquate il tutto subito e molto bene, utilizzando abbondante acqua alla stessa temperatura, sempre per evitare l'infeltrimento causato sia dagli sbalzi di temperatura, sia dai residui di sapone. Inoltre, non alzate gli indumenti di lana da un solo lembo, perché altrimenti il peso dell'acqua li potrebbe sformare.

47

Successivamente, all'ultimo risciacquo dei vostri capi di lana, aggiungete nell'acqua un cucchiaio di aceto bianco o di bicarbonato, per rendere la lana morbida e ravvivarne i colori. A questo punto, dovrete eliminare l'acqua in eccesso. Non strizzate quindi il capo, ma arrotolate l'indumento all'interno di un asciugamano di spugna, per tutelarne la forma e la qualità iniziale, e premete lo stesso con le mani in modo che l'acqua venga assorbita dall'asciugamano di spugna. Ovviamente, se avete dei capi di lana mista "ossia con cucita con l'ausilio interno di fibre sintetiche, ricordate che potrete saltare questi passaggi e procedere con un lavaggio completo all'interno della lavatrice".

Continua la lettura
57

Qualora il vostro capo di lana si fosse infeltrito, tentate di recuperarlo immergendolo per circa 24 ore in acqua fredda con l'aggiunta di un cucchiaio di ammoniaca per ogni litro d'acqua, oppure lasciate lo stesso un paio d'ore in acqua fredda, a cui avrete precedentemente aggiunto un quarto di un litro di latte per ogni litro d'acqua. Se la lana risulta invece leggermente ingiallita, lasciate il vostro capo a bagno per 24 ore in acqua e nel succo di due limoni, con l'aggiunta di un cucchiaio di acqua ossigenata per ogni tre litri d'acqua. Infine, per ravvivare i colori della lana, lasciate il vostro capo a bagno in acqua aggiungendo a quest'ultima un cucchiaio di bicarbonato o un bicchiere di aceto bianco. Buon lavoro!

67

Guarda il video

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Pulizia della Casa

Come lavare i capi in lana merinos

La lana merinos è un tipo di fibra tessile di origine animale che si ottiene dalle omonime pecore; infatti, si tratta di un filato molto pregiato e ricercato soprattutto per le sue caratteristiche come lo spessore, la leggerezza e la morbidezza. Queste...
Pulizia della Casa

Come lavare correttamente i capi bianchi

Prima di prendere in considerazione come lavare correttamente i capi bianchi è fondamentale sapere la qualità del tessuto con cui sono stati confezionati: cotone, lana oppure fibre sintetiche. Logicamente i capi in cotone sono molto semplici da trattare;...
Pulizia della Casa

Come ammorbidire i capi in lana

Il lavaggio della lana può rappresentare un vero e proprio cruccio anche per le migliori casalinghe, essendo questo tipo di tessuto completamente diverso da tutti gli altri. Sicuramente sarà capitato a tutti di lavare una sciarpa di lana, per poi scoprire...
Pulizia della Casa

Come lavare a mano i capi delicati senza rovinarli

Lavare a mano i capi delicati è il modo migliore per non rovinarli e, nella maggior parte dei casi, il più indicato per mantenere le fibre sempre perfettamente elastiche e per mantenerle più a lungo nel tempo. Come sappiamo benissimo, infatti, la lavatrice...
Pulizia della Casa

Come lavare capi acrilici in lavatrice

Ecco qui una guida pratica e veloce, attraverso il cui aiuto poter essere in grado di imparare come e cosa fare, per lavare i capi che sono acrilici, in lavatrice, senza però incorrere in errori e possibili disastri, che finirebbero per compromettere...
Pulizia della Casa

Come lavare i capi di velluto in lavatrice

Il velluto è un tipo di tessuto molto morbido che si usa per indumenti caldi, ma anche per elementi di tappezzeria come la copertura dei divani e pesanti tendaggi. Si tratta di un tipo di stoffa molto delicato e soprattutto in fase di lavaggio si devono...
Pulizia della Casa

Come lavare i capi a mano

Su tutti i capi che acquistiamo, è presenta una piccola etichetta che ci indica quando l'abito può essere lavato in lavatrice, e quando invece si deve necessariamente lavare a mano, per non rovinare il tessuto delicato o anche per non danneggiare qualche...
Pulizia della Casa

Come lavare i maglioni di lana più delicati

A volte si è indecisi su come lavare i maglioni di di lana più delicati. Un ottimo sistema per far durare più a lungo questi maglioni è quello di eseguire il giusto lavaggio. Inoltre è fondamentale il modo con cui si fanno asciugare e si stirano....
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.