Come isolare un muro interno con una parete in cartongesso

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Se avete una parete della casa che intendete isolare sia dal punto di vista termico che acustico, potete usare il cartongesso. Questo materiale è ideale per ottimizzare il risultato perché è ignifugo, si presenta perfettamente levigato e la posa avviene in modo rapido e pulito. In riferimento a ciò, ecco una guida su come isolare un muro interno con una parete in cartongesso.

26

Occorrente

  • Pannelli in cartongesso
  • Listelli in alluminio
  • Trapano elettrico
  • Fischer
  • Lana di roccia
  • Pannelli di sughero o di polistirolo
  • Poliuretano espanso
  • Garza plastificata per giunture
  • Stucco murale
  • Carta abrasiva
36

Creare il supporto sul muro

Il primo passo da compiere per isolare il muro interno, prevede l'uso di listelli in alluminio che servono per creare il supporto sulla parete, e che consentono poi di applicare i pannelli in cartongesso. Per fissarli basta utilizzare un trapano elettrico e dei fischer, fino a creare una sorta di griglia. Ultimato il lavoro di tutti i listelli, non vi resta che provvedere ad inserire nella suddetta griglia del materiale isolante, che deve precedere la posa dei pannelli in cartongesso.

46

Inserire i materiali isolanti

In commercio ci sono molti materiali isolanti, che si possono sfruttare per inserirli all'interno della griglia realizzata con i listelli in alluminio. Tra questi troviamo i pannelli di sughero e di polistirolo; infatti, entrambi si incollano, ma nel contempo è necessario sagomarli in base ai quadrati o ai rettangoli ottenuti assemblando i suddetti listelli. Per guadagnare tempo si possono usare altri due funzionali materiali, come ad esempio la lana di roccia e il poliuretano espanso. Entrambi sono tra i migliori prodotti fonoassorbenti, hanno un costo irrisorio e non richiedono alcun trattamento prima e dopo la posa. Una volta riempite le cavità naturali del supporto in alluminio, possiamo procedere con il fissaggio dei pannelli in cartongesso. Terminata la posa, nelle giunture si applica un'apposita garza plastificata e poi si usa dello stucco coprente, ed alla fine si provvede alla fase di carteggio in modo da ottenere la parete isolante pronta per la tinteggiatura finale.

Continua la lettura
56

Completare il lavoro con le finiture

Una volta terminata la parete in cartongesso si può completare il lavoro con le finiture, quindi con un'altra eventuale stuccatura per occultare i fischer e poi con la tinteggiatura. A margine è importante sottolineare che se invece di usare la lana di roccia abbiamo optato per il poliuretano espanso, questo prodotto lo possiamo anche applicare alla fine. Infatti, basta praticare dei piccoli forellini ai quattro lati della parete e al centro, per poi inserire il beccuccio della bomboletta spray di poliuretano espanso che ci consentirà di isolare il muro con il minimo sforzo.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Ristrutturazione

Come rinforzare una parete in cartongesso

Per rafforzare una parete in cartongesso, esistono diversi metodi, regole e sottigliezze che possono differire a seconda della natura della superficie, della curvatura delle pareti e dello scopo funzionale per il quale viene utilizzato il cartongesso....
Ristrutturazione

Come abbattere una parete di cartongesso

È piuttosto frequente trovare dei muri in cartongesso all'interno delle abitazioni edificate dal 1950 in poi. La parte di intonaco con gesso è più resistente in confronto ai muri secchi, ma è possibile che si rovini con il tempo fino alla completa...
Ristrutturazione

Come realizzare una parete in cartongesso

Realizzare una parete in cartongesso è un'operazione non troppo difficile e se ci si applica con attenzione può diventare anche divertente. Generalmente, opere come questa, possono risolvere diversi problemi dei nostri spazi, come ad esempio dividere...
Ristrutturazione

Come stuccare una parete in cartongesso

Oggi dedicheremo un'intera guida al fai da te, e in particolare a come stuccare una parete in cartongesso. Questo tipo di materiale è usato in particolare per dividere ambienti senza la necessità di dover utilizzare mattoni, cemento e quant'altro, oppure...
Ristrutturazione

Come fare una parete in cartongesso

Il cartongesso è un materiale molto utilizzato in edilizia perché economico e resistente nel tempo: come dice la parola stessa, è formato da una parte di gesso, racchiusa tra due fogli di cartone. È un materiale davvero molto versatile e si può usare...
Ristrutturazione

Come costruire un muro in cartongesso

In qualsiasi abitazione prima o poi giunge il momento di dover eseguire dei lavori di ristrutturazione, i quali possono essere necessari sia per garantire la sicurezza della struttura, sia per abbellirne gli interni e gli esterni. Questi lavori possono...
Ristrutturazione

Come realizzare un armadio a muro in cartongesso

Sfruttare al meglio gli ambienti spesso è fondamentale, in modo particolare, se si ha una casa con una quadratura limitata. Uno dei modi per guadagnare spazio in una camera da letto è costruire un armadio a muro in cartongesso, così da utilizzare angoli...
Ristrutturazione

Come isolare una parete interna dalla muffa

La presenza della muffa in una abitazione è un problema fastidioso, ma anche dannoso. La muffa si crea per l'azione di organismi che si moltiplicano con l'umidità. E spesso si scorgono macchie di muffa, più o meno grandi, sul soffitto o dietro i mobili....
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.