Come intervenire su un sifone in plastica detto a bicchiere

Tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Lo scarico intasato è un po' il problema di tutti e, nonostante proviamo continuamente i prodotti tanto consigliati in televisione, l'inconveniente torna immancabilmente. Inoltre il nostro è un sifone in plastica detto a bicchiere che generalmente troviamo o sotto il lavello, quindi facilmente otturabile per i residui di cibo che giornalmente si ritrovano nei piatti che laviamo, o sotto il lavabo che si intasa con i capelli quando ci pettiniamo. Come intervenire? Niente paura. Bastano 3 semplici mosse per risolvere la questione: capire la causa, risolvere il problema, evitare che si ripresenti. Questa semplice guida ci spiegherà come intervenire su un sifone in plastica detto a bicchiere.

27

Occorrente

  • sifone in plastica a bicchiere
  • panno umido
  • fili
  • bacinella o secchio
  • nastro teflon
  • retina
37

Innanzitutto il sifone detto a bicchiere è quello più comune in cucina ed in bagno. Il nome si riferisce alla parte inferiore che fa la funzione di sifone e che è chiamata appunto "a bicchiere". È qui che si accumulano i residui. Quali sono le cause? Nel lavabo del bagno immancabilmente si accumulano i capelli. Questi formano un intasamento sia da soli sia impastandosi al sapone usato per lavarsi. Inoltre, se i capelli formano una sorta di rete, qualunque cosa cada nel lavello (pinzette, filo interdentale) rimarrà impigliato contribuendo ad aggravare l'intasamento. In cucina si tratta di residui alimentari o pezzetti di plastica o carta. La buona notizia è che questo sifone si può facilmente svitare, con qualche accorgimento, a mano. Evitiamo dunque se possibile l'intervento di un idraulico e vediamo come fare!

47

È consigliabile evitare assolutamente di usare prodotti chimici. Vero è che momentaneamente il prodotto può sciogliere il residuo, ma se non si liberano le vie e soprattutto si impara a non ostruirle nuovamente, l'uso ripetuto di questi agenti chimici sarà del tutto superfluo. La prima cosa da fare è posizionare uno straccio al di sotto del lavandino per evitare imprevisti allagamenti o anche macchie a terra. Sopra lo straccio e sotto il lavello poggiamo un catino o un secchio. A questo punto svitiamo il sifone (cioè il cosiddetto bicchiere) con una mano, tenendo ben saldo con l'altra il resto del sifone. L'ostruzione, dopo aver tolto e svuotato il bicchiere, dovrebbe risolversi immediatamente. Infatti è proprio lì che si accumulano i detriti. Tuttavia potrebbe essere necessario aiutarci con un fil di ferro per togliere dal sifone ogni eventuale residuo rimasto.

Continua la lettura
57

Ma come evitare che l'otturazione si ripresenti? Con qualche semplice buona norma. Innanzitutto cerchiamo di evitare i saponi in polvere (ad esempio se abbiamo l'abitudine di lavare qualche indumento nel lavandino). Il sapone in polvere per definizione lascia residui granulosi che, a lungo andare formano tappi (e si impastano con i capelli). Evitiamo poi in ogni modo di scaricare nel lavandino olio o grasso. A parte il fatto che queste sostanze andrebbero smaltite separatamente, possono intasare i tubi. Un ultimo consiglio è quello di posizionare nella piletta del lavello e del lavandino una retina, per evitare che capelli e altri residui vadano a finire nel sifone otturandolo.

67

Guarda il video

77

Consigli

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Ristrutturazione

Come sostituire una presa elettrica a parete

Come tutti i dispositivi anche le prese elettriche ad un certo punto si guastano, e quando ciò accade è necessario sostituirle. In commercio ne esistono di svariate tipologie ed ognuna con una particolare caratteristica. Per fare un esempio, ci sono...
Ristrutturazione

Come coibentare un tetto in metallo

Essere proprietari di una qualsiasi costruzione provvista di un tetto in metallo rappresenta senza dubbio una soluzione molto utile e funzionale. Si pensi ad esempio ad un magazzino o ad un box: luoghi utilissimi per tutte quelle aziende che desiderano...
Ristrutturazione

Come creare l'effetto fumo dei film sul pavimento della nostra casa

Esistono diversi metodi per creare grandi quantità di fumo come si vede nei film; in questa guida vediamo come produrre questo effetto scenico sul pavimento della nostra casa spendendo pochissimo e utilizzando solo innocuo vapore acqueo. Servirà un...
Ristrutturazione

Come eliminare le bolle dalla carta da parati

La casa rappresenta un luogo dove sentirci a proprio agio. Infatti le varie stanze vengono decorate in base ai propri gusti personali. La prima cosa da fare quando copriamo casa, è la seguente. Cioè dare una rinfrescata alle pareti. Quindi bisogna scegliere...
Ristrutturazione

Come rimuovere la vernice riflettente

La rimozione di ogni tipo di vernice è senza dubbio tra le operazioni di pulitura di certo più impegnative e difficili da realizzare. Non si sa mai da dove iniziare e, soprattutto, in che modo intervenire. Le cose possono diventare ancora più complesse...
Ristrutturazione

Come migliorare la coibentazione del tetto di una casa

Il tetto rappresenta senza dubbio una parte spesso trascurata della casa ma che, in verità, è molto importante. Non solo perché, come è ovvio, ripara dalla pioggia e dalle intemperie, ma anche perché svolge una significativa funzione di isolamento...
Ristrutturazione

Come rimediare alle crepe sul muro

Capita spesso di vedere delle crepe sul muro, sui pilastri o sulle costruzioni in cemento. In tutti i casi indicano la presenza di qualche problema da non sottovalutare per preservare la nostra incolumità. Se si tratta di piccole fessure, possiamo rimediare...
Ristrutturazione

Come restaurare un pavimento antico

Per questo intervento ci sono diversi materiali, che opportunamente maneggiati, ci consentono di effettuare un ottimo lavoro. Se nella nostra casa abbiamo un pavimento antico e non intendiamo sostituirlo, possiamo invece intervenire con piccoli restauri...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.