Come installare un timer per boiler

tramite: O2O
Difficoltà: media
18

Introduzione

Per chi possiede un boiler elettrico sa bene quanto viene a costare l'acqua calda in un mese, a dispetto dei vari accorgimenti, quali regolare il termostato a 60 gradi in inverno e 40 gradi in estate, ciò nonostante i costi sulla bolletta sono quasi sempre alti. Per poter risparmiare ulteriormente, sopratutto quando si è tutto il giorno fuori casa e si rientra tutti il tardo pomeriggio o la sera, si può ricorrere al timer: nei passi che seguono vedremo come installare un timer per boiler.

28

Occorrente

  • timer
38

Il timer applicato al boiler dell'acqua calda, consente di programmare la sua accensione per quando serve l'acqua calda: ad esempio all'alba, in modo che quando ci si alza per lavarsi si trova sempre l'acqua calda, oppure qualche ora prima del rientro dal lavoro: in questo modo si ha un bel risparmio di energia elettrica, perché il boiler si accende solo quando serve e per il tempo necessario a riscaldare una certa quantità di acqua.

48

L'istallazione del timer è alquanto facile e poco costosa; bisogna tener presente, al momento dell'acquisto, alcune considerazioni. Il timer che si desidera istallare dovrà essere in grado di sostenere il carico di 1200 V con relativo assorbimento di corrente di 230 V; in alcuni timer vi è la presenza di due contatti NO, inoltre bisogna vedere se il timer deve essere istallato presso l'interruttore bipolare oppure direttamente sul "frutto". In entrambi i casi si consiglia il parere di un elettricista.

Continua la lettura
58

Fatta questa premessa, il metodo più semplice di istallare un timer al boiler è quello di recarsi in un negozio specializzato è lasciarsi consigliare dai commessi circa l'acquisto del timer più adatto alle proprie esigenze; tra i più semplici da istallare in commercio ci sono i timer analogici, predisposti per essere inseriti direttamente nella presa di corrente elettrica diventando a loro volta presa per la spina dello scaldabagno. Sono muniti di un orologio a disco, attraverso i piolini neri che generalmente si abbassano sull'ora prescelta, si accende una lucetta rossa, quando il boiler si azionerà si accende una lucetta verde. Oltre al timer analogico, c'è anche quello digitale con le stesse funzioni e va anch'esso inserito semplicemente nella presa di corrente.

68

Poi, in base alle necessità vi è anche un timer che va installato direttamente nella mascherina della corrente elettrica: si rimuove l'interruttore bipolare (ricordarsi sempre di togliere la corrente prima di intervenire sui fili elettrici), si liberano i fili del boiler che prima erano collegati all'interruttore, si lasciano passare all'esterno attraverso una delle fessure della mascherina stessa, si collegano i fili alla spina del timer, in modo da avere un collegamento diretto. Si sistema poi il tutto nella nicchia nel muro, si avvita la mascherina ed infine si inserisce la spina. Questo tipo di timer ha molteplici funzioni si può programmare per un'intera settimana.

78

Guarda il video

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Economia Domestica

Come installare una stufa alogena

Riscaldare uno o più ambienti utilizzando la corrente elettrica non può certo definirsi il miglior sistema per ridurre i costi energetici, o per consumare energia tenendo conto dell'ecosostenibilità. Se proprio non potete farne a meno e non vi è...
Economia Domestica

Come installare un termostato digitale programmabile

Quando si decide di acquistare una casa sprovvista di sistemi di riscaldamento, nasce il bisogno di doverne installare uno. Ecco che esistono una serie di dispositivi capaci di regalarci il giusto tepore all'interno della nostra abitazione. Il termostato...
Economia Domestica

Come installare un condizionatore senza unità esterna

Il condizionatore rappresenta senza dubbio uno degli elettrodomestici più utilizzati al giorno d'oggi. Sono tantissime infatti ormai le persone che in casa ne possiedono almeno uno che riesca a dare refrigerio nei mesi estivi e che riesca a riscaldare...
Economia Domestica

Come e dove installare il termostato in una casa a due piani

In questo articolo, che ci accingiamo a scrivere, vogliamo proporvi il modo per imparare come ed anche dove installare, nella maniera corretta e semplice, il termostato in una casa a due piani.Cercheremo anche in questo caso, di fornirvi la maniera più...
Economia Domestica

Come installare i pannelli solari per riscaldare una piscina

Se si riscalda una piscina con il solo ausilio della corrente elettrica i costi posso essere molto elevati durante tutto il periodo dell'utilizzo della piscina. Se invece vengono utilizzati dei pannelli fotovoltaici per effettuare la stessa operazione,...
Economia Domestica

Come installare una stufa senza canna fumaria

In commercio esistono diverse tipologie di stufe, alcune delle quali si installano senza la canna fumaria. In alcuni edifici la canna fumaria non esiste nemmeno, e non sempre è possibile realizzarne una. Le stufe senza la canna fumaria riescono a ricreare...
Economia Domestica

Come installare una caldaia combinata

Con l'arrivo dell'inverno non si può fare a meno di accendere i riscaldamenti. Anche i consumatori più attenti, sanno che l'accensione della caldaia comporta dei costi notevoli, specialmente se si utilizza il gas metano. Un notevole risparmio sulla...
Economia Domestica

Come installare una stufa in ghisa

La ghisa è una lega composta da ferro e carbonio; questo materiale è utilizzato per il rivestimento delle stufe a legna in quanto è un ottimo conduttore di calore. La ghisa è in grado di accumulare le radiazioni termiche che rilascia lentamente nell'ambiente;...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.