Come installare un sensore di movimento

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Per questioni di sicurezza, delle volte è utile tenere sott'occhio o per la privacy su un particolare oggetto di interesse. Grazie al nuovo mondo della tecnologia, è possibile, attraverso diversi strumenti e oggetti che permettono di sorvegliare ed essere avvertiti di possibili movimenti. In questa guida punteremo la nostra attenzione sull'uso di un particolare dispositivo che può in certo modo salvaguardare ciò che desideriamo. Vedremo infatti in maniera chiara come poter installare un sensore di movimento in pochi passaggi. Ovviamente la guida si presenta solo come una semplice manuale illustrativo a scopo di presentare l'argomento. Se foste dei principianti all'esordio in questo tipo di lavoro vi consiglio di non intraprenderlo.

26

Occorrente

  • Sensore di movimento
  • Trapano
  • Dado di bloccaggio
36

Il primo passo per installare un sensore di movimento è sicuramente quello di trovare un sensore che si adatta al proprio sistema di illuminazione. Ovviamente, il montaggio del sensore di movimento dipende da alcuni fattori condizioni. Il sensore può includere knockout: se il sensore non include un "knockout", ovvero un foro preesistente, è necessario forarlo con un trapano e con una punta da 3 millimetri. Girare l'interruttore sulla posizione OFF, togliere l'apparecchio dalla sua sede e testare i collegamenti prima di rimuoverli. Se il tester indica che non vi è tensione, estrarre i cappucci di protezione e separarli l'uno dall'altro. È importante non dimenticare di scollegare anche il cavo della messa a terra.

46

In secondo luogo bisogna trovare un punto sulla sua superficie in cui è possibile installare il sensore. Si può utilizzare il trapano per creare il buco d'accesso e livellare eventuali bordi taglienti. Dopo che si è creato il buco è importante anche fare in modo che non rimanga all'interno nessuna limatura di metallo, controllando e in tal caso rimuovere.
Infilare la bussola di gomma e l'albero motore, facendo scorrere i suoi cavetti attraverso il foro d'accesso. Usare il dado di bloccaggio in dotazione per fissare il tutto.

Continua la lettura
56

Vi sono tre fili presenti: uno nero, uno bianco e un altro rosso. Collegare il cavetto bianco del sensore a quello del cablaggio principale. Il nero va collegato a quello rosso e quindi al nodo principe. Fissare il fascio con un cappuccio di protezione e avvolgere il dado bloccante con del nastro isolante. Ricollegare la messa a terra e bloccare l'impianto tenendolo sempre con le spalle al muro e invertendo le misure adottate per rimuoverlo. Girare l'interruttore su ON, posizionare la levetta corrispondente nella direzione che si desidera e impostare il livello di sensibilità. Infine, bisogna vedere se al passaggio di una persona il sensore è funzionante. A questo punto della guida non rimane altro da fare che mettersi a lavoro con i consigli qui elencati.

66

Guarda il video

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Ristrutturazione

Come installare i ripartitori di calore

Gli impianti di riscaldamento di vecchi edifici commerciali o ad uso abitativo spesso dispongono di un’unica unità riscaldante (caldaia) ad emissioni centralizzate. Naturalmente ogni singolo esercizio o abitazione residente ha esigenze diverse in tema...
Economia Domestica

I principali termometri da cucina

La cucina si sa, è un'arte, e come tale richiede professionalità e maestria. Se un tempo le massaie sapevano come cucinare e quale temperature erano adatte per particolari cibi, attualmente la tecnologia ha soppiantato l'intuito facilitando gran parte...
Economia Domestica

Lampade a energia solare: consigli per l'utilizzo

Si caricano con i raggi solari e, di notte, sprigionano tutta la loro energia garantendo un'illuminazione davvero ottimale. Stiamo parlando delle modernissime e funzionali lampade ad energia solare. Questo particolare strumento sta incontrando un successo...
Ristrutturazione

Come installare una porta automatica nel garage

Riuscire ad Installare un porta automatica nel garage è un lavoro abbastanza facile, ma è sempre preferibile consultare le istruzioni fornite dal produttore: prima di cominciare con l'installazione, dovrete accertarvi che la porta sia lubrificata bene...
Arredamento

Idee per illuminare il ripostiglio

Il ripostiglio è da sempre l'angolo più trascurato delle nostre case. È una stanza che non fa che accogliere cataste di ricordi e oggetti in disuso all'interno del proprio grembo, cataste che di anno in anno crescono di dimensione, accaparrandosi quel...
Economia Domestica

5 consigli per scegliere la luce notturna

Che si tratti di dover rassicurare i bambini, di rischiarare a sufficienza un corridoio per evitare di illuminare fastidiosamente le stanze durante le levate notturne o di creare un po' di atmosfera per una serata di relax o romantica, prima o poi a tutti...
Arredamento

Come scegliere l’asciugatrice

L'asciugatrice è un elettrodomestico abbastanza utile; in commercio esistono vari modelli e design. Generalmente l'asciugatrice ha una larghezza inferiore a 75 cm, una profondità che varia dai 25 cm ai 45 cm ed un'altezza compresa tra i 35 cm e i 45...
Esterni

Faretti da esterno: come sceglierli

In commercio esiste un vastissimo assortimento di soluzioni per l'illuminazione da esterni e scegliere quello piú adatto alle proprie esigenze e gusti puó rivelarsi complicato. Se giá avete optato per i faretti siete a metá dell'opera: avete le idee...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.