Come incollare le piastrelle

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Per incollare le piastrelle in modo tale da ottenere un buon lavoro è essenziale grande precisione e allo stesso tempo una certa abilità manuale. Si raccomanda inoltre un certo tempismo, infatti è fondamentale non essere troppo lenti nei movimenti per l'incollaggio, onde evitare il rischio di far asciugare la colla ancor prima di attaccare le piastrelle! Andiamo ora a vedere il procedimento. Vediamo come fare seguendo questi pochi e semplici passi.

26

Spalmare l'adesivo sulla parete

Come prima cosa, con l'aiuto di una spatola dentellata, spalmate l'adesivo sulla parete che intendete rivestire. Attenzione, è importante ricordare che la scelta del tipo di spatola dipende direttamente dal materiale della parete sulla quale state lavorando, perciò sceglietela a dentatura grossa per le piastrelle in ceramica, rivestimenti in marmo, piastrelle in PVC duro e plastica, pannelli metallici; a dentatura fine per piastrelle in mosaico, carte plastificate a rilievo permanente, piastrelle in plastica con faccia posteriore liscia.

36

Applicare le piastrelle

Chiaramente questo procedimento è più costoso rispetto a quello che prevede sul fondo l'uso dello stucco. L'adesivo dev'essere adoperato a temperatura ambiente e va spalmato in una superficie limitata, che possa essere ricoperta nel giro di 15/20 minuti. È inoltre importante ricordare che la quantità di adesivo da spalmare dipende anche nuovamente dal tipo di piastrella. Per applicare le piastrelle premete con forza sulla superficie di fondo, così da farle assestare in loco e farle combaciare perfettamente con quelle vicine. In questo link sono presenti una serie di passaggi riassuntivi che ci mostrano come posare le piastrelle di qualsiasi tipo, in modo rapido e semplice.  

Continua la lettura
46

Pulire le piastrelle

Per ottenere una spaziatura uguale tra le piastrelle è necessario inserire con cura nei giunti dei piccoli cunei di legno preparati precedentemente la posa e che devono essere rimossi appena dopo l'inizio di presa dell'adesivo. Per poterli successivamente estrarre dovete attuare una leggera pressione sulla piastrella attaccata alla parete, in modo tale che, nel caso fossero incollati tra di loro, non si stacchi assieme al cuneo. Infine l'ultimo passaggio, definito di "finitura". Consiste nel pulire a fondo le piastrelle da eventuali resti del collante, per mezzo di una spugna umida oppure di un panno imbevuto di alcool denaturato. L'eccesso di collante essiccato va rimosso dalle piastrelle in ceramica con lana d'acciaio sottile. Passate almeno 24 ore successive al collaggio è possibile procedere alla stuccatura dei giunti tra le piastrelle con un fondo adatto, o con cemento bianco applicato con spugna o con spatola di gomma. L'eccesso si pulisce nuovamente con un panno una volta raggiunta l'essiccazione.  

56

Guarda il video

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Ristrutturazione

Come posare le piastrelle nel bagno

Piastrellare il pavimento del bagno può essere un progetto di manutenzione della casa gratificante ed economicamente efficace, quando si hanno i materiali adatti e si pianifica bene. Le piastrelle sono sicuramente il rivestimento migliore per le stanze...
Ristrutturazione

Come sigillare le piastrelle di marmo

Il marmo rimane sempre un'alternativa molto elegante da utilizzare per pavimentare soggiorni, camere, bagni o altri vani di case, di condomini, di negozi, ecc.. Anche per le pareti del bagno, il marmo offre una resa di altissimo livello estetico e di...
Ristrutturazione

Piastrelle a specchio: pro e contro

Una delle soluzioni più di tendenza nella realizzazione o ristrutturazione di una casa sono le piastrelle a specchio. Per le personalità più vanitose e i narcisisti dichiarati, le piastrelle a specchio sono consigliate, non solo come rivestimento,...
Ristrutturazione

Come scegliere le piastrelle a stencil adatte all'ambiente

Le piastrelle a stencil sono degli adesivi decorativi che possono essere attaccati direttamente sulle normali piastrelle di ceramica, di porcellana o di qualsiasi altro materiale. Si tratta di un sistema particolarmente utilizzato da coloro che desiderano...
Ristrutturazione

Come rinnovare le fughe nelle piastrelle e pavimenti

Sia sui pavimenti che sulle pareti, in tinta unita o fantasia, le piastrelle creano una bella decorazione, di cui una delle caratteristiche principali, è costituita dalla durata, dato che è difficile logorarle. Alle volte, però, può accadere di dover...
Ristrutturazione

Come posare le piastrelle in graniglia di cemento

Le piastrelle in graniglia di cemento sono un particolare esempio di pavimentazione che fino a poco tempo fa venivano utilizzate per le abitazioni residenziali. Negli ultimi anni sono ritornare alla ribalta, grazie alle loro ottime qualità. In primis...
Ristrutturazione

Come posare le piastrelle in pietra lavica smaltata

Affascinanti, misteriose, quasi vive, le piastrelle in pietra lavica smaltata sono la quintessenza del folklore fashion che proviene dalle terre dell'Italia Meridionale. Raccontano tante storie e sembrano voler animare di passione le nostre pareti. Bicolore,...
Ristrutturazione

Come rimuovere le piastrelle delle pareti

Se in cucina oppure nella stanza da bagno intendiamo sostituire le piastrelle poiché non ci soddisfano più per il loro colore oppure sono visibilmente scheggiate e quindi antiestetiche, per rimuoverle ed evitare di rompere il muro sottostante è necessario...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.