Come impiattare i primi

Tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Quando preparate una deliziosa cena, oltre al gusto che avranno le vostre pietanze, sarà di fondamentale importanza un decoro che rappresenti al meglio il cibo che portate in tavola. La cucina infatti è un'esplosione per le diversità e particolarità di sapori, ma ricordate che anche l'occhio vuole la sua parte. Anche se all'apparenza può sembrare semplice, impiattare bene una pietanza, richiede alcuni piccoli trucchetti che risulteranno fondamentali per fare un'ottima figura. Ecco come impiattare i primi.

27

Occorrente

  • Piatti particolari, coppapasta.
37

Il cibo deve essere sia buono che accattivante e per raggiungere una presentazione di primi piatti degni da ristorante, è importante non tralasciare l'aspetto estetico. Dovrete esaltare i colori di ogni alimento e dovrete cuocerli nella maniera giusta. Per dare il tocco finale, ricordate sempre di aggiungere un'erbetta fresca o un pezzetto di verdura altrettanto fresca.

47

Iniziate con la scelta della forma del piatto in cui andrete e poggiare il vostro primo piatto (tagliatelle, spaghetti, linguine ecc.). Se si tratta di pasta lunga, ponetela su un piatto ampio e preferibilmente quadrato. Mettete un coppa-pasta poggiato sul piatto e aggiungete al centro di esso con una forchetta la vostra pasta lunga. Girate in senso orario la forchetta e piano piano lasciate andare gli spaghetti sul piatto.

Continua la lettura
57

Giocate anche con la scelta dei colori. Il vostro primo piatto (linguine, spaghetti, pasta al forno, tagliatelle, pennette, ecc.) non dovrà essere monocromatico ma dovrà contenere colori contrastanti e vivaci. Se ad esempio servite un piatto di pasta al pesto genovese, potete aggiungere ai lati del piatto due pomodorini tagliati a metà che daranno una luce nuova al piatto.
Se la pasta contiene un sugo cremoso, aggiungete un pizzico di croccantezza al piatto.

67

Per impiattare una pasta corta, prendete una coppetta ricopritela con il brodo della pasta e aggiungete eventuali condimenti come: legumi, verdure, uova e tutto ciò che più si gradisce. Aggiungete sulla pasta una manciata di prezzemolo tritato. Volendo se il piatto lo permette, è possibile aggiungere anche del parmigiano grattugiato. Per gli amanti del peperoncino, sbriciolate un peperoncino e posizionate i semini tutti intorno al piatto come una coroncina. Nel caso in cui la pasta è condita con il pesto, sistematela su un piatto liscio, possibilmente al centro e intorno guarnite con i pinoli e il basilico. Se la pasta è condita con i pomodorini, impiattate la pasta al centro e sistemate i pomodorini lateralmente, con qualche foglia di basilico.

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Fate sempre mini porzioni e non esagerate con le quantità.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Economia Domestica

Come impiattare gli spaghetti

La nostra grande Italia, è considerata da sempre la patria della pasta, perché noi italiani l'amiamo mangiare, in qualunque modo, possa essere servita. Gli spaghetti, in particolar modo, sono in assoluto il tipo di pasta che più rappresenta la cucina...
Economia Domestica

Come impiattare un risotto

In cucina, il connubio tra gusto ed estetica è un fattore determinante per la presentazione di un piatto di portata: presentare in maniera raffinata ed elegante una pietanza, infatti, stimola desiderio ed appetito, oltre a scatenare il piacevole stupore...
Economia Domestica

Come conservare i capperi sotto aceto

Se vuoi cimentarti nella conservazione dei capperi in modo tale da poterli gustare tutto l'anno prosegui con la lettura poiché questa guida potrebbe fare al caso tuo. I capperi vengono raccolti durante il periodo estivo e possono essere utilizzati in...
Economia Domestica

Come conservare i cuscini in lattice

Se abbiamo allestito una camera da letto con cuscini e materassi in lattice invece di altre tipologie, e decidiamo di riporli provvisoriamente in un armadio, oppure tenerli conservati a lungo in una casa di villeggiatura, ci sono delle regole specifiche...
Economia Domestica

Idee per regali di Natale fatti a mano

Con l'avvicinarsi del Natale, nasce la preoccupazione di cosa regalare ai propri amici e familiari. La tecnica del fai da te va molto di moda ultimamente! Con essa è possibile realizzare vere e proprie opere d'arte con le proprie mani. Conserve, biscotti,...
Economia Domestica

Come pelare le patate velocemente

La patata è un tubero commestibile, molto utilizzato in cucina nella preparazione di differenti piatti sia primi che contorni o piatti unici. In genere viene utilizzata senza buccia, solo nel caso si trattasse di patate novelle, è possibile lasciarla....
Economia Domestica

Come organizzare una cena per 20 persone

Se dobbiamo organizzare una cena e le persone sono 20, non è certamente facile poiché oltre all'abbondanza di cibo, anche il condimento di ognuno deve essere adeguato; infatti, occorrono soprattutto delle pentole grandi, sia per i sughi che per la pasta....
Economia Domestica

Come organizzare un buffet a basso costo

Se desiderate organizzare un ricevimento in casa vostra per invitare amici e familiari, ma avete un budget molto basso, potete provare ad allestire un buffet a basso costo. L'importante naturalmente, è saper scegliere determinati cibi invece di altri...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.