Come funziona il bilancio condominiale

tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

Il bilancio condominiale è un documento che attesta la spesa complessiva del condominio alla fine di ogni anno. Il compito di redigere questo documento spetta all'amministratore che dovrà rendere conto della gestione totale del condominio e dei costi da esso sostenuti. All'interno del rendiconto annuale figureranno le spese, le scelte gestionali, i lavori ordinari e straordinari che sono stati effettuati nello stabile che saranno ripartiti tra gli inquilini dello stesso. Tale bilancio dovrà inoltre essere sottoposto all'accettazione di tutti i condomini per essere definitivamente approvato. In questa breve guida si potranno apprendere informazioni basilari ed utili su come funziona il bilancio condominiale nel dettaglio.

24

Bilancio preventivo e consuntivo

Innanzitutto, è possibile distinguere due tipi diversi di bilancio: quello preventivo e quello consuntivo. Il primo viene redatto ad inizio anno ed include le spese di gestione e le entrare previste. Il bilancio consuntivo, invece, si redige a fine anno e vi vengono riportate tutte le spese effettivamente sostenute. La compilazione del bilancio non è stabilita secondo una legge specifica, poiché l'amministratore potrà scegliere di seguire uno dei seguenti due principi: il principio di cassa e quello di competenza. Nel primo caso si terrà conto delle entrate e delle uscite sostenute durante l'anno, mentre nel secondo caso le entrate e le uscite sono considerate a prescindere dall'effettivo pagamento o incasso.

34

Entrate e uscite di cassa

Nel bilancio condominiale, i costi di gestione sostenuti durante l'anno vengono chiamati "uscite di cassa", mentre le quote condominiali riscosse sono denominate "entrare di cassa". Il rendiconto dovrà inoltre comprendere tutta la documentazione attestante le spese sostenute: fatture e modalità di ripartizione dei costi tra i condomini. Quest'ultimo passaggio avviene con un apposito documento chiamato "piano di riparto". Secondo tale documento, ogni condomino sarà chiamato a partecipare delle spese sostenute secondo una tabella millesimale calcolata in base alle quote di competenza ognuno.

Continua la lettura
44

Avanzo e disavanzo di cassa

La situazione patrimoniale alla fine di ogni anno potrà chiudersi con un avanzo o con un disavanzo di cassa, a seconda della prevalenza delle entrate o delle uscite che ci sono state. In entrambi i casi le somme saranno riportate nel bilancio dell'anno successivo, a credito oppure a debito. A fine anno, pertanto, spetterà all'amministratore invitare i condomini a pagare l'eventuale disavanzo tra spese e ricavi, sempre seguendo lo schema del piano di riparto basato sulle quote millesimali in possesso di ogni inquilino. La richiesta di pagamento, tuttavia, potrà essere avanzata solo dopo che il rendiconto annuale sia stato approvato in sede di assemblea condominiale. Potrà infatti capitare che il rendiconto venga respinto qualora non trovi la piena approvazione del condominio.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Economia Domestica

Come gestire un bilancio domestico

Riuscire a gestire un bilancio domestico in modo corretto ed efficace consente di avere sempre a disposizione la situazione economica familiare ben precisa, specialmente in questo periodo di crisi economica. Per tale ragione è estremamente importante...
Economia Domestica

Le migliori scuse per non partecipare a una riunione condominiale

Se c'è una cosa che la maggior parte degli italiani odia, queste sono le riunioni condominiali. Quelle riunioni che vengono sempre organizzate in serata, magari dopo una faticosissima giornata di lavoro, in cui vogliamo soltanto andare a casa e passare...
Economia Domestica

Termovalorizzatore: come funziona

Da qualche decennio, sono state avviate diverse pratiche per smaltire parte dei nostri rifiuti: essi rappresentano tutte le sostanze risultanti dallo scarto o dall'avanzo delle diverse attività umane. Lo smaltimento per termodistruzione consiste nel...
Economia Domestica

Come funziona la Multiproprietà

La guida che svilupperemo nei prossimi tre passi, si concentrerà sul diritto. La tematica fondamentale entrerà in particolare nel diritto privato, trattando il diritto di proprietà e la sua particolare forma della multiproprietà. Infatti, come avrete...
Economia Domestica

Come verificare se la caldaia funziona

In quasi tutte le case è presente la caldaia, che è un'apparecchiatura molto importante in quanto da essa dipendono direttamente alcuni elementi fondamentali, come il riscaldamento domestico e l'acqua calda. Ma il corretto funzionamento di una caldaia...
Economia Domestica

Come funziona la lavastoviglie

Fino a poco tempo fa, la lavastoviglie era un elettrodomestico acquistato dalle famiglie con un reddito medio-alto. Inoltre non era poi tanta apprezzata, poiché la casalinga disponendo di tempo a sufficienza era abituata a lavare piatti e quant'altro...
Economia Domestica

Gli obiettivi dell'economia domestica

In tempi non propriamente facili, con la crisi che tormenta sempre le proprie tasche, una buona economia domestica torna davvero attuale. Un piano efficace di economia domestica aiuta a risparmiare su spese troppo frequenti che, alla lunga, potrebbero...
Economia Domestica

Come ridurre le spese condominiali

Risparmiare sulle spese condominiali è molto importante per far quadrare i bilanci familiari, infatti esse rappresentano per molti un ulteriore problema a quelli già esistenti nella vita di tutti i giorni. Ridurre le spese condominiali, però, non è...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.