Come friggere le patatine fritte

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Le patatine fritte rappresentano senza dubbio uno degli alimenti più amati ed apprezzati sia dai grandi che dai più piccoli. Tuttavia esse devono essere fritte in un determinato modo per aver il sapore e il gusto perfetti. Nella seguente guida pertanto verrà spiegato, in pochi e semplici passaggi, come fare per poter friggere nella maniera corretta questo delizioso alimento.

25

Occorrente

  • Patate a pasta gialla
  • Olio Extravergine di Oliva
  • Padella in ferro o Wok
  • Termometro da cucina
  • Mestolo forato
35

Scegliere le patate giuste

Per prima cosa bisogna partire sicuramente dalla scelta degli ingredienti. Per ottenere delle patatine molto croccanti è necessario prediligerle a pasta gialla. Queste ultime contengono poca acqua e quindi creano un fritto estremamente asciutto e compatto. Oltre a quelle a pasta gialla è possibile anche scegliere quelle a pasta rossa che danno lo stesso risultato. Per ciò che concerne la forma è possibile prediligere quella che si vuole anche se la più appropriata è senza dubbio quella a bastoncino. Per la frittura invece è consigliabile adoperare del semplice olio extravergine di oliva in quanto riesce a tenere bene anche a temperature elevate. In alternativa è possibile utilizzare dello strutto.

45

Scegliere la cottura

Il tipo di cottura più indicato è quello alla francese. Prendiamo le patate gialle, peliamole bene e tagliamole a bastoncino di circa un centimetro di larghezza. A questo punto bisogna immergerle in acqua fredda per pochi minuti: dopodiché asciughiamole con la carta da cucina. Mettiamo l'olio o lo strutto in una padella. Esso deve raggiunge la temperatura di 140 gradi. Adesso immergiamo le patatine e le friggiamo per sei minuti. Trascorso questo tempo togliamo le patatine con un mestolo forato e le mettiamo ad asciugare sulla carta assorbente. Ora portiamo l'olio a 190 gradi ed immergiamo nuovamente le patatine per tre minuti. Scoliamo nuovamente le patatine, le mettiamo sulla carta assorbente e le saliamo.

Continua la lettura
55

Cuocere ad alta temperatura

Se invece preferiamo le cosiddette chips bisogna effettuare una sola cottura ad alta temperatura. Infatti la patatina è molto sottile e cotta ad un'alta temperatura diventa croccante e rimane asciutta. Prendiamo le patate senza sbucciarle, laviamole e tagliamole a chips utilizzando una mandolina. Se non abbiamo questo taglia-verdure possiamo tagliare le patate a mano, cercando di fare le fette delle stesso spessore. Portiamo l'olio extravergine di oliva ad una temperatura di 160 gradi ed immergiamo le patatine nella padella. Appena diventano dorate bisogna scolarle e salarle prima di servirle in tavola.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Economia Domestica

Come conservare le patate

La patata è un tubero originario dell'America, molto comune e utilizzatissimo all'interno delle nostre case. Esistono una marea di ricette che comprendono questo alimento, dalle classiche patatine fritte ai più elaborati e complicati piatti. La patata...
Economia Domestica

Come interessarsi alla cucina

Tutti voi, guardando qualche accattivante programma di cucina in televisione, vi sarete posti le fatidiche domande: “Preparare questi bei piatti, tanto scenici quanto invitanti, potrebbe davvero essere facile come sembra anche per me? ” e “Se tentassi,...
Pulizia della Casa

Come pulire la friggitrice

Niente è più gustoso di una bella e fragrante frittura di pesce, di carne o di verdure, senza dubbio uno dei piatti più invitanti. Inoltre, grazie all'invenzione della friggitrice, adesso questi piatti sono ancora più facili da realizzare in casa:...
Economia Domestica

Quali cibi non mettere nel microonde

Il forno a microonde (da adoperare solo con i contenitori adatti!) è un elettrodomestico che genera nel suo interno (tramite il magnetron) delle onde elettromagnetiche capaci di cuocere le vivande ad una frequenza di 2.450 Mhz. Queste onde consentono...
Economia Domestica

Come riutilizzare gli scarti delle verdure in cucina

Ridurre gli sprechi è da sempre pratica buona e giusta, riducendo rifiuti e massimizzandone l'utilizzo.Così facendo si andrebbe inevitabilmente a ridurre le spese, sfruttando al massimo ciò che si ha già in casa. La cucina, ad esempio, è il luogo...
Arredamento

Come decorare la tavola per la festa delle donne

Come vedremo nel corso di questa breve guida, con un po' di fantasia e impegno è possibile organizzare la serata della festa delle donne in modo ottimale, prestando attenzione ai dettagli apparentemente banali, come ad esempio elementi decorativi e accessori....
Economia Domestica

Come organizzare un aperitivo in casa senza spendere troppo

All'interno di questa specifica guida andremo a dedicarci al miglior metodo d'organizzazione di un aperitivo in casa. Nello specifico, vedremo come organizzare un incontro con amici per un aperitivo in casa, senza spendere troppo.La guida sarà articolata...
Economia Domestica

Come organizzare un rinfresco in casa

Non c'è niente di meglio organizzare un rinfresco in casa, un'occasione, delle volte per riunirsi in ricordo dei vecchi tempi. Ma come stupire gli ospiti? Quante volte non abbiamo trovato il coraggio e abbiamo archiviato l'idea, spaventati da una figuraccia,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.