Come fare una pedana in legno per la doccia

tramite: O2O
Difficoltà: media
18

Introduzione

Se si dedica una parte del tempo libero al bricolage ed al fai da te questo lavoretto è abbastanza facile da eseguire. Quando il lavoro è stato completato è sicuramente utile, specialmente se in famiglia ci sono anziani e bambini. Le dimensioni che vengono proposte si possono modificare in base alle proprie esigenze. Leggendo questo tutorial si possono avere alcuni utili consigli su come è possibile fare una pedana in legno per la doccia.

28

Occorrente

  • Assi di legno
  • viti inox
  • colla per legno
  • carta vetrata
  • metro
  • matita
  • trapano
  • colla fenolica (speciale adesivo resistente all'acqua e umidità)
  • pennello
38

All'inizio bisogna realizzare la cornice della pedana assemblando 2 bordi laterali da 74 cm ai bordi frontale e posteriore da 90 cm. È opportuno pre-trapanare tutte le viti ed incollare per sicurezza tutte le giunture. Le dimensioni finali della pedana rettangolare devono essere 90x74x19cm; quelle di ogni doga devono avere uno spessore di 2,5 cm, la larghezza di 14 e la lunghezza di 90 cm. Occorrono: 5 doghe da 90x14 cm, 2 ripiani da 90 cm, 4 bordi frontale e posteriore da 74 cm.

48

Le doghe della pedana per la doccia devono essere di compensato oppure di legno marino, cioè realizzato con essenze pregiate tipo iroko, okumè mogano, larice. In questo modo sono resistenti sia all'acqua che agli agenti chimici che sono contenuti nei saponi. Inoltre, la loro usura è molto più lenta rispetto a qualsiasi altra tipologia di legname. In alternativa le doghe si possono realizzare in legno di noce trattato con impregnante antimuffa.

Continua la lettura
58

Dopo aver realizzato la base si possono applicare le doghe del ripiano superiore con viti e colla. È opportuno cominciare dal lato lungo (applicandole prima sul bordo frontale da 90, poi sul bordo posteriore ed infine sulle 3 centrali). È fondamentale allineare con precisione tutti gli angoli della cornice con le doghe del ripiano ed evitare qualsiasi sovrapposizione. Successivamente si continua con la doga opposta ed infine con quelle centrali, lasciando uno spazio di 1 cm fra ognuna.

68

Ora si deve capovolgere la pedana ed allineare perfettamente le 2 doghe da 74 cm ai bordi laterali; poi, si fa l'assemblaggio con viti e colla. Si risanano eventuali irregolaritá utilizzando dello stucco riempitivo per legno (si compra presso qualsiasi ferramenta) e si lascia asciugare prima di effettuare qualsiasi altra operazione. A questo punto bisogna carteggiare sempre nella direzione delle venature del legno e rimuovere qualsiasi residuo con un panno secco e morbido.

78

In seguito si completa il lavoro con la finitura antimuffa. Bisogna applicare una pellicola di resina; in questo modo si rendono le doghe più resistenti all'acqua. Poi, si lascia asciugare per una notte intera ed in seguito si passa una seconda mano. Durante questa operazione bisogna prestare attenzione per applicarla su tutta la superficie della pedana, non dimenticando nessun interstizio. Quando la pedana è asciutta si può utilizzare.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Ristrutturazione

Come rimodellare un bagno con una cabina doccia

In questa guida dedicata al mondo della casa sarà illustrato come rimodellare un bagno con una cabina doccia. La stanza del bagno deve essere sempre curata e attenta ai dettagli, in qualsiasi stile e dimensione essa sia. Cercate di individuare esattamente...
Ristrutturazione

Come aggiungere la doccia in bagno

Quando si acquista un'abitazione con più di un bagno, spesso in uno dei due servizi non è presente la doccia. La doccia è indispensabile per chiunque, soprattutto per chi ha una famiglia numerosa e ha la necessità di avere due bagni con tutti i comfort....
Ristrutturazione

Come scegliere il piatto doccia

Qualora aveste ristrutturato il vostro bagno e voleste inserire nella stanza un angolo doccia, dovrete decidere con estrema attenzione dove andrete a posizionarla e di quali materiali vorrete che essa sia. La doccia è composta da varie parti, ma quella...
Ristrutturazione

Come scegliere la doccia adatta al bagno

Per un effetto bello ed elegante, è indispensabile sapere come scegliere la doccia adatta al bagno. Esistono molti fattori da considerare, tra cui la quantità dello spezio a disposizione, la forma della stanza e il suo stile. Inoltre, dovrete esaminare...
Ristrutturazione

Come rinnovare la doccia di casa

Se decidiamo di ristrutturare la doccia di casa bisogna cambiare i pannelli, il piatto doccia, ma specialmente le piastrelle. Questa operazione è abbastanza difficile da eseguire, ma se disponiamo di un'attrezzatura adatta ed abbiamo una buona dose di...
Ristrutturazione

Come installare una doccia da giardino

Chi possiede un giardino, può sentire l'esigenza soprattutto in estate di installare una doccia esterna. Essa risulta particolarmente utile durante la bella stagione per rinfrescarsi, oppure quando si effettuano dei lavoretti in giardino e non si vuole...
Ristrutturazione

Come sostituire un piatto doccia

A volte può capitare che il piatto doccia del proprio bagno debba essere sostituito in quanto troppo danneggiato. Per farlo è possibile affidarsi ad un professionista, ma se non volete spendere eccessivo denaro e avete un minimo di manualità potete...
Ristrutturazione

Come realizzare un doccia in muratura

Le docce in muratura normalmente vengono installate quando la casa è di proprietà, poiché una volta fissate non possono essere rimosse a meno che non si vogliano sostituire. Le docce in muratura possono essere realizzate con i materiali che più si...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.