Come fare una pavimentazione in porfido

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Il porfido è uno dei materiali naturali più utilizzati per realizzare pavimentazioni da esterni; infatti, il vantaggio di questa pietra è che garantisce resistenza, si può reperire di diverse tonalità e sfumature, ed è ideale per eccellenti decorazioni. La posa avviene con un adeguato massetto e singolarmente, in base al taglio che abbiamo scelto come rivestimento del suolo. Nei passi successivi di questa guida, vediamo dunque come procedere per fare un lavoro di pavimentazione in porfido.

25

Occorrente

  • Malta cemento e sabbia
  • Porfido
  • Cazzuola
  • Stucco epossidico
  • Martello di legno
35

Il porfido si può reperire in commercio perfettamente squadrato e a tinta unica, ideale quindi per una normale pavimentazione in cui non ci sono particolari esigenze di decorazioni, ma è necessaria anche la funzionalità, come ad esempio per rivestire un viottolo di accesso alla casa per chi proviene dal giardino. In tutti i casi come accennato in fase introduttiva, è importante la preparazione del suolo, quindi occorre un massetto perfettamente livellato che va posato utilizzando malta, sabbia e cemento. Una volta essiccato, può essere rivestito con il porfido semplicemente appoggiandolo, battendolo con un martello in legno e poi riempendo gli interstizi con della pece, oppure con dello stucco epossidico che funge anche da impermeabilizzante.

45

Di diversa natura è la posa di porfido a taglio irregolare; infatti, come si evince dalla foto annessa a questo passo, si tratta di materiale grezzo, per cui dopo aver completato il massetto, accuratamente vanno posizionate le pietre di porfido, in modo da far combaciare il più possibile le parti lineari e gli spigoli. Una volta completata la pavimentazione, è necessaria la colata di cemento per compattarla meglio al suolo, e poi terminare con il riempimento degli spazi, usando stucco epossidico o pece. Sia per il caso precedente che per questo, così come l'ultimo esempio che nel passo successivo ci apprestiamo a descrivere, è importante sottolineare che tra il massetto e il porfido, non guasta un'abbonante spruzzata di cemento in polvere, in modo che prima di procedere alla stuccatura si innaffia il suolo, affinché il cemento funga da compattatore, e nel contempo riempie gli eventuali vuoti presenti nella parte sottostante.

Continua la lettura
55

Per ultimo abbiamo lasciato la posa del porfido multicolore; infatti, se per questa tipologia intendiamo creare delle particolari decorazioni, allora prima di iniziare il lavoro, facciamo un'accurata selezione dei colori, in modo da farci trovare pronti per eseguirlo come quello illustrato nella foto. Le modalità di fissaggio sono le stesse di quelle sin qui elencate, ma è da tener presente che si tratta di un lavoro piuttosto lungo che richiede tempo e pazienza, specie se intendiamo eseguirlo alla perfezione, come farebbero gli esperti del settore.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Esterni

Come pulire le piastrelle in porfido per esterni

Tra i vari materiali impiegati per pavimentare le superfici esterne, il porfido (una varietà di roccia di origine vulcanica) viene spesso preferito ad altre tipologie di pietre per i suoi numerosi vantaggi. La sua elevata resistenza gli permette di sopportare...
Esterni

Come scegliere le piastrelle in porfido per esterni

Il porfido è un materiale di origine magmatica utilizzato fin dall'antichità per le sue caratteristiche di durezza e resistenza. Scegliere le piastrelle in porfido per esterni richiede un minimo di conoscenza delle caratteristiche di questa roccia e...
Esterni

Come posare le piastrelle in porfido

Per chi vuole sistemare l'esterno di casa, sia esso un giardino o un cortile, l'ideale è utilizzare come materiale il porfido. Si tratta di una pietra leggermente grezza, ma allo stesso tempo anche economica e con varie sfumature di colore. Le colorazioni...
Esterni

Pavimentazione per esterni: quale scegliere

La pavimentazione per esterni è un elemento molto importante soprattutto per le zone esposte alle intemperie. Facile da installare e in grado di sopportare sbalzi di temperatura (se si sceglie il tipo giusto), questo pavimento offre anche infinite possibilità...
Esterni

Come scegliere la pavimentazione del vialetto d'ingresso

Chi vende o affitta case lo sa, è la prima impressione che conta: un ingresso curato può colpire un eventuale acquirente, e spingerlo verso il "sì" già prima di varcare la porta di ingresso. Anche se non hai intenzione di vendere o affittare casa,...
Esterni

Come scegliere la pavimentazione del garage

L'organizzazione e la sistemazione di un'abitazione sono dei passi fondamentali quando si decide di preparare una casa prima di un nostro trasferimento o di una eventuale ristrutturazione. Uno degli ambienti più difficili da riorganizzare è senza alcuna...
Esterni

Come eseguire la pavimentazione di un cortile

Quando acquistiamo un'abitazione nuova, cerchiamo sempre qualcosa che possegga un bel giardino magari con un cortile. Purtroppo però, non tutte le case possono soddisfare le nostre esigenze. Infatti è molto probabile trovare sul mercato, case con il...
Esterni

5 modi per ristrutturare un pavimento esterno

Purtroppo il tempo e le intemperie deteriorano i materiali e questo vale anche per il nostro pavimento esterno. Altri elementi che lo imbruttiscono sono, il continuo calpestio e la scarsa cura. Nella maggioranza dei casi, si può riportare quasi a nuovo....
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.