Come fare una cintura di macramè

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Se vi piace il macramè ovvero una sorta di ricamo fatto con nodi molto in voga nei centrini di pizzo, potete cimentarvi nella realizzazione di una cintura. Il lavoro non è affatto difficile, e richiede soltanto un minimo di tempo a disposizione. In riferimento a ciò, ecco dunque una guida con le istruzioni su come fare una cintura di macramè.

27

Occorrente

  • Matassa di filo bianco e nero
  • Forbici
  • Fibbia di ottone
37

Procurare due matasse di filo

Una cintura di macramè molto facile da realizzare, è quella con dei nodi piatti e con due tonalità diverse. Per fare ciò è dunque necessario che vi procuriate delle matasse di filo di due colori, come ad esempio bianco e nero abbastanza lunghi e di almeno 4 mm di spessore, in modo da ottenere un manufatto decisamente resistente. Da ognuna delle due matasse tagliate 6 fili di circa 80 cm cadauno. Per eseguire al meglio questo lavoro, prendete del nastro adesivo ed arrotolatelo intorno al filo, in modo che dopo il taglio (giusto al centro del nastro) l’estremità non si sfilacci.

47

Fare dei nodi sui tre fili

Per lavorare comodamente vi conviene scegliere un tavolo abbastanza largo e lungo, in modo da adagiare il filo per la cintura di macramè completamente spiegata, la cui lunghezza deve corrispondere alla circonferenza della vostra vita o della persona a cui intendete regalarla. Premesso ciò, prendete uno dei suddetti fili bianchi e piegatelo realizzando poi dei nodi piani su due fili neri, che fungeranno da guida e renderanno la trama molto simile ad una treccia fatta con i capelli. In tal modo otterrete la cintura di macramè perfettamente lineare e con i due colori ben integrati tra loro. Una volta completato il primo trittico di colori dei fili e raggiunta la lunghezza che vi siete prefissati, per rendere la cintura più larga dovete prepararne almeno altre due trecce invertendo nel primo trittico i colori dei fili (due bianchi ed uno nero), e procedere allo stesso modo per creare la treccia di tipo macramè con nodi piatti. Nel secondo invece i fili devono seguire l’ordine iniziale, quindi di nuovo due neri ed uno bianco. Poi saranno i bianchi che serviranno da guida ai neri, e nelle immagini del tutorial si può vedere come alternare bene i colori.

Continua la lettura
57

Congiungere tra loro le trecce

Una volta completate tutte le trecce non vi resta che congiungerle tra loro in parallelo, usando di volta in volta del filo del colore che corrisponde a quello dei nodi interessati dalla giuntura. Una volta collegate tra loro le tre trecce otterrete finalmente la vostra personalissima cintura di macramè, che corredate poi di una fibbia di ottone dorato oppure di due fili di spago colorato se l’opzione è quella di legarla in vita con un fiocchetto o magari con un nodo scorsoio.

67

Guarda il video

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Economia Domestica

Come riciclare un cappotto lungo

Il più delle volte ci ritroviamo negli armadi dei capi che lo scorso anno andavano molto di moda e che con il nuovo anno non sono per niente adatti alle nuove tendenze. È sicuramente un problema che offre l'alternativa in due soluzioni: buttarlo o vedere...
Economia Domestica

Come organizzare un matrimonio anni 50

Può sembrare un'idea bizzarra, ma adottare uno stile anni '50 per il proprio matrimonio è in realtà un'idea stravagante e originale. Lo stile anni '50 si caratterizza infatti per i dettagli eccentrici, per uno stile rock che contraddistingue la location...
Economia Domestica

Come acquistare un giradischi

Nonostante l'avvento dei Compact Disc (CD) verso l'inizio degli anni '90 e l'esplosione degli MP3 negli anni 2000, sono tanti i nostalgici che custodiscono vecchi giradischi ancora funzionanti; altrettanti sono invece coloro che non ne hanno avuto uno...
Economia Domestica

Come riparare un'aspirapolvere

La guida che svilupperemo nei tre passi che andremo a stilare, si occuperà di riparazioni fai da te. Nello specifico, ci occuperemo di spiegare a voi lettori la procedura per riuscire a riparare un aspirapolvere. Cominciamo immediatamente a comprendere...
Economia Domestica

5 modi per vestirsi di nero anche in estate

Generalmente si tende a non vestirsi di nero in estate. Le motivazioni principali sono essenzialmente due. La stagione estiva trasmette allegria, con la sua luce ed il suo calore. Pertanto si preferiscono gli abiti dalle tinte chiare, in quanto più brillanti...
Economia Domestica

Come tenere un armadio in ordine

L'armadio deve per forza di cose essere sempre in ordine sia internamente che esternamente. Bisogna infatti pulirlo ogni tanto per una questione di igiene personale e per mantenere i mobili di casa sempre in perfetto stato. Basti pensare ad una camera...
Economia Domestica

Consigli su come organizzare un armadio piccolo

Se in casa abbiamo poco spazio a disposizione, e di conseguenza siamo costretti a posizionare dei mobili piuttosto piccoli, è importante sapere organizzare questi ultimi per renderli comunque funzionali. Se infatti abbiamo ad esempio un armadio piccolo,...
Economia Domestica

10 consigli su come sistemare il guardaroba

Un armadio ben organizzato ti consente, non solo di trovare immediatamente quel capo che stai cercando, ma anche di avere biancheria e vestiario in perfetto ordine. Vediamo allora come sistemare il guardaroba e ti basterà seguire questi 10 semplici consigli,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.