Come fare un murales in casa

Tramite: O2O 09/05/2018
Difficoltà: media
18

Introduzione

Molte persone hanno la passione per il disegno ed esprimono ciò che pensano o sentono attraverso questa forma d'arte, che consente di riportare su un foglio o su di una tela i propri sentimenti, ma anche la propria visione del mondo. Altre volte, inoltre, può essere semplicemente un divertimento, nonchè un buon modo per dare un tocco di vita e luce alle mura domestiche oppure per colorare le camere dei figli con particolari disegni o personaggi delle fiabe, così da creare un ambiente più sereno per la loro infanzia: è proprio qui che entra in gioco il murales. Che si tratti dunque di un proprio vezzo personale, oppure di un qualcosa che si fa per migliorare l'estetica della casa, realizzare un murales rappresenta sempre una esperienza davvero molto emozionante. Attraverso i passaggi che seguono, ci occuperemo proprio di capire come si può fare un murales in casa.

28

Occorrente

  • Colori acrilici
  • Fogli di giornale o nylon
  • Matita
  • Vernice per imbiancare
  • Metro
38

Passate una mano di vernice bianca

Il primo passaggio da compiere consiste nel scegliere il muro su quale si vuole disegnare ad assicurarsi che sia perfettamente pulito. Se necessario, eliminate qualsiasi tipo di pendenza o di rilievo, pareggiandolo con una livella. Dopo aver reso uniforme il muro, spolveratelo accuratamente per togliere eventuali residui di polvere. Va infatti ricordato che la polvere è uno dei peggiori nemici per chi desidera realizzare un murales su parete. Fatto questo, è necessario passare una mano di vernice bianca su tutta la superficie in cui andremo a realizzare il lavoro, in modo tale da creare una superficie ed uno sfondo perfetto per la creazione del disegno. Allo stesso tempo è importante scegliere una parete che sia priva di infiltrazioni di acqua, solida e ben strutturata, così che il disegno non venga alterato col passare del tempo e con l'umidità.

48

Create la bozza

Prima di disegnare sul muro è fortemente consigliato creare una bozza del proprio disegno su un foglio di carta, in modo tale da poter modificare o migliorarlo ancor prima di avere "sporcato" la parete. Questo è un aspetto molto importante poiché la correzione durante la fase di realizzazione del murales è sconsigliata, in quanto la pulizia del muro potrebbe essere compromessa e diventerebbe difficoltoso rimuovere o modificare le eventuali tracce presenti. Prima di iniziare a riportare il lavoro sulla parete, sarà quindi necessario assicurarsi di aver disegnato tutti i dettagli. Curate in modo particolareggiato anche le dimensioni e le diverse proporzioni, che renderanno il murales armonioso in tutti i suoi aspetti.

Continua la lettura
58

Create i contorni del disegno

Una volta conclusa la fase di progettazione, si potrà passare alla creazione del disegno sul muro, che dovrà essere perfettamente bianco e pulito. Tramite una matita, preferibilmente con una mina molto pesante in modo tale da definire bene i contorni, sarà necessario delimitare sul muro l'area in cui si andrà ad operare. A questo punto si può iniziare a creare i contorni del disegno rispettando il progetto creato precedentemente, utilizzando degli strumenti per creare delle linee perfettamente dritte o curve ben proporzionate nel loro insieme.

68

Correggete le asimmetrie

Una volta finito questo passaggio, prima di colorare, sarà importante allontanarsi dal muro per avere una visione di insieme del disegno e valutare la presenza di eventuali asimmetrie o sagome sproporzionate. Nel caso in cui ci dovessero essere presenti degli errori si è costretti a correggere direttamente sulla parete, pertanto sarà necessario pulire la zona interessata con molta cura e attenzione in maniera tale da non sporcare altre sezioni. La raccomandazione è anche quella di prendersi una piccola pausa prima di iniziare con la colorazione del murales, per vedere quale effetto produca il disegno all'interno della stanza.

78

Iniziate la fase di colorazione

A questo punto, una volta che il disegno è ultimato, si può passare alla fase di colorazione. Si consiglia di utilizzare dei colori acrilici, mentre è bene ricordare che le bombolette spray sono utilizzabili solo per una mano più esperta e al massimo si possono adoperare per creare dei punti di ombra o piccole sfumature. Ma non solo: l'uso delle bombolette con vernice spray è sconsigliato se il murales si deve realizzare in casa, mentre sarebbe molto più indicato qualora il murales si dovesse realizzare in un luogo più ampio ed aperto. La fase di colorazione è comunque molto delicata, in quanto è necessario avere una mano delicata, ma allo stesso tempo decisa in modo da riuscire a creare una tinta unita e ben distribuita sulla parete ed evitare eventuali accumuli di colore. Dopo aver ultimato la colorazione, lasciate asciugare il tutto almeno per 24 ore, lasciando rigorosamente tutte le finestre dell'appartamento aperte, onde consentire l'eliminazione del cattivo odore e la corretta areazione.

88

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Dopo aver realizzato il murales, lasciatelo asciugare per almeno 24 ore, areando il locale in modo adeguato
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Ristrutturazione

Come decorare le pareti con i fotomurali

Come vedremo nel corso di questo tutorial dedicato alle decorazioni degli interni, i fotomurali rappresentano indubbiamente una modalità originale per decorare casa senza investire cifre economiche considerevoli, per rinnovare i propri spazi in modo...
Ristrutturazione

Come rinnovare le ante della cucina

La cucina è il cuore della casa. Al mattino è una stanza frenetica e piena di vita, l'intera famiglia si ritrova per colazione prima di andare a scuola o lavoro, spesso a pranzo non la vediamo neanche, fatto salvo per quello domenicale con tutti i parenti...