Come fare un insetticida ipoallergenico

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Sempre più sofisticati e chimicamente complessi, gli insetticida che si trovano in commercio, sebbene utili ad allontanare zanzare ed altri insetti fastidiosi, risultano essere dannosi per l'ambiente e per la nostra salute, soprattutto per quei soggetti che soffrono di asma o di altre allergie. Tuttavia, non molti sono a conoscenza del fatto che è possibile realizzare in casa, con prodotti assolutamente naturali, un prodotto efficace ad allontanare le zanzare, ma anche allergicamente sicuro. A tal proposito, leggendo i passi di questa guida, scoprirete come fare un insetticida ipoallergenico.

26

Occorrente

  • aglio, citronella o cipolla
  • detersivo per piatti
  • acqua bollente
  • spruzzatore
  • centrifuga
36

Procurarsi gli ingredienti che emanano un forte odore

Come prima cosa, procuratevi tutti quegli ingredienti che tendono ad emanare un forte odore, perché si sa che le zanzare vengono allontanate proprio da alcuni odori sgradevoli. Ad esempio, l'odore dell'aglio, della citronella, della cipolla e simili possono essere utili al vostro scopo. Allora perché non farne uso? La prima prova naturale per realizzare un insetticida assolutamente ipoallergenico è questa, ossia riunire tutte queste sostanze odorose e farne un frullato. Abbondate soprattutto con l'aglio, che è il principe degli insetticidi. In questo caso, è preferibile utilizzare un apparecchio per le centrifughe, cosìcché il frullato venga ancora più liquido e possa spruzzarsi più facilmente.

46

Aggiungere un detersivo per piatti

Il tocco finale da aggiungere al vostro insetticida è un banale detersivo per piatti, meglio se in gel. Naturalmente, scegliete un tipo di sapone che non sia ottenuto chimicamente e che non abbia parabeni. In commercio, sono presenti dei saponi di Marsiglia completamente naturali. Inoltre, potete acquistare il tipo in crema o quello solido che, in seguito, dovrete sciogliere in acqua bollente. Questo sapone servirà a dare al vostro insetticida ipoallergenico una maggiore aderenza alle pareti su cui verrà spruzzato.

Continua la lettura
56

Inserire il composto in uno spruzzatore

Il procedimento per completare questo insetticida ipoallergenico è davvero semplicissimo. Dopo aver mischiato tutti gli ingredienti, filtrate bene il composto ottenuto per creare un liquido. In altre parole, evitate che piccoli residui solidi possano intasare il tubicino dello spruzzatore. Un setaccio a maglia fine o anche un semplice strofinaccio saranno utilissimi allo scopo. L'importante è che alla fine rimanga solo la parte più liquida, perché solo così potrà essere ben spruzzata. Con questo insetticida ipoallergenico, potrete stari sicuri di non inquinare e soprattutto di non starnutire!

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Ristrutturazione

Mobili: trattamenti antitarlo

La bellezza dei mobili antichi di legno è davvero senza tempo. Tuttavia, l'eleganza e la raffinatezza dei loro particolari può subire la minaccia del tempo, o peggio, dei tarli. Sappiate che i tarli sono degli insetti molto piccoli. Le loro dimensioni...
Ristrutturazione

Come restaurare un mobile colpito dai tarli

Un mobile, soprattutto se antico, è soggetto a essere colpito dai tarli; e per poterlo restaurare occorrono delle tecniche di lavorazione molto particolari. Alcune tipologie di legno, come il faggio, la betulla, il ciliegio e l'abete, sono più soggette...
Esterni

Come liberarsi delle zecche intorno a casa

Le zecche sono dei parassiti che si nutrono del sangue di animali o di esseri umani e possono causare numerose patologie, alcune delle quali possono compromettere anche le funzioni vitali. Per questo motivo, è molto importante prestare molta attenzione...
Pulizia della Casa

Come prevenire le infestazioni di blatte e scarafaggi

Con l'arrivo dell'estate non è difficile trovare infestazioni di blatte o scarafaggi in giro per la casa. Non sempre accade ma spesso capita se vi trovate vicino ad un cantiere o ad uno scavo. Data la pericolosità dei batteri che trasportano questi...
Pulizia della Casa

Come eliminare i ragni rossi in casa

Nel periodo primaverile, quando le temperature si riscaldano, può capitare di ritrovarsi in casa quei fastidiosi ragnetti rossi grandi pochi millimetri, soprattutto in terrazza oppure laddove ci sono materiali in cotto. In questa giuda troverai alcuni...
Pulizia della Casa

Come liberare la casa dalle pulci

Un'infestazione di pulci è uno dei peggiori problemi che ogni casa potrebbe dover affrontare: avere pulci in casa è l'incubo di chi possiede cani e gatti. Le pulci rappresentano una minaccia per l'uomo e per gli animali domestici. Il modo migliore per...
Pulizia della Casa

Come combattere le infestazioni di formiche

Soprattutto nelle stagioni calde le formiche tendono a creare i nidi nei luoghi più impensati e nascosti fino a invadere le intercapedini con le loro colonie, causando gravi danni agli alimenti se presenti in cucina, cantina o dispense. Di seguito ti...
Pulizia della Casa

Come allontanare le formiche in casa con un metodo naturale

Non è raro trovare qualche stanza della casa invasa dalle simpatiche formiche, ospiti inattesi che si rifugiano nei mesi caldi nelle credenze, per reperire laboriosamente il cibo con cui nutrirsi durante l'inverno. Le possiamo vedere nei luoghi più...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.