Come fare un colloquio a una colf

Di:
tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Quando si decide di affidare la cura della propria casa e della propria famiglia alla professionalità di una colf, per evitare di prendere decisioni affrettate che possano turbare l'equilibrio domestico, è bene organizzare prima di tutto un colloquio conoscitivo con la persona che pensiamo di incaricare, così da fare chiarezza sulle sue attitudini e verificare che sia il profilo lavorativo che stiamo cercando.
Vediamo dunque, con questa guida, come fare un colloquio a una colf.

26

Occorrente

  • Aspirante colf
36

La prima cosa per fare un colloquio a una colf, è convocare l'aspirante colf nella nostra casa. Così facendo, se l'esito dell'incontro risulterà positivo, potremo sfruttare fin da subito l'opportunità per illustrare alla nuova governante l'ambiente nel quale si troverà a lavorare. Una volta iniziato il colloquio, dopo le dovute presentazioni, chiediamo alla candidata colf di fornirci il suo curriculum, così da valutare l'esperienza lavorativa precedentemente maturata. In questo documento, se ben compilato, troveremo elencati il numero di famiglie nelle quali la colf ha prestato servizio, e la composizione di ognuna di esse, e tramite questi dati, riusciremo a delineare un quadro completo del profilo che abbiamo di fronte, venendo a sapere per esempio se la colf ha già praticato con anziani e bambini.

46

Nell'arco del colloquio a una colf, oltre a prestare attenzione alle risposte che ci darà, cerchiamo di osservare anche le maniere e i modi in cui la governante si relaziona: soprattutto se tra i compiti ad essa riservati ci sarà anche quello di svolgere il ruolo di tata, sarà infatti bene affidare la cura dei bambini ad una persona educata e posata, che non risulti essere un cattivo esempio per i nostri figli. Se in questo primo approccio siamo stati colpiti positivamente, facciamo partecipi dell'incontro anche i bambini, cosicché la prima conoscenza tra loro e la nuova governante avvenga davanti ai nostri occhi, che potranno valutare attentamente se la colf utilizza metodi e linguaggi appropriati e che coinvolgano i nostri bambini.

Continua la lettura
56

Se il colloqui risulta superato e se il nostro intuito ci dice che la persona che abbiamo davanti merita la nostra fiducia, passiamo a trattare con la candidata la parte "contrattuale", istruendola punto per punto su ciò che ci aspettiamo da lei e su quanto siamo disposti a retribuirla. Una volta prese in esame tutte le possibili situazioni, a partire dalle vacanze, arrivando ai permessi e alle ore di lavoro, e raggiunto un completo accordo, potremo definire concluso il colloquio con quella che sarà a tutti gli effetti la nostra nuova colf!

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Economia Domestica

Gli obiettivi dell'economia domestica

In tempi non propriamente facili, con la crisi che tormenta sempre le proprie tasche, una buona economia domestica torna davvero attuale. Un piano efficace di economia domestica aiuta a risparmiare su spese troppo frequenti che, alla lunga, potrebbero...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.