Come fare un centrotavola con ortaggi e fiori

tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

Se sei un amante del fai da te e desideri scoprire come sia possibile creare un centrotavola originale e fantasioso, ti consiglio di leggere con attenzione i suggerimenti di questo tutorial, in quanto ti indicherò i passaggi fondamentali per realizzare un oggetto degno di essere adagiato sulla tavola delle feste, utilizzando semplicemente ortaggi e fiori. Vediamo dunque insieme come fare un centrotavola con ortaggi e fiori in pochi e semplici passi.

24

Crea la composizione di fiori

Tieni conto innanzitutto, che il primo passo fondamentale consiste nel creare la composizione di fiori, prediligendo come base i fiori di lavanda e la gypsophila (chiamata comunemente velo di sposa). Procedi dunque ad assemblare i fiori, legandoli tra di loro con l'aiuto di uno spago. Per mantenere i fiori freschi ti consiglio di riporli innanzitutto all'interno di un vaso di plastica trasparente ricco di acqua, in modo da sistemare quest'ultimo all'interno del vaso in vimini, leggermente più grande. Al termine del lavoro dunque avremo due vasi, uno di plastica trasparente (in cui andremo a collocare i fiori di lavanda e la gypsophila), e l'altro in vimini, all'interno del quale andremo a sistemare quello di plastica.

34

Sistema gli ortaggi sul vaso

Dopo aver assemblato i fiori e averli sistemati all'interno del vaso trasparente, puoi procedere alla sistemazione degli ortaggi all'interno del vaso (ti consiglio di prediligere ortaggi di stagione, come ad esempio finocchi, carote e broccoli, scegli anche in base ai tuoi gusti personali). Gli ortaggi possono essere semplicemente adagiati sopra i fiori, oppure sul cestino in vimini (sempre se lo hai scelto abbastanza grande). Se ti piace l'idea puoi sparpagliare casualmente anche qualche asparago. Con una composizione di fiori e ortaggi realizzerai un centrotavola adatto a qualsiasi occasione, non solo per le occasioni speciali, ma anche per pranzi informali e cene, nonostante possa sembrare un oggetto rustico e poco adatto alle occasioni speciali.

Continua la lettura
44

Cambia l'acqua quotidiamente

Per preservare la durata del tuo centrotavola di ortaggi e fiori, ti consiglio infine di cambiare l'acqua quotidianamente (trattandosi di un centrotavola naturale realizzato con i fiori e ortaggi, è importante cambiare l'acqua e riporre il centrotavola in un luogo pulito e fresco, al riparo da fonti di calore). Per cambiare l'acqua ti basta svuotare il vaso trasparente, dopo aver tolto gli ortaggi sui fiori. In questo modo avrai un centrotavola originale da collocare sul tuo tavolo per almeno 5/7 giorni.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Economia Domestica

Come fare un centrotavola con erbe aromatiche

Se avete la passione per le piante, potete creare ad esempio un centrotavola con delle erbe aromatiche; infatti, per fare questo lavoro basta soltanto reperire alcuni materiali ed adottare dei piccoli accorgimenti in fase di preparazione. A tale proposito,...
Economia Domestica

Come far maturare gli ortaggi

Se per passione coltiviamo ortaggi ed intendiamo raccoglierli un pochino prima per farli maturare, è importante sapere che richiedono un minimo di accortezza, anche se non si tratta di nulla di difficile. In questa guida tuttavia forniamo alcuni semplici...
Economia Domestica

Come fare un centrotavola per un matrimonio

I matrimoni sono una splendida occasione per festeggiare ma anche per sfogare la propria capacità creativa. Volete sposarvi e risparmiare qualche soldo sulle decorazioni? Niente paura, ci sono dei metodi infallibili per autoprodurre delle decorazioni...
Economia Domestica

Mese di marzo: guida agli ortaggi da comprare

Il terzo mese dell'anno è quello che ci conduce verso lo sbocciare della primavera. A marzo, gli inconfondibili colori e sapori di questa stagione, entrano nelle nostre case con tutto il loro carico di naturale bontà. Nel mese di marzo la tavola risulta...
Economia Domestica

5 centrotavola con marshmallow

Toffolette zuccherate molto conosciute e consumate in America, i marshmallow, sono ricavate dal succo dell'Althaea Officinalis, pianta questa, che cresce nelle paludi tropicali e da cui ne deriva il nome. In questa breve guida spiegheremo come realizzare...
Economia Domestica

Come fare in casa le conserve di verdure e ortaggi

Quando al mercato acquistiamo delle cassette di verdura e ortaggi, ed intendiamo farne delle conserve, è importante attenersi a piccole regole, affinché l'operazione abbia un buon successo. In questa guida a tale proposito ci sono alcuni consigli...
Economia Domestica

Come fare un centrotavola per San Valentino

Gli innamorati, si sa, sono sempre rivolti con il naso verso le nuvole e non vedono l'ora di poter celebrare i propri sentimenti, di poter dire per sempre e di guardare languidamente l'altro negli occhi. Magari seduti intorno a un tavolo, dopo aver preparato...
Economia Domestica

5 ortaggi del mese di settembre

Settembre, inizia una nuova stagione e giunge il tempo di depurarsi dopo i piccoli "eccessi" dell'estate. Durante questo mese che ci conduce verso la stagione fredda, è anche necessario modificare la propria alimentazione. La frutta e gli ortaggi, si...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.