Come fare la prova di carico di un solaio

Tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Se dovete costruire un solaio in legno e intendete assicurarvi in merito al carico massimo che può sopportare, è necessario fare dei test specifici che si possono eseguire sia dal punto di vista matematico che con dei pesi ed altri strumenti professionali. In genere è opportuno l?intervento di un ingegnere, ma tuttavia per evitare di spendere soldi o di acquistare degli strumenti tipo dei dinamometri, potete effettuare il test in almeno due semplici modi. In riferimento a ciò, ecco una guida su come fare la prova di carico di un solaio.

27

Occorrente

  • Taniche di plastica da 25 litri
  • Acqua
  • Pesi di mobili e suppellettili
37

Calcolare il carico massimo

Il sovraccarico di un piano come un solaio di un soppalco in legno o cemento, deve rispettare alcune regole specifiche in merito alla staticità della struttura. In riferimento a ciò, va detto che bisogna calcolare se per ogni metro quadro il solaio riesce a sopportare un carico massimo di 300 kg. Per quanto riguarda il test, in genere gli ingegneri preferiscono utilizzare una sorta di piscina gonfiabile che riempita d?acqua gradualmente e con opportuni calcoli matematici, riesce a soddisfare le suddette regole per ogni metro quadro di superficie.

47

Posizionare delle taniche di plastica sul solaio

Per il fai da te sono invece sufficienti delle taniche di plastica da 25 litri cadauno, che vanno posizionate in un metro quadro della superficie del solaio. In tal caso per raggiungere ad esempio 300 kg occorreranno quindi 16 taniche da 25 litri cadauna. Il peso che un solaio può sopportare può essere calcolato anche in base a dei criteri numerici; infatti, se ad esempio una scrivania appoggia direttamente sul pavimento ed è senza piedini, va posizionata in corrispondenza di una trave che deve essere comunque di 30 cm di spessore ed alta 35 e che deve poggiare tra due pilastri. In tal modo si evita il collasso del solaio, poiché con le suddette misure delle travi utilizzate, il coefficiente di sicurezza si attesta su un 1/3: cioè il solaio si rompe solo con il triplo dei carichi.

Continua la lettura
57

Sommare i pesi di mobili e persone

Se tuttavia il solaio lo avete già realizzato ed intendete verificare se riesce a sopportare il peso degli altri mobili oltre la scrivania, quindi ad esempio un divanetto e la sedia, allora basta semplicemente fare la somma di tutti questi suppellettili in modo da sapere se complessivamente il carico non supera il suddetto coefficiente di rottura di 1/3, calcolato in base a spessore ed altezza delle travi. Nel peso globale ovviamente bisogna aggiungere anche quello corporeo vostro, ed eventualmente di un'altra persona che potrebbe raggiungervi sul solaio. Infine va detto che il calcolo diventa molto più agevole se i mobili indicati sono nuovi, e quindi corredati della descrizione di pesi e misure.

67

Guarda il video

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Ristrutturazione

Come Posare un tavolato in un solaio

Il solaio costituisce una delle parti più importanti di una casa, e svolge una funzione importante di protezione, oltre a dare una certa stabilità all'edificio. La sua costruzione richiede molta attenzione e cura dei dettagli, per questo è bene sapere...
Ristrutturazione

Come realizzare un solaio allegerito

Questo articolo tratta un argomento molto interessante su come realizzare un solaio alleggerito. Vedremo in pochi e semplici passi quali saranno le possibili soluzioni, quali i materiali e quali i vantaggi e gli svantaggi. Partiamo con le soluzioni che...
Ristrutturazione

Come aprire un varco nel solaio

Per molti proprietari di un immobile, lo spazio compreso tra il tetto e il solaio è una parte essenziale della casa perché costituisce sicuramente un vano funzionale complementare e potenzialmente un valore economico aggiunto. Infatti, la soffitta può...
Ristrutturazione

Come ristrutturare il solaio di un rustico

Risparmiare rende certamente la ristrutturazione un'attività sempre più di primo piano fra i proprietari di immobili. D'altra parte, aggiustare ciò che è già presente nel locale è meglio che costruire da zero. Innanzitutto è più economico, più...
Ristrutturazione

Come realizzare un controsoffitto in aderenza

Se intendiamo realizzare un controsoffitto, è importante valutare bene le caratteristiche strutturali del solaio sovrastante; infatti, se quest'ultimo si presenta con i classici travi in legno di castagno circolari e con listelli intermedi, è necessario...
Ristrutturazione

Come impermeabilizzare un controsoffitto in cartongesso

Se nella nostra casa abbiamo optato la realizzazione di un controsoffitto in cartongesso ed intendiamo impermeabilizzarlo, l'operazione va fatta prima della posa definitiva, Tale accorgimento serve allo scopo di rendere la superficie del cartongesso...
Ristrutturazione

Come restaurare un scala antica

I progetti di recupero e restauro di edifici antichi si trovano spesso a dover fare i conti con problematiche riguardanti le scale. Queste particolari parti di un'abitazione, infatti, sono sottoposte a specifici vincoli architettonici e normativi. In...
Ristrutturazione

Come realizzare i pavimenti in cemento

Con questa guida desideriamo parlare di un argomento molto interessante ed anche sempre al passo con i tempi. Nello specifico vogliamo spiegare come realizzare, con le proprie mani e la propria voglia di fare, i pavimenti in cemento, nel modo più veloce...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.