Come fare la mozzarella in casa

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

La mozzarella è un formaggio tipico italiano, soprattutto della Regione Campania, dove viene realizzato utilizzando il rinomatissimo latte di bufala che dà origine alla famosa mozzarella di bufala campana D. O. P. La mozzarella viene esportata in tutto il mondo e in Italia è possibile trovarla facilmente sia nei supermercati che nei caseifici a prezzi piuttosto contenuti. Tuttavia, è possibile preparare questo squisito alimento anche con le proprie mani, utilizzando solo ed esclusivamente ingredienti naturali. Vediamo allora, attraverso i passi della seguente guida, come fare la mozzarella in casa.

25

Occorrente

  • Latte
  • Yogurt
  • Succo di un limone
35

Preparazione della cagliata

Mescolare il latte e lo yogurt in una pentola capiente e scaldarli. Occorreranno circa 10 litri di latte per ottenere un kilogrammo di formaggio. Quando la temperatura avrà raggiunto i 38 gradi, ovvero che il latte sarà diventato tiepido, aggiungere il caglio o l'aceto, oppure il limone. Lasciare riposare per 40 minuti. Si noterà la formazione di una massa bianca, la cosiddetta cagliata, che galleggerà in un liquido giallastro, ovvero il siero.

45

Insaporimento

Con mestolo e colino, separare i due elementi mettendoli a riposare per circa 2 ore. Trascorso tale tempo, lasciare bollire il siero e ridurre a piccoli pezzi la cagliata su cui si andrà a versare il liquido caldissimo (la pasta comincerà a filare). Intanto preparare una bacinella con acqua ghiacciata e salata a proprio piacimento. Con un mestolo prendere un po' di cagliata filante e dare una forma tondeggiante. Dopo aver formato le mozzarelle, tuffarle nell'acqua ghiacciata e lasciarle un'ora per farle insaporire. La mozzarella è pronta per essere mangiata.

Continua la lettura
55

Metodo di preparazione alternativo

In alternativa, per preparare la mozzarella in casa, prendere un cucchiaio e mezzo di acido citrico e diluirlo in una tazza di acqua fredda e in un litro di latte freddo. Scaldare lentamente, rimuovere la pentola e mescolare lentamente con il caglio diluito per 30 secondi. Coprire e lasciar riposare per 5 minuti. Controllare la cagliata, che sarà simile alla crema, e il siero dovrà risultare chiaro. Tagliare la cagliata di circa 2,5 cm con un coltello, mettere pentola sul fornello a fuoco basso e mescolare lentamente. Trasferire la cagliata in un colino o in una ciotola con un mestolo forato. Separare la cagliata e scolare il siero eseguendo una leggera pressione per favorire il deflusso del latte. Impastare la cagliata e formare una grande palla. Metterla in acqua fredda e gustare la mozzarella dopo un'ora circa.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Economia Domestica

Come conservare la mozzarella di bufala

La mozzarella di bufala, tipicamente preparata nei caseifici campani, è conosciuta ed apprezzata in tutto il mondo. Il termine mozzarella deriva dal metodo di lavorazione denominato "mozzatura" che viene eseguito per dividerla, e creare la tipica forma...
Economia Domestica

Come riutilizzare la polenta avanzata

Quando cuciniamo la polenta molto spesso capita che ne rimanga un bel po', e magari anche in quantità esagerata. Per fortuna è un cibo che offre svariate alternative per riutilizzarla in tavola anche il giorno dopo, per cui in questa guida vediamo...
Economia Domestica

Come preparare un pranzo di Natale veloce ed economico

Le vacanze di Natale sono l'occasione ideale per organizzare tavolate in famiglia. I parenti si radunano per condividere il cibo tra chiacchierate e sorrisi, dopodiché si inizia a ascartare qualche regalo prima dei consueti giochi da tavolo. Insomma,...
Economia Domestica

Come conservare il fiordilatte

Uno dei formaggi freschi più conosciuto al mondo è il fiordilatte. È un formaggio grasso dalla consistenza molle, preparato con latte vaccino ed ha una forma tipicamente sferica. Tipico del sud Italia questa delizia della cucina italiana ha origini...
Economia Domestica

Come riciclare gli avanzi

Lo speco di alimenti è uno dei problemi principali della cultura occidentale. Ogni anno una famiglia italiana getta nella spazzatura 49 chilogrammi di cibo. Sono tanti gli accorgimenti che possiamo fare per evitare questo spreco che, oltre ad essere...
Economia Domestica

Come riciclare gli avanzi di verdure

Spesso capita di programmare il proprio menù, di preparare il cibo per la sera, ma poi gli impegni lavorativi immancabilmente non permettono di rientrare a casa e a questo punto addio cena programmata, con la conseguenza che spesso finisce nella spazzatura....
Economia Domestica

Come conservare il formaggio e i latticini

Il parere scientifico in tema di formaggi e latticini è contrastante. C'è chi bandisce l'uso del latte subito dopo lo svezzamento e chi, invece, consiglia l'assunzione di due o tre porzioni al giorno anche sotto forma di yogurt e di formaggio fresco....
Economia Domestica

Pasta avanzata: 10 ricette

La pasta è uno dei cibi più veloci e versatili che si possano cucinare, è anche economica e golosa. Proprio per queste sue caratteristiche capita spesso di farne troppa: si è stanchi o di fretta e la si butta nell'acqua bollente senza preoccuparsi...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.