Come fare il trattamento al cotto

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Se in casa abbiamo appena posato una pavimentazione in cotto ed intendiamo rifinirla, dobbiamo eseguire il cosiddetto "trattamento". Si tratta in sostanza di ricoprire la superficie di materiale protettivo o idrorepellente come ad esempio olio, cera o flatting a seconda della destinazione d'uso, ovvero per interni classici, rustici o per esterni. Nei passi successivi di questa guida, vediamo dunque come fare il trattamento al cotto.

26

Occorrente

  • Cera solida e liquida
  • Olio minerale
  • Segatura
  • Lucidatrice elettrica
  • Flatting
36

Per un ambiente cucina o comunque impostato in stile rustico, il trattamento prevede l'uso di cera solida o liquida da cospargere sulla superficie, dopodiché si lascia in posa per circa una mezz'ora e si asporta poi il tutto con un panno asciutto o di lana, per una lucidatura semilucida. In alternativa se la preferiamo completamente "a specchio", allora è necessario l'uso di una lucidatrice con spazzole rotanti in feltro.

46

Di diversa natura è invece il trattamento del cotto in un ambiente classico, dove lucentezza e compattezza della pavimentazione, devono essere adeguate al design impostato, anche per mettere maggiormente in evidenza dei mobili antichi, che altrimenti potrebbero rivelarsi inadeguati su una superficie rifinita diversamente. Il lavoro in questo caso consiste nel creare il cosiddetto "effetto bagnato", che oltre a mostrare piastrelle in cotto lucide e compatte, evidenzia ancora di più le fughe in genere di colore gres rossiccio come i mattoni, che devono essere categoricamente nere. Per ottenere questa particolare condizione, si pulisce prima la pavimentazione con olio paglierino minerale, facendo in modo che gran parte venga assorbito dalla superficie porosa, dopodiché si cosparge su tutta la zona della segatura, e si asciuga l'olio utilizzando una scopa. A lavoro ultimato basta applicare della cera liquida, ed utilizzare una lucidatrice per ottenere il suddetto effetto bagnato.

Continua la lettura
56

Infine per quanto riguarda la pavimentazione in cotto che viene posata all'esterno della casa come ad esempio su di un balcone, una terrazza o lungo il viale del giardino, è fondamentale rispettare la natura delle piastrelle, che già in origine sono trattate con acidi specifici, in modo da essere antisdrucciolo ed idrorepellenti. Per evitare che con il passar del tempo la condizione possa svanire, allora conviene proteggere la superficie con del flatting trasparente, che mantiene intatte le microfibre ruvide e quindi l'antisdrucciolo, e nel contempo serve a schivare l'acqua in caso di pulizia o piogge frequenti.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Economia Domestica

Gli usi dell'aceto

Visto il periodo di crisi che si sta attraversando è fondamentale risparmiare; bisogna stare attenti a quello che si compra ed evitare spese superflue. Inoltre, è opportuno ricorrere a soluzioni economiche per far fronte alle situazioni che si presentano...
Economia Domestica

Peperoncino in cucina: ricette e consigli

Il peperoncino è una spezia abbastanza conosciuta; essa viene utilizzata spesso per la preparazione di ricette alimentari. Inoltre, è un eccellente antiossidante ricco di vitamina C ed è consigliato anche per combattere infezioni e raffreddori. In...
Economia Domestica

Come lavare i piatti in ardesia

I piatti in ardesia stanno riscuotendo un innegabile successo, usati sempre di più dai grandi chef, nelle loro prelibate composizioni culinarie, ma anche in molte, più ordinarie, cucine private. Questa moda, gioia per gli occhi, si rivela però insidiosa....
Economia Domestica

Come lavare tovaglie e strofinacci

Quante volte vi sarà capitato di aprire la lavatrice dopo un lavaggio e trovare tovaglie e strofinacci ancora macchiati di unto, sugo e di altre sostanze? Questi tessuti, usati quotidianamente in cucina per le più disparate attività, vengono continuamente...
Economia Domestica

Corian: consigli per la manutenzione

Il Corian è un particolare materiale ecologico formato da polimeri acrilici puri e da minerali naturali. Grazie a questo materiale, la produzione di piani bagno e cucina nel settore industriale è cambiata abbastanza marcatamente, anche se comunque non...
Economia Domestica

Come togliere la muffa dai capi in pelle e camoscio

Ogni cambio di stagione porta con sé la necessità di rinnovare l'abbigliamento, permettendo di togliere dall'armadio i vestiti che non verranno più messi nei mesi successivi e di riporvi quelli più adatti al clima stagionale. Quando si effettua questa...
Economia Domestica

Consigli per la manutenzione del pavimento in castagno

Il legno di castagno si ricava da un albero tipico dell'area mediterranea. Le caratteristiche che contraddistinguono il legno castagno sono la resistenza, l'elasticità e la longevità, dovuta ai tannini contenuti. Di colore giallastro con venature lineari,...
Economia Domestica

Come cucinare correttamente con il forno a microonde

Quando si cucina al micro-onde, la cottura dei cibi avviene sopra una fonte di calore aperta che non genera fumo, che conferisce un sapore particolare al prodotto. Il forno a microonde, rispetto ad un forno tradizionale, offre una veloce e sana alternativa...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.