Come fare il sapone di cocco in casa

tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

Il sapone che si trova normalmente in commercio è carico di tensioattivi e sostanze dannose all'ambiente. Ovviamente si tratta di prodotti nocivi anche per l'organismo. Per chi volesse provare a fare da sè il sapone e creare un prodotto assolutamente biologico, l'alternativa c'è. La maggior parte delle ricette di sapone fatto in casa, però, richiede l'uso di soda caustica che è una sostanza altamente corrosiva. Sarebbe meglio se si potesse evitare. Ecco perché questa guida vi illustrerà la ricetta del sapone di cocco totalmente biologico, senza l'impiego di sostanze tossiche. Se volete sapere come fare il sapone di cocco in casa leggete di seguito.

24

Base del sapone

Come base del nostro sapone di cocco fatto in casa utilizzeremo del sapone di Marsiglia. Questo si trova facilmente in commercio in formati e dimensioni diversi. Acquistiamone una piccola quantità per iniziare a fare delle prove. Poi forse col tempo e con la pratica saremo capaci di produrre il nostro sapone in quantità industriali. Il panetto di Marsiglia va ovviamente sciolto in acqua. Usiamo un piccolo pentolino che non porremo direttamente sul fuoco. Meglio in una vaporiera oppure su un altro pentolino pieno d'acqua bollente per squagliare il sapone delicatamente, a bagnomaria. Quando avremo sciolto completamente il sapone saremo pronti a mescolarlo come fosse una crema. Ove fosse necessario potremo usare anche un mixer.

34

Essenza del sapone

Quando il sapone avrà raggiunto una consistenza abbastanza cremosa, saremo pronti per aggiungere l'olio di cocco. Non esagerate con le quantità, ma regolatevi sempre sulla proporzione di 10 ml di olio per 250 grammi di sapone di Marsiglia. Poi col tempo e con la pratica potrete anche decidere di cambiare queste proporzioni. Sempre mescolando, curate di amalgamare bene il tutto. Solo alla fine aggiungete delle gocce di olio essenziale che preferite e del colorante per creare effetti scenografici più gradevoli. In alternativa potrete usare delle spezie colorate per dare un tocco ancora più naturale al vostro sapone.

Continua la lettura
44

Forma del sapone

Una volta terminata la lista degli ingredienti, il composto del nostro sapone di cocco fatto in casa è pronto per essere raffreddato. Quando sarà ancora tiepido, ma non troppo caldo potrete versarlo negli appositi stampi. Non usate stampi di metallo. Il miglior materiale adatto all'uso è il legno, ma anche le formine da spiaggia vanno bene o gli stampi in silicone della pasticceria. Potrete scegliere dimensioni e forme differenti e creare anche dei simpatici gadget da appoggiare sulle mensole del bagno o negli armadi, per renderli profumati. Prima di poter estrarre le saponette dagli appositi stampi, però si deve attendere più di un mese, per far sì che le sostanze addensate si assestino bene.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Economia Domestica

Come preparare un sapone antibatterico in casa

Spesso abbiamo la necessità di avere a disposizione un sapone che non sia aggressivo sulla pelle e che nel contempo sia anche un valido antibatterico. Con pochissimi ingredienti naturali abbiamo la possibilità di prepararne uno che è molto gradevole...
Economia Domestica

Come fare il sapone nero

Come vedremo di seguito, il sapone nero (liquido o compatto), è un particolare sapone cremoso molto profumato, realizzato con ingredienti naturali (olio di olive, minerali e acqua), caratterizzato da un particolare colore scuro tendente al nero (il colore...
Economia Domestica

Come fare il sapone di mandorle in casa

Amate l'arte del fai da te al punto tale da voler fare in sapone con le vostre mani? Ebbene, siete nel posto giusto. Lungo i passi di questa guida vi mostreremo come preparare un sapone alle mandorle, per una pelle sempre liscia e profumata. Il processo...
Economia Domestica

10 usi domestici del sapone di marsiglia

Il sapone di Marsiglia è un prodotto naturale ed ipoallergenico. Si costituisce di solo olio d’oliva e soda e non contiene profumi ed additivi. Inoltre, vanta elevate qualità sgrassanti ed antisettiche. Dovete solo porre estrema accortezza durante...
Economia Domestica

Come riciclare gli avanzi di sapone

Il momento in cui il sapone in tavoletta, sia esso da bucato o per l'igiene personale, è quasi del tutto consumato, l'ultimo piccolo pezzo sarà difficile da utilizzare e molto brutto da vedere nel portasapone. Tuttavia, non necessariamente bisogna buttarlo...
Economia Domestica

Come fare un sapone liquido per le mani in casa

L'arte del fai da te non ha confini, e non si limita all'arredo per la casa. Anche in tema d'igiene personale si può essere creativi. Avete mai pensato che potete realizzare con le vostre mani il sapone liquido per le mani? Il procedimento non è affatto...
Economia Domestica

Come preparare il sapone antibatterico in casa

Oggi sempre di più, si assiste ad un'inversione di tendenza nello stile di vita, con un ritorno al passato, ai prodotti biologici ed alle lavorazioni fatte in casa. Si torna a dare valore alla natura ed ai frutti che essa offre. Si cerca di rispolverare...
Economia Domestica

Come Riciclare I Resti Di Sapone e Risparmiare Sui Regali Di Natale

Quando si utilizza una saponetta per la detersione di mani e viso, essa per il continuo uso prima o poi si consumerà, e ridurrà la sua dimensione fino a diventare come una stecca di ghiacciolo o di una mentina. Invece di gettarla via però, esiste un...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.