Come Fare Dei Cestini Pensili Per Ornare Il Terrazzo

tramite: O2O
Difficoltà: facile
15

Introduzione

Siete degli appassionati del fai-da-te, sempre in cerca di nuove idee da realizzare con le vostre mani, utilizzando semplicemente gli oggetti superflui, che non usate più e che non hanno nessun utilizzo in casa vostra? Oppure più semplicemente vi occorre creare dei cestini pensili per disporre comodamente le vostre piante sul terrazzo? Se la risposta a queste domande è si, allora questa guida farà sicuramente al caso vostro. Prepararli è semplicissimo! Sono un'ottima decorazione perché danno colore e allegria anche su un terrazzo un po' triste di un condominio e ti riportano indietro nel tempo quando queste composizioni si vedevano nei giardini dei vecchi alberghi di stile Liberty. In questa guida, come avrete sicuramente già capito dal titolo, vi spiegherò, passo dopo passo, come fare dei bellissimi e utilissimi cestini pensili per ornare il terrazzo ed essere utilizzati come porta piante o più semplicemente come degli utilissimi portaoggetti. State tranquilli, anche se all'inizio vi potrà qualcosa di troppo difficile da realizzare così su due piedi, in realtà, se seguirete attentamente la procedura il risultato sarà sicuramente dei migliori. Detto ciò, mettetevi comodi e non mi resta che augurarvi una buona lettura.

25

Occorrente

  • cestino di ferro
  • carta di plastica
  • piante e fiori a piacere
35

Andate in un negozio che vende prodotti per il giardinaggio e procuratevi un cestino di rete di ferro nella misura e forma che desideri. Rivestitelo interamente con un foglio di plastica che dovrete poi forare alla base per favorire la fuoriuscita di acqua in eccesso. Ora siete pronti per scegliere le piante da metterci per trasformare questo cestino in una composizione d'arredo.

45

Potrete inserire sia piante ricadenti (edera, photos, coleus dalle foglie colorate, ecc.) che piante da portamento diritto (begonie, verbene, margherite). Riempite il cestino con 1/3 di terra e mettete prima le piante ricadenti facendo sbucare alcuni rami da appositi tagli praticati nel foglio di plastica. Una volta conclusa questa operazione aggiungete altro terriccio fino ad arrivare all'orlo del cesto, poi inserite le altre piante.

Continua la lettura
55

A questo punto non vi resta che immergere il cestino pronto nell'acqua, farlo sgocciolare e appenderlo nell'angolo del terrazzo che avevate scelto. Ricordatevi di innaffiare regolarmente la composizione e di concimarla, altrimenti il tutto avrà un'aria triste. Se avete poco tempo componete il vostro cestino con piante grasse che richiedono meno manutenzione. Scegliendo le "succulente" la composizione non avrà niente da invidiare a quelle con piante e fiori di altro genere.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Arredamento

Come arredare un terrazzo in stile shabby chic

Il terrazzo è uno dei luoghi più apprezzati di un’abitazione. In grado di fare la differenza, specialmente nei periodi primaverili o estivi, il terrazzo deve sicuramente essere funzionale ed arredato con gusto per diventare un elemento davvero differenziante...
Ristrutturazione

5 idee per ristrutturare un terrazzo

Chi di voi al giorno d'oggi non ha mai desiderato di possedere una casa con un ampio terrazzo annesso? Credo nessuno. Nessuno rifiuterebbe avere la possibilità di poter mangiare all'aria aperta, magari riparato dall'ombra di un gazebo e su un grande...
Arredamento

Come decorare la casa con i cestini

Nel momento in cui scegliete di decorare la vostra casa, avete a disposizione diverse alternative. Ciononostante, non sapete sempre quali oggetti possano fare al caso vostro e quali invece no. Spesso ci si ritrova con una serie di oggetti di uso comune...
Arredamento

Come arredare il giardino con materiali di riciclo

Quando si possiede un giardino esterno, è consigliato aggiungere delle decorazioni per personalizzare ulteriormente lo spazio. Se non volete spendere molto, oppure volete semplicemente dare nuova vita a vecchi oggetti, è bene considerare di utilizzarli...
Esterni

Come arredare un giardino pensile

Il giardino pensile è uno spazio verde ricavato dalle terrazze dei piani rialzati, dai tetti o anche dai balconi più o meno grandi. Può capitare però di non sapere come arredare nel modo giusto questo ambiente, perché ad esempio lo spazio a disposizione...
Arredamento

Come scegliere i pensili della cucina

Spesso, al momento della progettazione di una cucina nuova ci si concentra esclusivamente sulle sue funzionalità e sulle varianti di colore, rischiando di dimenticare dettagli importanti. Infatti, il carattere della stanza può cambiare profondamente...
Esterni

5 idee per rendere accogliente il terrazzo per una cena

Come vedremo nel corso di questa guida, con un po' di fantasia e di creatività è possibile rendere molto accogliente un determinato spazio della nostra casa, sorprendendo piacevolmente i nostri amici e ospiti. Se siete interessati a scoprire ulteriori...
Arredamento

5 consigli per arredare piccoli balconi

Gli spazi esterni sono un vero toccasana nelle calde serate estive per organizzare incontri con gli amici; aperitivi, o semplicemente per rilassarsi. Ma si sa che una casa con uno spazio esterno è un lusso per pochi. In città, così come nei piccoli...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.